Riceviamo e pubblichiamo una nota giunta in redazione a firma Gianni Ruocco, sull’ennesima rapina perpetrata ai danni di una farmacia. Ruocco cita anche un altro episodio avvenuto pochi giorni fa ai danni di un diverso esercizio, esprimendo lo sdegno e lo sconforto per una situazione ormai insostenibile. Di seguito il documento integrale.

In due settimane notissimi malviventi (ci sono le immagini che li ritraggono anche a volto scoperto) rapinano indisturbati le farmacie della nostra città. Oggi è toccato ancora una volta alla farmacia Ruocco in via don Minzoni dove lo stesso duo che si era esibito con successo il 21 novembre, con la stessa tecnica e la stessa sfrontata sicurezza aggredisce l’inerme personale femminile della farmacia terrorizza i clienti e fugge via con il bottino incurante di agire in pieno giorno ed in una delle zone più popolate della città. Solo pochi giorni fa stessa sorte è toccata alla farmacia Danile, poche centinaia di metri più in là…domani a chi toccherà?

Si accettano scommesse in questo nefando gioco del Monopoli cittadino dove due balordi riescono a tenere in scacco Carabinieri e Polizia, Guardia di Finanza e agenti in borghese dell’anticrimine (dei vigili urbani neanche l’ombra) in un gioco nefando in cui l’aggressione a mano armata (un coltellaccio da cucina è un’arma se brandito alla gola di un’inerme cittadina) non è più un reato grave ma solo un “possibile probabile inciampo giornaliero” in questa giungla che si chiama Cerignola. Giungla per non chiamarla “fogna” questa nostra povera città dove alcuni ratti vigliacchi e spudorati tengono in scacco un’intera comunità nella quale chi vede, chi assiste gira sempre lo sguardo dall’altra parte sperando di non essere anche lui vittima del lerciume cittadino che invece ormai ci avviluppa tutti, nessuno escluso.

E per domani che contiamo di fare…? Nulla, non farà nulla il nostro Sindaco, non farà nulla il nostro Prefetto, non farà nulla il Questore, non faranno nulla i Magistrati…faranno solo ciò che potranno i pochi uomini delle forze dell’ordine che, per poche centinaia di euro, senza mezzi e senza entusiasmo continueranno a pattugliare ciò che possono immersi sino al collo in questa palude fangosa e  maleodorante che si chiama Cerignola.

Gianni Ruocco farmacista

21 COMMENTI

  1. Comprendo l’amico Gianni e gli esprimo tutta la mia solidarietà per quanto accaduto.
    E’ davvero un peccato vedere la nostra città che scivola inesorabilmente verso l’inciviltà, verso l’illegalità, verso l’invivibilità.
    Verso il pericolo quotidiano, il rischio ricorrente, verso una continua e inaccettabile assuefazione al peggio.
    E’ davvero un peccato che una (possibile) splendida città come la nostra appena 60 anni fa fosse la città di Di Vittorio, una città simbolo in Italia del lavoro e della difesa dei diritti dei lavoratori.
    Oggi resta poco di tanta immensa eredità. Oggi Cerignola è solo nota per ben altri motivi e ben altre notizie. Oggi chi ama questa città esprime con altrettanta forza e rumore il suo disagio a viverla così com’è adesso.
    Pietro Ruocco.
    Cittadino di Cerignola stanco. Deluso. Arrabbiato.

  2. Basta. Non ne possiamo piu.
    Cerignola dovrebbe lamentatsi.
    Dice il dottor Ruocco :oggi e toccato a me, domani a chi tocchera’. Io spero a qualche politico, cosi vediamo se alzano il c..o dalla poltrona.

  3. Cerignola è in totale stato di abbandono. L’acuirsi di questi atti delinquenziali, a mio avviso, è la logica conseguenza anche di assenza di politica locale che dura da troppo tempo. Nel tentativo di porre argine a questi fenomeni, a mio avviso, sarebbe opportuno che il Sindaco Giannatempo si attivasse a convocare un incontro con le Forze dell’ordine locali per mettere su una vera strategia di lotta. Non ho intenzione di voler difendere gli agenti di Polizia Municipale a tutti i costi: posso affermare che il compito precipuo degli stessi non è quello di fare la lotta alla delinquenza, bensì di addetti al servizio di viabilità e compiti amministrativi attinenti l’Ente Locale.

