Rino Pezzano
Rino Pezzano

Pubblichiamo di seguito una nota del Pd Provinciale, a firma Rino Pezzano, nella quale lo stesso chiede di convocare un’assise straordinaria per discutere del possibile Dissesto finanziario di Cerignola. Ecco il documento completo.

“Giannatempo sta mandando ai bagni la città, ma non quelli pubblici che ha chiuso mettendo per strada altre 5 persone”. E’ Rino Pezzano, componente del Coordinamento provinciale, a commentare con “ironia amara” l’ultimo atto della Giunta e della struttura tecnica comunale che ha determinato “la soppressione di un altro servizio ai cittadini e l’incremento della già lunghissima lista di chi ha perso il lavoro a causa della disastrosa gestione finanziaria”.

“Al netto della errata scelta dei Governi Berlusconi-Monti di scaricare sui Comuni gran parte del peso della crisi finanziaria e dell’obiettivo del pareggio di bilancio – continua Pezzano – esiste una specifica responsabilità del sindaco Giannatempo, della sua Giunta e del dirigente del settore finanziario rispetto alla sottovalutazione del rischio dissesto emerso oltre un anno fa.

Il fatto che GEMA non versasse quanto dovuto al Comune di Cerignola, come a decine di altri Comuni foggiani e non solo, era cosa ben nota tanto alla struttura tecnica che ai vertici dell’Amministrazione; ma, chissà per quali ragioni, hanno evitato di intervenire con tempestività per mettere al riparo la città dai prevedibili effetti nefasti.

Nel frattempo sono stati accumulati debiti, a partire da quello maturato nei confronti di SIA per qualche milione di euro, e si è deciso di far fronte all’attività ordinaria utilizzando sempre più spesso risorse vincolate a spese per investimenti o per servizi, a partire da quelli di carattere sociale.

E’ solo così che, in assenza di notizie certe e in permanenza dell’omertà istituzionale, possiamo spiegare l’azzeramento di fatto dei servizi affidati alle cooperative sociali come la San Francesco, utilizzate per fornire assistenza a qualcuno più che per garantire servizi a tutti, o la drastica riduzione dei fondi per la mensa scolastica, che non sappiamo se e quando sarà attivata, per il trasporto scolastico, a cui si vorrebbe contribuissero le famiglie, e la gestione del Centro Informa, che ha prodotto altri cassintegrati.

Evidentemente la voragine nei conti del Comune è così profonda da aver inghiottito anche le maggiori risorse ricavate dall’aumento della TARSU, senza che ci sia alcun miglioramento del servizio offerto ai cittadini, e dall’applicazione delle aliquote massime dell’IMU, imposte con sprezzo della coerenza politica e personale da chi aveva applaudito l’irresponsabile scelta tremontiana di cancellare l’ICI per tutti. Tutto ciò attuato senza avere uno straccio di idea su come gestire il delicato settore dei tributi, come contrastare l’enorme evasione fiscale, come ristabilire l’equità del prelievo e l’efficienza della riscossione.

L’ignavia di Giannatempo e l’accondiscendenza dei suoi assessori stanno spingendo un’inconsapevole ed incolpevole città nel baratro del dissesto finanziario, da cui deriverebbero solo danni ai cittadini e la ben magra consolazione che nessuno degli attuali amministratori potrebbe ricandidarsi.

Cerignola e i cerignolani hanno il diritto di conoscere in quale condizione versino le finanze comunali, se e come il Comune sia in grado di assolvere i suoi compiti istituzionali, quali misure straordinarie si intendono adottare per risanare il bilancio e riattivare i servizi.

E’ urgente la convocazione di un Consiglio comunale straordinario e monotematico su questi temi – conclude Rino Pezzano – così da consentire ai rappresentanti dei cittadini di assumere piena consapevolezza della situazione ed offrire ai consiglieri di maggioranza l’opportunità di decidere in piena coscienza se continuare a garantire sostegno all’Amministrazione o favorire la chiusura anticipata di questa fallimentare esperienza di governo”.

