La terra continua a tremare e questa volta lo fa al confine tra la Basilicata e la Calabria. Una scossa di magnitudo 5 della scala Richter è stata registrata poco dopo l’una di questa notte nella zona del massiccio del Pollino. Secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto un ipocentro a 6,3 chilometri di profondità ed epicentro in prossimità del comune potentino di Rotonda e di quelli cosentini di Laino Borgo, Laino Castello e Mormanno. Il terremoto è stato avvertito anche in alcune zone della Puglia e della Campania.

I danni Comincia la conta dei danni provocati dalla forte scossa di terremoto. Nella città di Scalea un anziano ottantenne è deceduto a seguito di un infarto mentre a Mormanno (Cosenza) ci sono stati dei crolli, l’ospedale della cittadina è stato evacuato e la gente è scesa in strada in preda al panico. A Laino Borgo, sempre nel Cosentino, è stata sgomberata una casa di riposo per anziani che aveva riportato lesioni. Crolli si sono verificati inoltre ad Altomonte, dove il sindaco ha disposto la chiusura delle scuole, così come è stato deciso anche per Mormanno. Paura anche a Rotonda (Potenza), dove la popolazione è uscita di casa ed è stata segnalata una fuga di gas in una centrale elettrica.

A seguito della prima si sono verificate altre 21 scosse comprese tra 2 e 3.3 gradi. In via del tutto precauzionale a Mormanno i ricoverati dell’ospedale sono stati spostati in altre strutture ospedaliere. Oltre all’ospedale, hanno subito danni numerose case, la cattedrale, che è stata dichiarata inagibile, e a una strada che collega il centro del Pollino a Campotenese.

Oltre 2 mila scosse in due anni La zona del Pollino, secondo i sismologi è stata interessata da circa 2 mila e 200  scosse negli ultimi due anni. Moltissime di lieve entità, solo 7 tra i 3 e i 4.3 gradi della scala Richter. 

3 COMMENTI

  1. nella mia zona essendo a confine con la basilicata(circa 10 km) abbiamo cn la mia famiglia avverito distintamente il boato e la scossa…nessun danno fortunatamente ma tanta paura,speriamo solo ke nn si ripeta….

  2. salve noi eravamo in casa e circa intorno a 1,05 abbiamo sentito il sisma abbiamo preso le nostre figlie e siamo0 scesi per strada..questo a santa maria del cedro marina pr di cosenza e stato davvero moltgo pauroso che mia moglie ancora non si riassicura…

Comments are closed.