pedofiliaDi giorno allenatore di calcio, di sera pedofilo web. È quanto scoperto dalla polizia postale di Foggia, coordinata dalla Procura di Bari, che ha arrestato un 28enne (S. M.). L’uomo, utilizzando Facebook e Live Messanger e sotto false identità (anche quella di una donna), convinceva i minori a mostrare parti intime del loro corpo o a compiere atti sessuali che riprendeva e riproduceva su dvd. Con uno di loro, un minore di anni 14, il «porno-film» è diventato anche realtà: dopo aver carpito la sua fiducia lo ha invitato a casa sua per giocare a un videogame, ma poi qui lo ha costretto ad avere rapporti sessuali.

Una squallida vicenda scoperta dalla Polizia Postale di Foggia, coordinata dalla Procura di Bari, che per il Miggiano ha chiesto ed ottenuto dal Gip un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita questa mattina. Miggiano, giovane incensurato, allenatore di una squadra di calcio giovanile dilettantistica, è accusato di produzione e detenzione di materiale pedopornografico, violenza sessuale e corruzione ai danni di una decina di minori di anni 14.

Il 28enne da oltre due anni – stando alle verifiche effettuate sul computer in possesso dell’arrestato – sotto falsi account («Roberta La Neve» o «Miki Morelli») chiedeva l’amicizia a ragazzini e instaurava con loro un dialogo, lì dove si accorgeva che poteva diventare più «piccante», cominciava a formulare richieste di prestazioni erotiche on line o di semplice dimostrazione delle proprie parti intime davanti alla webcam. In cambio prometteva di mandare le proprie: si trattava chiaramente di parti del corpo femminile o altri atti sessuali che recuperava sempre in rete.

Nell’aprile dello scorso anno, però, la denuncia di un genitore di una delle vittime ha messo fine al gioco erotico che, ormai, non era solo virtuale, ma che con alcuni minorenni era diventato reale e minaccioso. Una delle vittime era stato costretto con minacce a tenere nascosto quello che accadeva. I genitori, infatti, avevano scoperto sul pc del proprio figlio 13enne materiale pedopornografico, dove venivano riprodotti video erotici che avevano come protagonista proprio il ragazzo, provenienti sia da Facebook che da Live Messanger.

L’avvio dell’inchiesta ha permesso agli investigatori della Polizia Postale di Foggia di accertare (perquisizioni domiciliari e sequestro del materiale informatico in possesso dell’arrestato) che nella «rete» erano finiti tantissimi minorenni, molti dei quali hanno collaborato attivamente all’indagine che oggi ha spalancato le porte del carcere al 28enne foggiano.

23 COMMENTI

  1. Che storie squallide.

    Cari genitori, fate attenzione seguite i figli, i nipoti,non lasciateli da soli, vicino a quelle macchine infernali.
    Purtroppo siamo circondati da persone apparentemente normali.
    A volte stento a crederci , che esistono carogne del genere.

  2. aprimo l’okki ragà,de sti cornutoni ce ne stanno ngiro parekki…,da ki manco te l’aspetti….!!!Io personalmente proporrei na cosa:na bella multa da pagà e 10 anni de carcere da passà co du vecchi brutti, puzzolenti e pedofili anke loro…ke ne dite?

  3. io poporrei la castrazione chimica….se accertata la pedofolia…ke vedo come una malattia…proporrei una bella curetta una veloce….

  4. tutto qua x i commenti quando succedono rapine o altri reati si scatenano tutti, a questo gran figlio di pu….. solo 4 commenti ke tristezza

  5. X HANSEL
    nn solo le rapine ma x la fantapolitica si fanno ”commentoni”….

    dove stanno ”pidiellina, ciro caggiani, terzomondo ecc….???????

  6. antonietta
    non è che se uno non commenta, voglia dire che non rifletta sulle cose.
    io che ho due figlie adolescenti, spesso su fb o altri social network, non dovrei essere interessato a questa vicenda?
    di cosa dovremmo discutere a una notizia come questa secondo lei?
    se castrarlo se impiccarlo se torturarlo o se curarlo?
    un conto è portare in una discussione il proprio parere, che può essere meglio o peggio di quello di altri, un altro è mettersi qui a sentenziare quale potrebbe essere la punizione ideale per questo disgraziato.
    stia bene.

  7. p.s.
    antonietta
    eviti nei suoi commenti di citare il mio nome e cognome.
    lo faccia solo dopo aver scritto il suo di nome e cognome, sempre che ne abbia il coraggio.

