L’installazione di un nuovo ripetitore “per soddisfare al meglio le esigenze dei telespettatori residenti nella nostra zona, dove la ricezione del segnale del digitale terrestre è stata decisamente problematica, cosa che ha privato tante persone della possibilità di guardare come si deve i programmi televisivi”. E’ la richiesta arrivata oggi dall’assessore ai Servizi Sociali, Rosario Spione, ai dirigenti di Rai Way presenti al riuscito seminario sul digitale terrestre, svoltosi in mattinata nella Sala Consiliare del Palazzo di Città di Cerignola. Un incontro che è stato l’ occasione per discutere dei tanti disservizi patiti dagli utenti nella fase dello switch-off in Puglia, il processo di passaggio dalla televisione analogica alla televisione digitale che nella nostra regione terminerà all’inizio di dicembre e che è stato sotto molti aspetti fallimentare, in particolar modo in Capitanata, dove nelle case di tantissimi cittadini il segnale improvvisamente è sparito nel bel mezzo di qualche evento di notevole importanza capace di calamitare l’attenzione di un gran numero di persone, come evidenziato durante gli Europei di calcio o le Olimpiadi di Londra. Al seminario hanno preso parte, oltre allo stesso Spione, il presidente del Co.re.com Puglia, Felice Blasi; i referenti del Co.re.com, Martino Triggiani e Alessandro Lofano; alcuni importanti dirigenti di Rai Way come Ferdinando Andreatta, responsabile zone territoriali d’Italia;  Carmen Fiotti, della Direzione generale controllo qualità, Matteo Tibberio, responsabile della zona territoriale Puglia Rai Way; Carlo Cardano e Savino Castrigno, dell’ Ispettorato territoriale delle Comunicazioni per il Ministero dello Sviluppo economico;  il Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo; rappresentanti di altri comuni danneggiati dallo stesso problema come il Sindaco di Minervino Murge, Mario Gennaro Superbo e il consigliere comunale Donato Renna; l’assessore agli Affari Generali del Comune di Deliceto, Stefano Ieffa; e ancora Andrea Cardinale, direttore dell’Istituto Pugliese per il Consumo; ed Antonio Abbattista, segretario regionale della Cna per Unione Impianti, oltre a diversi antennisti locali..

“Chiedo ai dirigenti di Rai Way qui presenti di farsi portavoce di questa nostra istanza presso i vertici della Rai – ha detto l’assessore Spione-: Mi rendo conto degli oneri finanziari che un’operazione di questo tipo comporterebbe per l’Azienda, ma sarebbe un gesto di grande responsabilità da parte della Rai stessa”.

Una mattinata nella quale sono state sviscerate tutte le possibili cause dei fenomeni verificatisi negli scorsi mesi: tra queste, ha rilevato Savino Castrigno, dell’ Ispettorato territoriale delle Comunicazioni per il Ministero dello Sviluppo economico, che ha condotto più di un sopralluogo a Cerignola in estate, “possono figurare casi di interferenze nella ricezione del segnale, problemi di propagazione o anche di doppia ricezione del segnale. Bisognerebbe intervenire nel momento stesso in cui si verificano queste situazioni, cosa che non è sempre facile fare, come si evince chiaramente”.

Si è detto, in numerose occasioni, della necessità di orientare in modo diverso le antenne per avere una migliore ricezione. Cosa che in diversi comuni gli antennisti, di fronte al ripetersi dei disservizi, hanno fatto. “In molti casi, però – ha sottolineato Andrea Cardinale, direttore dell’Istituto Pugliese per il Consumo – gli antennisti hanno rilevato l’assenza di problemi particolari negli impianti. A un certo punto ci si è trovati a vivere situazioni assolutamente paradossali, con Rai Way, da un lato, che diceva che per quanto la riguardava era tutto a posto, additando le antenne come la causa del male, e gli antennisti dall’altro che smentivano tale affermazione”. Un problema che tocca da vcino proprio il nostro comune, dove, secondo lo stesso Castrigno, il 90% degli impianti “ sono assolutamente deficitari o non fatti a regola d’arte”.

Tra le possibili strategie delineate per uscire da questa situazione, l’installazione di una grande antenna di ricezione su una struttura pubblica, montata con tutti i crismi. “Potrebbe fare da punto di riferimento per tutti gli antennisti locali – ha detto Rosario Spione -. In questo modo si potrebbe comprendere meglio la natura di eventuali disservizi, proprio grazie alla comparazione tra i diversi modelli di installazione degli impianti ed il relativo costante monitoraggio della ricezione”.

La speranza di tutti è naturalmente che i disagi si attenuino sempre più fino a sparire del tutto. Il livello dei relatori e la qualità dei contenuti hanno fatto di quello di oggi un incontro decisamente proficuo, utile a capire meglio di cosa si stia parlando, come ha rimarcato, oltre agli altri partecipanti, anche Felice Blasi, presidente del Co.re.com Puglia: “E’ una delle riunioni che stiamo organizzando nei comuni e nelle zone danneggiate dalla cattiva ricezione del segnale del digitale per cercare di coinvolgere le popolazioni, che dobbiamo assolutamente tutelare nell’esercizio di un diritto importante”.

