La I Sagra dell’Olio extravergine di oliva di Cerignola si terrà dalle ore 19:00 di sabato 17/11/2012 in Piazza del Cinquecentenario della Battaglia di Cerignola.
L’evento inaugurativo celebra l’inizio della raccolta delle olive per quest’anno nel territorio di Cerignola e nelle aree limitrofe per cui la manifestazione è un’occasione per riavvicinare i produttori locali, i frantoi di molitura, gli agricoltori e tutte le famiglie a riscoprire le tradizioni nascoste della raccolta delle olive e delle usanze di un passato inserite in un contesto agricolo moderno, meccanizzato ed evoluto.
Tutti gli invitati potranno riscoprire le sensazioni, i sapori e i profumi che inebriavano le strade antiche di Cerignola durante l’epoca di raccolta ma sarà anche l’occasione per confrontarsi con le nuove tecnologie di raccolta, impianti di molitura moderni (mini-frantoi, sistema di molitura a freddo, gramolatura sottovuoto, etc.) e per ascoltare commenti e pareri sulla situazione economica e politica del mercato oleario da parte di alcuni esponenti della politica agricola di Cerignola.
La sagra organizzata dal Consigliere Comunale di Cerignola, Salvatore Morano, e dal dirigente dell’Agenzia dell’Agricoltura, Michele Specchio, avrà come ospiti il Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, associazioni di categoria e chef di riconoscimento internazionale che proporranno piatti tipici della tradizione culinaria della Città di Cerignola.
L’organizzazione dell’evento offrirà degustazioni di olio extravergine d’oliva, molito in diretta grazie ad impianti di mini-frantoio, il tutto accompagnato dalla musica del passato e da un’atmosfera coinvolgente. Inoltre sarà prevista un’esposizione di macchine agrarie e attrezzi per la raccolta delle olive come bracci scuotitori, teloni ad ombrelli e tanti altri prodotti enogastronomici.

11 COMMENTI

  1. Organizzazione dell’evento …..meno di zero. Una sagra del genere avrebbe dovuto avere il massimo riscontro come diffusione pubblicitaria ed invece niente di niente o almeno io non ho visto nessuna locandina, nessun cartellone pubblicitario, nessuna macchina in giro. Queste cose vanno organizzate bene se volete un seguito e soprattutto se volete aiutare l’economia agricola e far arrivare gente da fuori….. Buona fortuna

  2. vedi ciccilo ste cose servono per far divertire un po’ le persone di quel quartiere, sai poi un domani li ci si ritorna chiedere voti.
    l olio e’ una scusa anche perche li l’olio mi dici cosa centra?
    e solo che devono portare i cantanti napoletani, 4 zurrate e poi tutti contenti, ma ce lo vedete a Morano a parlare in piazza duomo o in zona convento?

  3. Stai screditando i residenti del quartiere. che avranno mai i residenti dei quartieri da te citati di più di quelli dove si svolgerà la sagra? Io sono cresciuta a pizzo carrozza, ma non mi sento di meno a nessuno.

  4. UNA INIZIATIVA CHE MERITAVA ATTENZIONE E RISPETTO DA PARTE DELLE ISTITUZIONI PREPOSTE ALLA CULTURA. A SUO TEMPO CONTRIBUII A FORMULARE UNA PROPOSTA TENDENTE A PORTARE IN PIAZZA UNA SAGRA, DOVE VENIVA MOSTRATO LA FILIERA PRODUTTIVA DELL’OLIO, PARTENDO CHIARAMENTE DALL’ULIVO, DALLE MACCHI D’EPOCA CHE PROVVEDEVANO ALLA MOLITURA DELLE STESSE, ALLA SPREMITURA DELLA PASTA ETC. ETC. AVVALENDOSI DI TESTIMONIANZE FOTOGRAFICHE O ATTREZZI D’EPOCA, CON LE VARIE FASI EVOLUTIVE, DETTATE DAL PROGRESSO FINO AI GIORNI NOSTRI. LA RISPOSTA UFFICIALE OTTENUTA: CI STIAMO GIA’ PENSANDO NOI!

  5. Che bello veder organizzare sagre di questo tipo!
    Complimenti agli “organizzatori” che sanno inventarsi qualcosa per poter sbarcare il lunario in una situazione come questa.
    E poi, che dobbiamo dire?
    Che le casse comunali sono quasi in default?
    Però, per queste evenienze, i soldi ci sono!
    Andate un pò in campagna, rendetevi conto dei prezzi dei prodotti agricoli, rendetevi conto della situazione economica cittadina.
    Che cavolo serve, organizzare le sagre?
    Poi, quando sono i politici ad organizzarle, tutto lascia intendere.
    La sagra dell’olio non serve “a una mazza”.
    Andate a prendere per i fondelli qualcun altro.

    • Michele Cirulli “lettore” sai cosa ti consiglio ?
      Quando ci sarà “la sagra dell’olio” tu invece di andarci……. stai a casa….. !!!!!!!!

  6. ma lasciateli morire nel nulla a sti 4 depressi di cerignolani , ma possibile che tutto quello che si fa non è buono, se si fa non si deve fare, se non si fa si deve fare ma che c….o volete se i tempi che corrono sono questi, ma andate a morì ammazzati (TUTTO QUESTO URLATO)

  7. pensando bene tutti i grandi eventi sono nati da piccole iniziative poi dive. complimenti sinceri . il nostro territorio ha bisogno di voi ragazzi non mollate .

Comments are closed.