  8. X LA SIGNORA antonietta…. ogni commento non può che essere di condanna nei confronti di questa persona malata che nella sua perversione ha rovinato per sempre la vita di qualche adolescente e la tranquillità dei genitori..Purtroppo di queste persone la nostra società è piena,persone insospettabili delle quali non immaginiamo minimamente la doppia personalità.Consiglierei qualche genitore sprovveduto a mettere in guardia i propri figli,parlarne senza vergognarsi di tutto a 360°.Metterli a loro agio,queste persone le si possono incontrare in tutti gli ambienti che gli adolescenti frequentano,dall’attività ludica,a quella Religiosa,a quella scolastica nella quale si somma anche il bullismo sempre più frequente e dove gli ultimi a saperlo sono i professori(molti dei quali disinteressati)e soprattutto i genitori.GRAZIE

  9. cosa si fa per un click……qst notizia riguarda foggia e non cerignola……. un po’ di onestà intellettuale non guasterebbe…..ma tanto vi abbiamo pesati……

  10. X Falsi…cosa vuoi dire che la notizia riguarda Foggia e non Cerignola….dove vivi?? quello che è accaduto ieri a Foggia domani può succedere(speriamo di no) a Cerignola ed in qualsiasi altro posto!Bisogna,secondo il mio parere comunque opinabile,che queste persone vengano curate perchè una tragedia del genere potrebbe accadere anche ad un nostro figlio, ed ogni genitore deve dialogare il più possibile con i propri figli adolescenti in modo da carpire eventuali problemi(anche bullismo) che devastano la loro personalità!La legge dovrebbe essere ancora più severa per questi reati anche nei confronti dei tutori…SVEGLIATI perchè potrebbe succedere a chiunque…a Cerignola.qualche mese fa una ragazzina è stata vittima di stupro da parte di coetanei…Che fine hanno fatto? sono stati assicurati alla giustizia???o solo perchè sono figli di persone perbene(diciamo) non si sono fatti i loro nomi????

  11. Questa notizia,riguarda la nostra società!!
    E la sua pubblicazione ci permette di riflettere e di stare in guardia,cercando di prestare la massima attenzione nei confronti dei nostri figli e dei minori che spesso per ingenuità,timidezza e inesperienza sono vittime di balordi!!
    Ascoltiamo ed osserviamo attentamente i ragazzi..magari qualche segnale potremmo recepirlo prima che sia troppo tardi..
    Buona domenica.

  12. Buonasera a tutti.Questa e’ l’ennesima dimostrazione che questi social network non servono a nulla, sono la rovina degli adolescenti!

  13. Ciao Giusè..buon anno!!…
    A volte proprio grazie alla rete,vengono scovati,questi delinquenti!!!
    Come in ogni cosa,ci sono vantaggi e svantaggi..
    Bisogna tutelare i minori e seguirli con la massima attenzione..
    Poi purtroppo il pericolo è dietro l’angolo!!..

  14. Ciao pidiellina buon anno anche a te, ben ritrovata. Si bisogna seguirli, però comunque sono bravi ad eludere l’attenzione dei genitori. È questa la pericolosità.

  15. I ragazzi sn furbi e svegli ma la nostra esperienza ci permette di capire i loro “raggiri”..
    Li abbiamo fatti anche noi!!!
    E poi a volte sbircio mia figlia su Facebook tramite qualche mia amica e verifico alcune situazioni e stati d’animo che lei non mi confessa!!
    Eppure tra me e lei non c’è troppa differenza d’etá!!ma chè vuoi,mi vede sempre come la mamma e non come l’amica a cui confidare tutto!!!è l’età..e quindi me ne faccio una ragione!!

  16. ciao giuseppe, ben tornato
    vedi, i socialnetwork come ogni altra cosa riguardi il progresso possono essere delle trappole, non solo per i minori, anche per adulti, anche se non sprovveduti. Una volta c’erano le caramelle, (non si accettano caramelle da sconosciuti). Ora c’è altro, tutto sta all’educazione che dai ai figli, agli insegnamenti, sin dall’infanzia, che diamo a loro. Tutto ciò potrebbe non bastare, ma non puoi nasconderli sotto una campana di vetro, negando loro le innovazioni e i modi sempre più allargati del comunicare tra loro. Perchè il punto sta proprio qui, il pc si usa principalmente per comunicare, lo stiamo facendo anche io e te adesso. E sicuramente, qualcuno potrebbe anche pensar male del fatto che tu stesso comunichi qui e socializzi con donne, no? Non c’è nulla di male se lo fai, eppure ci sarà sempre, chi riterrà il pc una macchina infernale, e sfasciafamiglie. 😉
    Se non avesse avuto modo di usare FB questo disgraziato in tema, lo avrebbe fatto in altri modi, ma lo avrebbe fatto, perchè questi fatti oscuri, purtroppo sono sempre successi, anche molto prima dell’uso dei pc.