15 COMMENTI

  1. Il problema c’è! Chi lo risolverà e quando..???Campa cavallo che l’erba cresce!!!

  2. Mò per 3 anni circa sentiremo parlare l’Assessore Spione solo ed eslusivamente del digitale, del ripetitore, e senza concludere nulla.
    Scommettiamo???
    Ogni tanto cambieranno solo la sua foto!!!

    CIAVèT CùT.

    Vedete di rimettere a posto, quello che era già nostro, e lasciate perdere la Politica, fatelo per il bene di questo Paese, che veramente non merita tutti stì SFREGI, la politica fatela fare a chi se ne intende veramente.

    Avvocato preparati!! Non se ne può piùùùùùùùùù!!!!!!!!!!!

  3. Il PD a Cerignola ha ancora 1450 voti!!

    Il PDL forse una decina in più!!!

    Avvocato Metta alle prossime si fà il PIENO, e a ZERO EURI!!!

    E’ solo questione di tempo, avvocà non allearti con nessuno, fatti una attenta selezione di persone in gamba veramente e dàl sèmb.

    • E’ la richiesta arrivata oggi dall’assessore ai Servizi Sociali, Rosario Spione, ai dirigenti di Rai Way presenti al “RIUSCITO” seminario sul digitale terrestre, svoltosi in mattinata nella Sala Consiliare del Palazzo di Città di Cerignola.
      A QUESTI QUANDO RIESCE QUALCOSA A QUALCUNO, CHE SIA PD, CHE SIA UDC , CHE SIA PDL , GLI VA PROPRIO LI'(si può dire Redazione?)

  4. avete rimosso una protesta civile e legale VERGOGNATEVI…
    NON VEDIAMO PIU’ LA TV DAI TEMPI DEGLI EUROPEI???
    NON PAGHIAMO IL CANONE………….SEMPLICE.

  5. Ho chiamato l’antennista medio poi quello super bravo,poi ho comprato l’antenna nuova,poi i televisori nuovi ma il segnale è sempre mediocre.
    Con tutto quello che ho speso il ripetitore nuovo l’avrei potuto comprare io.
    IL vero motivo del malfunzionamento del digitale a Cerignola,lo so io;Ci sono nel nostro paese diversi soggetti,che hanno le corna così lunghe che creano interferenze.

    saluti

  6. la verità è che berlusconi ci ha rifilato una patacca propinandoci per nuovo un sistema vecchio e per giunta di seconda mano. Il digitale terreste va in conflitto da solo con gli stessi ripetitori rai in quanto, non trasmettono tutti sullo stesso canale. Grazie berlusconi che ci hai regalato cotanto bidone e ci fai pagare mediaset premium per vedere a scatti le partite. La cosa che mi rode, e non poco, è che come al solito fai il figo con il culo degli altri. Volevi pure delle frequenze a gratis e che per un pelo non sei riuscito ad accaparrarti. Oggi per ringraziarci del bidone che ci hai rifilato ci sostituisci la belen con la minetti a colorado.

    • sei un gossippista di buona fattura nino, hai fatto una disamina del miglio Signorini, complimenti ing.

    • sono daccordo con te ingegnere ci hanno derubato per l’ennesima volta, ma credimi io mi preoccupereri piu’ del fatto che a breve non riusciremo neanche piu’ ad accenderlo il televisore in quanto nn saremo piu’ in grado di poter pagare di pagare non il canone o le tessre a pagamento ma bensi’ la bolletta dell’enel.

  7. volete sapere perchè verso sera non si vede??’perchè si saturano le FREQUENZE in contrasto con lumidità della notte,un problema che loro conoscono e fanno gli gnorri…ho un impianto di ultima generazione,ho girato e rigirato l’antenna verso foggia,gargano,bari,canosa,verso MARTE NIND DA FE’…
    NON FATEVI PIU’ FREGARE SOLDI TANTO IL PROBLEMA SE NON LO RISOLVONO LORO AIVOGLIA A SPENDERE SARA SEMPRE UGUALE….io proporrei che con i soldi del canone ci sistemiamo le antenne,e una proposta onesta no???? tanto tra meno di un anno,se ci dobbiamo allineare all’europa dobbiamo passare al DGT2
    digitale terreste 2 con nuove frequenze perchè queste non saranno più buone….E SIAMO PUNTO E A CAPO CAPITE COME CI FREGANO I SOLDI STI LADRI???? bisogna cambiare tutta l’antenna perchè questa attuale non sara più buona FIDATEVI E RISPARMIATE….vogliono prima ripulire i magazzini pieni di digitali che non vanno più a nostre spese,e poi ci proporranno le nuove frequenze.sapete quanta povera gente queste cose non le sa????? CON BUONA PACE DEGLI ANTENNISTI CHE STRALAVORANO,E MENTRE I MAGAZZINI DELLE GRANDI DISTRIBUZIONI VENGONO SVUOTATI,VENGONO SVUOTATE ANCHE LE NOSTRE TASCHE .buonaserata a tutti…

  8. oggi 4 dicembre hanno oscurato completamente i canali rete4 canale5 e italia1 provvisorio e adesso .i canali temporanei non esistono e se arriva il segnale non si vede una cavolo …… ass.spione si dia una mossa per piacere .auguri di buon natale….

Comments are closed.