  4. Se non si cambiano le Leggi, si perde solo tempo.
    Attenzione, che non è detto che cambi del tutto qualcosa, secondo me ci vogliono le mazzate forti ma veramente forti, da spezzargli le ossa, e poi mostrarli in piazza Duomo in una bella gabbia.
    Sono convinto che l’Amministrazione Comunale, incasserebbe qualche soldino, se li mettesse esposti da qualche parte, ben conciati, con visita del pubblico a pagamento.
    Si proprio come fanno al Circo, che mettono esposti determinati animali.

  5. Ma se questi escrementi vengono presi,quanti giorni di galera si farebbero grazie anche a tutti i cavilli che i nostri ottimi avvocati penalisti riescono a trovare?? Se invece marcissero per svariati anni in qualche carcere lontano 1000 km da Cerignola…qualcuno ci penserebbe molte volte..prima di procedere al delitto!!! Se poi a tutto ciò aggiungiamo un’ amministrazione che non mette in moto la videosorveglianza e soprattutto ha perso il senso dell’amministrare..questo è il risultato…RIBELLIAMOCI Tutti sotto il Comune per protestare a questo degrado colpa anche in parte di chi fa finta di amministrare::::VERGOGNA!!!

  6. Oggi si accorgono i sigg Gianni e pietro Ruocco dello stato di degrado della città, delle rapine e di tutto il resto? E prem addo stevn? È stata fatta lesa maestà… Posso garantire che già da molto tempo conoscevamo questo stato di cose, non c’erano bisogno delle rapine ai farmacisti per scandalizzarci. Ci scandalizzavamo anche quando rapinavano gli alimentari o i tabacchini…ma sciatavenn

  7. Finiremo come in Brasile, dove hanno i vigilantes anche davanti ai condomini. Oggi ero ad una convention a Bari con tutti i miei colleghi di Puglia e Basilicata, quando sentivano che eravamo di Cerignola, ci guardavano come fossimo alieni.

  8. a ben vedere cerignola a sempre fatto scalpore per questa delinquenza,ma la legge se la si usa bene funziona,he che tutti sappiamo,tutti vediamo,tutti sentiamo,e nessuno fa niente.he non ditemi che i mascalzoni di cerignola non si conoscono!!!!..he che troppe volte si scende ha compromessi per non avere problemi,perchè in questo paese si parla troppo,ma…..gli attributi mancano sopratutto a chi dovrebbe vigilare……..
    p.s. in questi giorni in viale rusvelt si e vista la solita pagliacciata,di chi dovrebbe far rispettare la legge,fermando,e controllando bravi ragazzi,compreso me con la divisa da lavoro piena di polvere,mentre sfrecciavano i classici coglioni che conosciamo,senza che la nostra legge muovesse un dito VERGOGNATEVI….ISTITUZIONI ma il capitano dei vigili a cerignola ci sta?????? boohhoo……

  9. Solidarieta’ per il farmacista. Di questo passo dove andremo a finire. Ma noi tutti abbiamo una possibilita’. Cominciamo a fare una bella sfilata di protesta. Se non ci pensiamo da noi, se non facciamo sentire la ns forza tutti insieme non avremo altra possibilita’ che aspettare il nostro turno e farci rapinare. E intanto aivoglia ad aspettare la nostra amministrazione.

  10. peccato, cerignola merita ben altro, mi dispiace come stiano finendo le cose e spero di andarmene presto da questa città; questa non è vita.