  17. PURTROPPO CI SIAMO TROVATI IN UNA VIA SCURA E INTRICATA RADICALMENTE PERCHE’ SIAMO STATI VITTIME DI UN PERSONAGGIO CHE RAPPRESENTAVA LA NOSTRA NAZIONE CHE ANCH’ESSI SPUDORATAMENTE HA APPROFITTATO DI RAGAZZINE CON ETA’ DI 16 E 17 ANNI STRANIERE E ITALIANE.
    IN UNA FAMIGLIA SE C’E’ UN PAPA’ CHE CARATTERIALMENTE HA DELLE AZIONI TRASGRESSIVE NEI CONFRONTI DI RAGAZZINE COMUNI DAVANTI I PROPRI FIGLI, ANCH’ESSI POSSONO PRENDERE ESEMPIO.
    PER CONTRASTARE QUESTI INCRESCIOSI PUNTI DI VITA CHI FA POLITICA DEVE CONTRASTARE TUTTE QUESTE FORME ASTRATTE SENZA NESSUN SENSO CIVICO!!!!!!!
    I NOSTRI POLITICI CHE SI DICHIARANO DI ESSERE POLITICI DEVONO FARE IL PROPRIO DOVERE, E NON BISTICCIARSI COME BAMBINI FRA DI LORO E FREGARSENE DI TUTTO!!!!!!
    SIATE VERAMENTE DEI VERI POLITICI!!!!!!!!!!!!!!!!

  18. Auguri di buon anno a tutti.
    Questa notizia non ha avuto la mia attenzione,perchè ho evitato di leggerla di proposito.
    Spero che in galera riescano a fargli un bel servizzietto.
    Sarà difficile perchè li tengono ,oppurtanamente,in un braccio a parte.
    Negli Stati uniti quando un uomo(con precedenti simili) cambia residenza,i vicini vengono avvisati con raccomandata.

    saluti

  19. La rete é uno strumento fantastico, ma va regolamentata meglio. Finché non cambieranno le regole d’ iscrizione ai vari: social network, blog, forum, ad esempio rendendo obbligatoria all’ atto della registrazione, un documento da spedire con raccomandata A/R, oppure, utilizzando la posta certificata; ognuno di noi potrebbe essere chiunque (e qui ,rispondo anche a chi fa crociate pro utilizzo del proprio nome e cognome nei vari commenti), così facendo, sarebbe più semplice ( se non parliamo di hacker) limitare malintenzionati e, soprattutto, saprei realmente se il tizio che commenta con quel nome e cognome, fosse veramente lui.

  20. athos
    il web (world wide web), “grande ragnatela mondiale”, è una cosa volutamente complessa e intricata, proprio perchè ha un suo significato libero. Si sostiene di pubblicità. Qualsiasi blog o social network, youtube, motori di ricerca vari, esistono grazie alle pubblicità. Per loro contano gli ingressi degli utenti, che aumentando, fan si che i costi pubblicitari si alzino. Queste cose le sai meglio di me, perchè mi sembri ferrato in materia. Secondo te potrebbero mai, porsi delle regole, come quelle delle regolamentazioni sulle iscrizioni? Non lo farebbero mai perchè limiterebbero gli ingressi degli utenti. E’ un compito che spetta alle autorità. Le quali fanno già fatica a controllare organizzazioni di pedofilìa estese, figuriamoci al singolo elemento. Gli i.p. che ci assegnano ad ogni ingresso in rete, fan solo parte del loro compito, perchè un qualsiasi “lamer”, (non serve un “hacker”) è in grado di raggirarli. Ma se già solo qui dentro, dove dovremmo essere tutti a discutere costruttivamente per la nostra città, non abbiamo la volontà di firmarci, figurati chi ha voglia di farlo all’ingresso in qualsiasi sito della rete. Immagina tutti quelli che visitano siti porno, o di film in streaming, o che scaricano gratuitamente su siti “peer to peer”, se prima di farlo mandano le loro generalità…;)
    ti saluto a presto

Comments are closed.