Non erano ottimi i presupposti alla vigilia della sfida di Bari contro la Medical Tools Asem: assente il capitano ed alzatore titolare Marco Valerio e alcuni giocatori non al top fisico. Un’altra novità rispetto alla gara d’esordio contro Noicattaro, Mr Ferraro preferisce Fabrizio Spano a Ruggiero Scassano nel ruolo di libero. Partita strana, che ha visto gli udassini in vantaggio in tutti i parziali fino alla ventina di punti, dove i padroni di casa hanno avuto maggior freddezza e lucidità nel portare a casa le azioni ed i punti decisivi. Infatti il terzo set, quello vinto dai cerignolani ha evidenziato una maggiore efficienza del servizio e un’intelligenza tattica che poi si è ripersa nel quarto parziale, decisivo a favore dei padroni di casa baresi. La formazione di Ferraro, può solo migliorare, perché davvero il lavoro duro della palestra uscirà fuori. Buone le prove di Ruggiero e Raddato, a tratti ottimo anche Monaco e Lanzone (poco serviti però in attacco). I parziali della gara: 25–20; 25–18; 23–25; 25–21.

Prossimo impegno, Domenica 28 alle ore 18,30 contro la Materdominivolley.it Castellana Grotte, presso il Palazzetto di Cerignola, quel Nando Dileo che siamo certi sarà la culla della rivincita bianco-azzurra e l’inizio di un’importante stagione di volley, che fino ad ora ha visto giocare gli incontri con le formazioni non tutte sullo stesso livello di preparazione atletica e tattica, visti i ritardi con i quali sono stati assegnati gli spazi nelle palestre comunali.

CLASSIFICA ALLA SECONDA GIORNATA

Prg Volley Perotti Bitonto, Atletico Pallavolo Noicattaro, Medical Tools Asem Bari 5; Villa Menelao Turi 4; Grafiche Gadaleta Bari 2; Volley Club Manfredonia, Udas Cerignola, Casalvolley Trinitapoli 1; Materdomini.it Volley Castellana Grotte 0.

 

18 COMMENTI

  1. Be finalmente un articolo ridimensionato degno della categoria. Evidentemente la tiratina di orecchie e’ servita. Non oso immaginate il commento alla ( molto eventuale) prima vittoria ci vorranno quattro pagine.

  2. Ancora il cambio tra opposto e laterale quando il palleggiatore é in zona uno… xxxx riprenditi e dimettiti….

  3. Voci di corridoio parlano di ultima chance per mister Ferraro. Se dovesse perdere la prossima partita in casa contro la materdomini sarà esonerato. Al suo posto il mister dell under 18…
    xxxxx.

  4. ma cosa commentate??? tifate per l’udas o no? tanti anni fa era una bella realtà, ora invece…forza udas comunque! sempre meglio dei tanti xxxxxxx

  5. Per genitore ….finalmente qualcuno ci e’ arrivato. xxxxxxx Sarei curioso di conoscere il pensiero degli udassini quelli veri non quelli che si dichiarano tali perché vanno sui giornali o al palazzetto.

  6. Carissimo nostalgico,
    capisco le tue parole e credo che in fondo non abbia poi così torto. Come te ho vissuto gli anni importanti in un’associazione (l’Udas) che insegnava davvero tanto e mostrava attenzione verso l’associazionismo vero, quello degli incontri in palestra, delle lezioni di vita di importanti istruttori di vita e di sport…ma mi rendo conto che i tempi sono cambiati (in peggio) e non solo per l’Udas. Noi, ragazzini dell’epoca, ci “accontentavamo” di un tavolo da ping pong giù alla Carducci per stare insieme giorni interi, oggi, se non si ha una bella auto e conoscenza nei locali non si fa più amicizia! Ci sono altri ragazzi, che come me, hanno vissuto quell’epoca (seppur gli ultimi anni di una gloriosa era udas) che oggi, al termine dei propri percorsi di studio fuori città sono tornati per cercare di riprendere quella tradizione che parte dal basso e non adora le luci del palcoscenico. Eppure bisogna fare i conti con il volere popolare: come dicevo qualche riga sopra, prima ci si stringeva intorno a poco per divertirsi e condividere questa o quella esperienza, oggi ci vuole lo spettacolo e il grande campione per far avvicinare le famiglie al nostro ambiente. Ti assicuro però, che se provassi a vivere dall’interno l’aria dei campionati (C di basket e D di volley maschile) potresti respirare ancora quei valori sani che, dalle tue parole trapela. Il tuo spunto mi ha dato la possibilità di ricordare bei tempi e di spiegare nuovamente l’intento dei veri udassini che oggi nell’udas operano tutti i giorni senza aspettarsi alcun plauso pubblico. Ti invito eventualmente a seguirci da vicino o perchè no, a darci una mano, perchè di veri amici e di veri udassini, ne abbiamo bisogno.

