Una organizzazione dedita alle rapine, sequestro di persona, estorsioni, furti aggravati e ricettazione. È quanto scoperto dai carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Foggia che hanno arrestato otto persone tra Cerignola, Orta Nova e Termoli. In manette sono finiti Giancarlo Vitale di 24 anni, Giuseppe De Rita di 26, Michele Brino di 37, Pasquale Monopoli di 32, Giovanni Carosiello di 29, Francesco Procaccio di 28 e Umberto Trecca di 46. Sfuggito alla cattura una nona persona che, stando alle indagini, era il punto di collegamento tra gli indagati che si occupavano delle rapine in banca e quelli dediti ai cavalli di ritorno. (comunicato Comando Provinciale Carabinieri)

(Video tratto da Il Mattino di Foggia)

LE RAPINE – Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Alessandra Fini e dal procuratore capo Vincenzo Russo, hanno preso il via dopo la rapina del 29 giugno del 2011 ai danni del Banco di Napoli della filiale di Bovino. Un colpo di oltre 40mila euro. Dopo aver individuato uno dei presunti autori della rapina, il ricercato, i carabinieri hanno iniziato ad intercettarlo, scoprendo gli altri indagati, specializzati in altre attività illecite. Così gli inquirenti hanno scoperto i due autori – Vitale e De Rosa – della tentata rapina alla filiale della Banca Popolare di Bari di Deliceto, messa a segno il 7 ottobre dello scorso anno: un colpo fallito per la pronta reazione delle cassiere.

Giuseppe De Rita

AUTO RUBATE – L’inchiesta, inoltre, ha fatto luce su numerosi episodi di estorsione portati a termine con la metodologia del cavallo di ritorno. Le vittime venivano contattate telefonicamente da una cabina che si trova nel centro di Cerignola: una cabina però controllata in audio e video dai carabinieri. Una inchiesta però che ha messo anche in luce il modus operandi delle vittime che preferivano pagare piuttosto che denunciare l’estorsione. Così come dalle intercettazioni è emerso anche che i più esperti consigliavano i giovani su come comportarsi nel corso delle rapine per non essere identificati. (tratto da corrieredelmezzogiorno.it)

Umberto Trecca
Francesco Procaccio
Pasquale Monopoli
Giovanni Carosiello
Michel Bruno
Giancarlo Vitale

22 COMMENTI

  1. e alla redazione potevate risparmiarvi le foto siccome gia avevate scritto i nomi………….mi sembra che qualche giorno fa avete pubblicato un articolo senza nomi e foto…chissa xche’ a questi nomi e foto…….complimenti alla redazione!!!!!!!!

    • Si tratta di un comunicato stampa, con foto e nomi. Ci atteniamo al materiale che ci viene fornito dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia.
      Redazione…

  2. caro lino vedo che ingiustificatamente recrimini con la redazione per le foto che hanno pubbblliicccaattooooo se avrebbbbeerroo messo tutte le foto di quegli onosti cittadini che sono stati vittime chi questi BALORDI che tanto difendi CI sarebbe voluto un ALBUM !!! in galera a vita !!!

  3. Tutte le volte dico tutte la redazione deve spiegare il perché ci sono a volte nomi, a volte no! Basta adesso e’ chiaro per tutti? Nomi o no questa gente deve xxxxxx in galera, deve xxxxxxx.

    • Effettivamente hai ragione ma dovevamo censurare la prima parola… quella non si può dire. Sulla seconda hai ragione, anche se forte, non dovrebbe essere rischiosa ma, nel dubbio, ci cauteliamo. Scusaci…
      Redazione

    • Chiediamo scusa, si trattava di un errore di battitura. Grazie per la segnalazione… Redazione

  4. ma finitela di criticare fatevi un po gli affari vostri impiccioni!!!!!sempre a criticare cosa fanno gli altri gurdatevi voiiiiiiii

  5. secondo me tra qualche giorno troveremo la foto di lino …..sulla gazzetta di capitanata..

  6. questa è xxxx che non vale una xxxxx portateli in sardegna e no a FOGGIA VIVA I CARABINIERI.

  7. lino quando ci fregano la macchina o ci scippano o rapinano un negozio, facciamo come ci hai consigliato? ci facciamo i fatti nostri? o veniamo a raccontartelo di nascosto?

  8. sti xxxxxx, ho rivissuto pari pari la mia esperienza, e dalla voce credo che sia proprio quello xxxxx,,,auguro a xxxxx…vi xxxx x sempre…spero solo che lo abbiano xxxxx,almeno quello,tanto la legge…..

Comments are closed.