15 COMMENTI

  1. Ma quando c’era Valentino, questo signore si ricorda cosa hanno combinato?? E parla e parla e parla, lascia perdere giovanotto, perdi solo tempo e fiato.
    Peccato che non è possibile attraverso una Legge far amministrare i soli vincitori, privandoci delle forze di opposizione che non servono nella maggiore dei casi a nulla.
    Io credo che l’unica vera opposizione sarebbe il Popolo, purtroppo una bella realtà la si trasforma in demagogia.Riuscite ad immaginare a livello Nazionale, quanti miliardi di euro riusciremmo a risparmiare??? Lasciamo perdere.
    A VOI SIGNORI dell’OPPOSIZIONE, pensate che siete completamente fuori dalle responsabilità , per quanto riguarda lo scandalo Gema?? E non solo!!! Sapete che avete anche voi il compito di VIGILARE??? Lo Sapete che siete anche voi in un certo senso colpevoli di quello che è successo??
    Ritengo che parlate troppo, il problema è, che siete tutti uguali.
    Meno male, che in tutto, c’è un inizio, e c’è una FINE.
    Saluti a tutti.

  2. UAGLIU’ SCIOTAVEEEEEEEEEEEEEENNNNNNNNNN!!!!!!!!!!!!!

    FRANGO’ DAAAAAAAAAAAAAAAAALLLLLLLLLLLLLL!!!!!!!!!!

    AI PROSSM LA MA CCEEEEEEEEEDDDDDDDDDDDD!!!!!

    voi siete figli di quelli che ci fanno vedere solo le stelle!!!!!

    NOI siamo figli delle CICOGNE!!!!!!!!!!!!!!

  3. Grazie alla incompetenza, all’ignoranza e all’ arroganza, che alberga in tutti voi, destra-sinistra tutti, una volta si diceva Cerignola sta morendo, bè debbo dire con un grosso magone, che Cerignola è MORTA.
    Vi manderei tutti nelle celle di ALCATRAZ.
    Ma con tutto il CUORE.

  4. Ma Tonti, CAMB!!!!!!!!!! Vedo che parla sempre Pezzano, ca non è capet da oddò ssot!!! Mà!!!!
    Ancora non li estinguono a questi qua???

  5. E’ solo l’inizio di una lunga agonia che porterá il ns. paese ancora piú in basso.
    L’incapacitá della classe politica locale é sotto gli occhi di tutti. L’attuale Sindaco dovrebbe tornare subito a fare il medico a tempo pieno, sará pure una brava persona ma non è capace di amministrare Cerignola.
    La veritá e che se continua cosí sará difficile trovare candidati suicidi per le prossime elezioni, a parte i soliti politici di professione.

  6. Rino Pezzano? E chi e’?. Il depositario di ogni verità’. Ma fa ancora il consigliere. Alla Provincia? Mai sentita una sua iniziativa. Ed ora vuole impartire lezioni. Ma mi faccia il piacere………
    Con Valentino cosa ha fatto? Nulla più nulla.

  7. Ancora su Gema? E basta. Ognuno ci dice la propria verità’. E’ come quando ognuno vuole dare la formazione migliore per la nazionale. Ci sono due procure che indagano. Non sentenziate se non conoscete esattamente nulla. Dovete solo vergognarvi quando parlate solo per apparire perché diversamente siete scatole vuote. Andate a casa non siete capaci.

  8. chiammatm a GREEEELLLL……QUE SO TUTT UGUOL…
    DESTR…E…SNESTR……
    QUE MAN.GEMA…..A …DE…CUCCHIOR….E ..QUATT….FERCENNNN….

  9. Finitela di dire sempre chiacchiere inutili, tanto il Popolo Cerignolano, ha capito tutto.
    Avete offeso x 40 anni Cerignola.

    SIETE LA VERGOGNA DELLE VERGOGNE.

  10. Pezzano Candidati a Sindaco e facci vedere le cose belle, un sindaco giovane alla Renzi, non rottamatore ma RINNOVATORE…..
    P.s Mi raccomando alla sicurezza come assessore mettiamoci uno in gamba che riesca a xxxxxxxxxxxxxxxx
    🙂

    FORZA PEZZANO

  11. PER xxxxxxx RIGUARDO LA ROTTURA DEI GIOCHI NELLA VILA.

    Secondo me, xxxxxxxx, confonde la funzione di consigliere di maggioranza con la funzione di opinionista ed informatore che spetterebbe ai giornalisti. quindi, il consigliere dovrebbe prendere provvedimenti e risolvere le questioni.
    Dice che lui e xxxxxxxx, hanno speso per comprare i giochi nuovi; ma non ci vuole un c…o a spendere.

Comments are closed.