  11. Ci vogliono le TELECAMEREEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ci vogliono le BOTTEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ci vuole collaborazione dei CITTADINIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Ci vuole un cambio radicale della POLITICA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Abbiamo bisogno di veri IMPRENDITORIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • questo sig. su la testa, parla di cambiamento radicale della politica, ma cosa vuoi dire , non ti spieghi, fatti capire , a chi dobbiamo rivolgerci , agli amici tuoi, ma fammi il piacere, sei equivoco SPIEGATI MEGLIO

  12. filippo ci vediamo il 21 a mezzanotte brinderemo per l’inizio di un nuovo mondo,però speriamo sia migliore di questo………..

  13. voglio sapere chi ha votato per la seconda volta quel nano di giannatempo?? ma se sanno tutti che non è buono nel fare il medico come potrebbe mai pensare di fare il sindaco?? io non vivo più a cerignola già da qualche tempo, sono un tipo che viaggia in tutto il mondo,e nel mio ultimo viaggio ho scoperto che la criminalità newyorkese degli inizi del ‘900 è stata combattuta da un signore cerignolano di nome fiorello laguardia, NY una metropoli con milioni di abitanti con un altissimo livello di criminalità è stata cambiata da un uomo che veniva da una città che dopo pochi anni si trova ad essere una piccola città con milioni di criminali. spero che esista un fiorello laguardi del nuovo secolo che possa cambiare questa città. l’unica cosa che mi sento di dirvi è PREGATE, perchè solo un miracolo può salvare cerignola. un abbraccio solidale all’amico Gianni.

  14. non è facile combattere il marciume che abbiamo a Cerignola, primo perchè non abbiamo una legge come quella che c’era ai primo del 900 in america, infatti con le leggi italiane il grande fiorello laguardia avrebbe fatto ben poco, e secondo che con la mentalità che abbiamo a Cerignola ci si sente più orgogliosi avere amici delinquenti che amici come fiorello laguardia. Spero che le cose cambino emi unisco all’abbraccio solidale a Gianni

  15. Rispondo ad “occhio”

    Egregio signore, sono totalmente d’accordo con lei. Sarebbe opportuno modificare le leggi che attengono la miscro delinquenza , renderle più severe per ridurre il fenomeno delle rapine in generale. Per poter ottenere ciò, occorrono anni di iter legislativo. Fintanto che qualcuno si decida eventualmente a promuovere una simile iniziativa, non le pare che sarebbe opportuno iniziare a spezzare le gambe a partire dai politici?

    Rispondo all’anonimo “occhio”

    Egregio signore, sono totalmente d’accordo con lei: se non si cambiano le leggi si perde solo tempo. Ma secondo lei, chi sarebbero i parlamentari che le dovrebbero cambiare o modificare?

  16. Rispondo all’anonimo “occhio”

    Egregio signore, sono totalmente d’accordo con lei: se son si cambiano le leggi si perde solo tempo. Ma secondo lei, chi sarebbero i parlamentari che le dovrebbero cambiare o modificare?

  17. Rispondo all’anonimo “disgusto”.

    Condivido la necessità di un corteo di protesta contro questi fenomeni delinquenziali. Secondo lei chi lo dovrebbe organizzare? Secondo me, spetterebbe alle associazioni di categoria o in caso di loro indisponibilità da un movimento politico civico sensibile al problema.

  18. LEGGE, ECONOMIA, SCUOLA
    Le leggi penali sono inadeguate per svariati motivi che gli addetti ai lavori sanno benissimo. Il problema è che i molti politici disonesti ( votati dai cittadini più o meno complici o sprovveduti!) hanno bisogno di queste leggi inefficienti e mai le cambieranno.
    Altro problema è la mancanza di lavoro che nel nostro territorio potrebbe essere parzialmente risolto nel valorizzare la nostra risorsa principale che è l’agricoltura (uno dei piu estesi territori agricoli italiani). C’è questa volontà? Pare di no!
    Vogliamo sperare nelle nuove generazioni? La Scuola a Cerignola funziona? Prepara oltre che professionalmente anche dal punto di vista civico?
    Ben vengano discussioni serie in rete, sui giornali o in pubblici dibattiti. Ho paura che la strada da percorrere sia però molto lunga.
    Speriamo bene!!

Comments are closed.