sia_discaricaPer un mese Sia lavorerà su Foggia. Si conclude (parzialmente) così una vicenda lunga e dolorosa che ha coinvolto in un duro braccio di ferro lavoratori, curatela fallimentare e istituzioni. Dalla mezzanotte di oggi quindi i 355 lavoratori di Amica e Dauniambiente, sono licenziati. Infatti, dopo il rifiuto, da parte di questi ultimi, dell’accordo con Amiu, bocciato nel referendum interno tenutosi ieri, che prevedeva un taglio temporaneo in busta paga per tutti a fronte di una decurtazione del monte ore, il Prefetto di Foggia Luisa Latella ha assunto la linea dura. Nulla da fare per i lavoratori e intanto, in attesa dell’arrivo (non indolore) il 14 gennaio di Amiu, gestirà temporaneamente la raccolta, a fronte di un congruo compenso, la Sia di Cerignola. E’ giusto specificare che i rifiuti non verranno a Cerignola. Solo i lavoratori dell’azienda ofantina presteranno la propria opera a Foggia in orari extra.

elena_gentile_pd

Ora Amiu potrà assumere chi vuole Il reale problema a cui sono andati incontro (con la bocciatura dell’accordo) i lavoratori delle aziende foggiane è uno solo: ora non sarà più per Amiu un servizio in prosecuzione, ma sarà appunto l’azienda barese a decidere quanti e quali lavoratori serviranno. Si ripartirà da capo, con un nuovo contratto, senza alcun obbligo per Amiu.

Quali benefici per Cerignola? Lavoro extra per gli operatori Sia e denaro liquido. Cerignola dal vertice urgente tra Mongelli, curatela fallimentare e gli assessori regionali Nicastro e Gentile prende il meglio. Con l’opzione ‘sicura’ di un eventuale nuovo aiuto, alle medesime condizioni, qualora Amiu o la curatela fallimentare lo chiedessero. Già domani si potrebbe firmare l’accordo tra i Sindaci.

15 COMMENTI

  1. ma quanto siamo bravi, lavoro , soldi liquidi ..quanta solidarietà siamo sempre i primi x l’ immondizia … prima raccogliamo l ‘immondizia da Napoli ora da Foggia .. quelli non pagano… tutto un BUSSINES … tutti in discarica politici…

  2. AH se stessimo più attenti di notte.

    Secondo me , qualcosa di losco succede, si la notte.

    La notte no quella che fa riferimento alla canzone di Adamo, quella ci fà impazzir,

    La notte dei Luridi senza coscienze, quella dove ci avvelenano le falde acquifere, e che ci portano lentamente alla MORTE.

    Occhio G.F., è un mio dubbio, lo voglio precisare.

  3. sinceramente il mio pensiero va a quei lavoratori che sono stati licenziati…! Questo e’ il regalo di natale che hanno fatto gli amministratori.

  4. Caro Giuseppe, il regalo, semmai, glielo hanno i sindacati “costringendoli” a non firmare l’ accordo,che prevedeva una piccola decurtazione dello stipendio e demansionamento per chi ricopriva mansioni amministritative. Cosa ci guadagnerà la nostra città da questa operazione?? Altra immondizia!

  5. MOLTO probabilmente…trattasi di un CLONE-ZOMBI di Taranto = sistema IMPUNITO ( e PERCIO’…”CONTINUATO”) di MALversazione- SPRECHI-RUBERIE-clientelismi partitici- RICATTI—>DOLORI per TUTTE-I le CITTADINE-I….. = CONDIVIDO il COCNRETO TIMORE per “la notte-BUOIO-avVELENAmenti e per la “PROVVISORIETA'” che …DURERA”….= VIAAAAA TUTTI gli irresponsabili e SEQUESTRO-CONFISCA per i RISARCIMENTI

  6. Mosè ma le magliette a maniche corte stanno tutte a lavare? Non si capisce niente nel tuo messaggio spiega !

  7. ke giro de denaro co stà sia….menomale ke è monnezza!!!
    x mosè:ma sta scrittura mista do c….o la compri.ahahah

  8. Scusate ma i soldi per la SIA ci sono, addirittura in forma liquida, ma per i lavoratori foggiani manco in forma gassosa. Sotto c’è qualcosa che puzza, ma non son rifiuti.
    Comunque, se la Sia manterrà “pulita” Foggia così come tiene “pulita” Cerignola allora quei “liquidi” saranno soldi benedetti.

    P.S.
    I Bidoni della raccolta dei rifiuti dei Comuni di Lavello , Melfi , e Venosa, sono tirati a lucido, e nelle vicinaze bisogna mettersi le pattine, tato è la pulizia. Guardate i nostri Bidoni!!!!
    Inoltre ci hanno aumentato la tassa dei rifiuti del 15 % è siamo sempre più sporchi. W Cerignola e W l’Italia

  9. SAPETE SOLO FARE PETTEGOLEZZI A RIGUARDO DELLA S.I.A. E PER GLI OPERAI CHE CI LAVORANO,PERCHè INVECE NON INIZIATE A COLLABORARE SPORCANDO DI MENO E NON BUTTARE LE BUSTE DELL’IMMONDIZIA PER TERRA QUANDO I CASSONETTI SONO VUOTI, SI VEDE CHE I CITTADINI DEI COMUNI CHE AI CITATO SONO PIù CIVILI DI NOI.RITORNANDO AI RIFIUTI DI FOGGIA ,COME POTRà SMALTIRE I RIFIUTI DI FOGGIA LA S.I.A. QUANDO CON I MEZZI CHE SI RITROVA RIESCE A STENTO A SCARICARE I CASSONETTI DEL SUO COMUNE?

  10. I casi sono due o ci hanno gratificato di questo impegno, in quanto a disobbedire agli impegni siamo primi in Italia, oppure ci hanno voluto favorire in quanto siamo abitanti di una cittadina di rifiuti.
    E’ chiara la mia provocazione, ma molto meno chiaro è il coinvolgimento di “Assessori Regionali” che vengono chiamati in causa, senza che abbiano fatto un gesto per “sanare” il contenzioso con il Comune di Foggia, che aveva in carico gli impegni assunti con i lavoratori dell’azienda Amica. La “nostra” SIA senza soldi, nè mezzi, con operatori “colletti bianchi”, che già fanno un servizio nella nostra città: discutibile, sono chiamati a questo “deprecabile” compito, forse perchè abbiamo la possibilità di stivare la monnezza???? Quindi in conclusione il Prefetto ha visto giusto!!!!!!

Comments are closed.