Nella quarta giornata del girone A del campionato di serie C femminile, la Lapige Libera Virtus Cerignola ospita l’Istituto Margherita Bari Volley. Un nuovo test attende la formazione guidata da Michele Drago e Cosimo Dilucia, dopo tre giornate in vetta alla classifica con il Santeramo: partita che servirà a scoprire ulteriormente quali ambizioni possa avere la società gialloblu, sulla scorta del buon inizio fin qui maturato. Reduce dalla vittoria in rimonta della scorsa settimana con la Tania Gentile, la Lapige ha l’occasione per restare al comando della classifica; in settimana i due tecnici hanno tenuto sulla corda tutte le proprie atlete, allo scopo di curare ogni minimo dettaglio e non permettere cali di concentrazione nell’affrontare un avversario sulla carta più debole. Pur con indubbie potenzialità già in parte espresse, il sestetto cerignolano è sempre alla ricerca della condizione ottimale e dei giusti automatismi nel proprio gioco, così come è da perfezionare qualcosa a livello di mentalità e di approccio alle gare, pericolo che potrebbe presentarsi in un match come quello di domani. Tutte le giocatrici a disposizione, eccetto la “solita” defezione del centrale Racanati, che sconterà la penultima settimana di stop per squalifica. E’ da tenere d’occhio l’Istituto Margherita, innanzitutto perché società satellite della Primadonna Bari, squadra del capoluogo che milita in B1: pur avendo un organico composto da giovani, si tratte delle leve più interessanti in prospettiva della compagine del capoluogo e dunque un avversario da tenere comunque sotto osservazione. L’Istituto Margherita ha conquistato nell’ultimo incontro il primo punto stagionale, nel tie break perso in casa con Santeramo, mentre nelle due precedenti giornate ha rimediato altrettante sconfitte. Si partirà alle 19.30 al pala “Dileo”, subito dopo l’incontro della Castellano Udas di basket.

Domenica in campo anche per l’Udas nella serie D maschile: i ragazzi di mister Ferraro affrontano nel derby il Volley Club Manfredonia, anche in questo caso per la quarta giornata. Le due formazioni lo scorso anno hanno dato vita ad un acceso ed appassionante duello in Prima Divisione, che ha visto poi entrambe avanzare di categoria. I biancazzurri, ottenuta la prima gioia del campionato con il largo 3-0 sulla Materdomini Castellana, vogliono confermarsi e scalare nuove posizioni in classifica, in un torneo nel quale le partecipanti sono racchiuse in pochi punti; di contro, i sipontini (con 2 punti in due partite, avendo scontato un turno di riposo) hanno l’obiettivo di scavalcare gli udassini  in caso di successo. La qualità nell’Udas c’è e rotto il ghiaccio con la vittoria, Lanzone e compagni cercheranno di proseguire sulla strada della continuità di risultati: inizio alle ore 18.30.

3 COMMENTI

  1. l’udas se cambia allenatore puo vincereeeeee , roberto ferraro non sa gestire le proprie risorse DEI 12 giocatori non solo di sei o sette ,l’udas maschile con ferraro ha solo retrocesso e play out ha fatto non ho mai visto che ha vitno qualcosa.. ma che leoni sono ahahahhahahah andate in letargooo

  2. Forza ragazze! Vinciamo per la vetta solitaria della classifica! Tutti al palazzetto tifosi e gufe/i non mancate !

  3. sisisisi…..invitate persone al palazzetto… ma tanto il pubblico non esulta, non batte le mani, non c’è attaccamento alla squadra,niente!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! vi siete chiesti perchè? oltre al pubblico del basket non vi segue nessuno. iniziate a pagare anche il pubblico così l’ambiente si riscalderà un pochino……………………

Comments are closed.