confcommercio-nuovoPubblichiamo di seguito una nota stampa della Cofcommercio Cerignola, nella quale si esprime vicinanza alle attività commerciali, in particolare ai farmacisti, che nei giorni scorsi hanno subito rapine in sequenza. Ecco il documento completo.

La Confcommercio di Cerignola è vicina a quegli esercizi, maggiormente se di servizio, che in questi giorni hanno subito il vile attacco della criminalità organizzata. La sequenza di rapine subite in particolare da alcune farmacie negli ultimi giorni, siamo certi non piegherà cittadini, commercianti e imprenditori di Cerignola, che pur in momenti di crisi, instancabilmente provano a reagire non solo alle contingenze economiche, ma anche all’emergenza sicurezza dilagante. Da subito ci impegniamo ad essere al fianco di chi in questi giorni sta vivendo momenti difficili. Chiediamo alle istituzioni e alle forze dell’ordine un ulteriore necessario sforzo al fine di assicurare alla giustizia coloro che tanto male stanno facendo alla nostra città.

8 COMMENTI

  1. e perche’ in particolare ai farmacisti? e quando venivano rapinate le tabaccherie gli alimentari e i supermercati no?

  2. …se avessimo avuto non una farmacia, ma un tabacchino colpito in 15 giorni per ben tre volte da ignobili ladruncoli senza scrupoli, si sarebbe detto “rapine subite in particolare da alcuni tabacchini…”. Perchè polemizzare sempre sulle parole? Non sarebbe meglio esprimere solidarietà in modo semplice e positivo?
    E poi va detto che già a gennaio di quest’anno ci sono state credo una sequenza di 5/6 rapine a danno dei farmacisti, tanto che ricordo ci fu anche una protesta simbolica nel contingentare gli ingressi dei clienti all’interno delle farmacie.
    La solidarietà è per tutti, e non solo per alcuni, per tutti coloro che “subiscono” la violenza e il sopruso da parte di gente senza scrupoli, pericolosa e dannosa alla nostra società.

  3. Intervento tardivo e poco efficace. Più volte , sull’argomento, ho espresso la mia opinione: meno ipocrisia,più impegno. Associazioni di categoria e forze politiche farebbero concretamente la loro parte se unitariamente, ad esempio, organizzassero una manifestazione con corteo per sensibilizzare sia i cittadini a collaborare, sia le istituzioni a fare di più, nella speranza di arginare il fenomeno delinquenziale.

  4. Il signore non fa polemica,dice la verità..La confcommercio (in particolare quella di Cerignola con il signor Enzo) non ha mai fatto nulla di positivo soprattutto negli ultimi anni..Per questo motivo i suoi componenti sono stati azzerati..Questa non è polemica è realtà!
    Oltre alla solidarietà non va oltre per risolvere il problema o perlomeno per fare qualcosa di utile per coloro che sono a rischio..chiunque dai benzinai,tabaccai,ecc..Se Cerignola è morta commercialmente(le altre città sono in agonia)è anche colpa di queste istituzioni che negli anni non si sono impegnate con i fatti a combattere l’illegalità,dall’abusivismo(extracomiunitari,merce rubata ecc.) alla delinquenza….Chi non ha le capacità,è meglio che si faccia da parte e soprattutto non pensi ai propri interessi,ma a quelli della comunità!
    A buon intenditore poche parole.. BUON NATALE

  5. Vorrei rispondere a (Puliamo il mondo dai ladri) che evidentemente non fa parte della confcommercio e soprattutto di quella di Cerignola, perchè la domanda mi viene spontanea e chiedo, ma tu in questi anni dove stavi? Non hai partecipato a nessuna iniziativa ecco perche parli cosi. Non startene alla finestra a guardare e giudicare perche e l’arte dei sciocchi, fa qualcosa di utile se ne sei capace, scendi in piazza e poi forse potrai giudicare. Buon Natale

  6. Rispondo all’anonimo “io”.

    Egregio Signore, non ho alcuna intenzione di essere l’avvocato difensore dell’ anonimo “ Puliamo il mondo dai ladri”. Però ciò che sento di dirle è che non è giusto offendere un altro lettore-commentatore, specie quando si è coperto dall’anonimato. Accusare una persona senza averne prove certe, e che, tra l’altro, lei nemmeno conosce, io credo, non sia corretto ne dal punto di vista umano, ne tanto meno da quello etico. Io sono convinto che se ci fosse stata una manifestazione il Signore da lei accusato di indifferenza o di incapacità, avrebbe sicuramente partecipato.
    Lo stesso Signore, ha solo espresso le proprie opinioni in riferimento all’articolo, prendendo probabilmente spunto dal mio commento. Tutto questo è legittimo farlo, pur ipotizzando la possibilità di non essere condivisibile il contenuto.
    Concludo dicendo: non litighiamo tra noi, piuttosto, prodighiamoci per cambiare la politica, a partire principalmente da quella locale. E questo può avvenire unendo tutte le persone di sani principi morali.
    Auguro a lei ed alla sua famiglia buon Natale.

Comments are closed.