  7. Pierluigi ho molti più anni di te e forse e’ normale che veda le cose con altri occhi. Ho scritto quella nota perché ho letto commenti brutti su un allenatore di una squadra di pallavolo udas Da parte di amici udas. Ho pensato che mai sarebbe accaduto prima. Ti ripeto che se per avvicinare le famiglie ora si ha bisogno di pagare fior di quattrini a atleti che ne fanno una ragione ….forse l unica…per portare la maglia udas…allora caro pierluigi stiamo sbagliando.quello lasciamolo fare ad altri. Non e’ la nostra storia non e’ la nostra anima. Entrare in questa spirale e’ molto pericoloso. Quando non si potranno più retribuite i campioni che facciamo? Le famiglie non verranno piu? Ti sembra una strada giusta? Sono sicuro della tua buona fede e di tanti altri. Ho meno fiducia di chi ha voluto stravolgere la natura di un associazione che si e’ sempre ispirata a principi di puro dilettantismo di cui insieme al csi ne era testimone. Spero tanto di sbagliarmi ma questa strada non e’ quella giusta e voi che siete la base dovreste far sentire la voce perché se finira tutto ….non ci sarà il buon Raffaele mortalo ad allietare la serata come ai vecchi tempi

  8. Non dico che è l’unica strada, ma mi rendo conto che la vetrina è importante per poi entrare nel negozio e compiacersi delle tante cose belle che ci sono! Ripeto, ne ho sentite tante di bellissime esperienze e altrettante ne ho vissute io (col CSI sopratutto)! Abbiamo raggiunto un bel numero di iscritti, tenendo presente che due stagioni fa i numeri davano torto alla nostra tanto amata UDAS (eravamo quasi a zero ed oggi siamo a quota 400 circa)! Ripeto, al Palazzetto ci si diverte e grazie all’intervento di tanti imprenditori seri si riescono a fare anche delle “buone” squadre. Preciso che “noi” del volley non paghiamo nessuno e pubblicamente ringrazio i componenti della formazione maschile che da Molfetta, Barletta e Foggia hanno accettato il nostro progetto di rilancio venendo a giocare senza nemmeno un euro in cambio!!!!Alcuni di loro hanno già detto di sentirsi a casa e questo ci dà l’energia per rivivere emozioni che voglio sperare non siano totalmente passate. Ti ringrazio ancora NOSTALGICO per le tue opinioni, spunto di crescita e chissà, anche di discussioni costruttive! Intanto, domani, ti invito al Palazzetto dove giocherà proprio la squadra maschile…potrebbe essere un momento di incontro e di ritrovo tra udassini di una certa data (scherzo ovviamente)!

  9. ma cosa scrivete? parlate come se foste innamorati dell’udas come se fosse la juve o il milan…ma fatemi il piacere! io sono arrivato a cerignola qualche anno fa e c’era solo la mediterranea, quindi non dite cavolate! anzi, quest’anno che non c’è, lo sport è in caduta liberaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  10. Salve a tutti, innanzitutto sarebbe utile e costruttivo offendere le persone dopo essersi firmati. Educazione a parte, sono un quasi 33enne che ancora si DIVERTE grazie allo sport. Non prendo soldi dalla società, ma 4 volte la settimana mi faccio 80 km per indossare la maglia della vostra città. Non è la mia città natale, ma mi sento felicemente adottato. Mi piace l’ambiente più che sano che si vive, mi piace constatare che tanti GIOVANI spendono il loro tempo per stare vicini alla squadra, allo sport. Se l’allenatore non è capace lo deciderà la società. Se poi non conoscete i nostri problemi interni, quando è stata costruita la squadra etc. etc allora, cortesemente, siete pregati di venire a vederci giocare, e fischiare pure la nostra prestazione, qualora fosse da squadretta sfigata che gioca anni ’80. Se cosi non fosse, però, dovreste anche chiedere scusa e cercare di dare una mano alla causa. Poi i conti si fanno a fine stagione, dopo 2 partite mi sembra prestino… O non credete sia così? Vi aspetto domani, portate pure i fischietti, ma siate anche pronti a tenere le mani libere per applaudire! 🙂

  11. Scusate visto che mi tirate in ballo senza che io vengo agli allenamenti o a vedere partite se per favore mi tenete fuori da certi commenti. Sappiate che per me Cerignola e’ una citta’ dormitorio

  12. Alla redazione: quando nei commenti ci sono nomi e cognomi di gente che non c’entra si prega di interpellare la persona o almeno di oscurare il nome

    • La redazione non vive su internet, ma con i suoi tempi (a norma di legge ovviamente) rimuove gli eventuali commenti offensivi.
      Grazie

  13. A me di Cerignola di chi ci vive non me ne frega niente
    Che sia chiaro una volta per tutte

  14. Fedelissimo ti ricordo che in D avevi vinto una sola partita e con me sei arrivato secondo al girone play out. Ve fe i ciamaruchid ca ho chivut

  15. Considerato il clima poco costruttivo e gli atteggiamenti puerili di alcuni utenti ci vediamo costretti a chiudere i commenti, sperando che non si verifichino più situazioni di questo tipo.
    Grazie Redazione

Comments are closed.