Centraline-CarabinieriIn trasferta da Cerignola per rubare auto. Tre foggiani sono stati bloccati e arrestati l’altra notte dai carabinieri, a Pescara, proprio mentre armeggiavano attorno a una Fiat Punto parcheggiata in via Monte San Rocco che avevano aperto con uno spadino.

Alla vista della pattuglia sono risaliti a bordo della loro auto, una Ford Fiesta, e si sono allontanati rapidamente nel tentativo di far perdere le tracce, ma a seguito di un breve inseguimento sono stati costretti a desistere perché i carabinieri del Nucleo operativo Radiomobile gli stavano alle costole.

Subito dopo i militari dell’Arma hanno trovato sulla Ford Fiesta tutto l’armamentario che i pugliesi avrebbero utilizzato, probabilmente, per far sparire anche altri mezzi. Il gruppetto è quindi finito agli arresti per il reato di tentato furto aggravato. Si tratta di due fratelli, Savino e Vincenzo Scalzo, di 31 e 33 anni, e Giosuè Branca, 37enne, che hanno già avuto a che fare con le forze dell’ordine in precedenti controlli.

I carabinieri, agli ordini del tenente Salvatore Invidia, ritengono che i tre siano arrivati qui con un piano ben preciso, considerato che nella loro auto hanno trovato alcune centraline e blocchetti d’accensione di motori Mercedes-Benz e Ford con le chiavi inserite, oltre a numerose parti di elettronica di altre case automobilistiche, cioè dei quadri, tutto materiale che generalmente viene utilizzato dai ladri d’auto più evoluti.

I sistemi d’allarme di ultima generazione non sono semplici da manomettere come quelli di una volta e accendere le autovetture oggetto di furto non è più un gioco da ragazzi come un tempo. I professionisti del settore, chiamiamoli così, si sono specializzati, ovviamente, e sanno benissimo in che modo portare via anche i veicoli più sofisticati dal punto di vista della sicurezza.

A tempo di record smontano la centralina e il blocco di accensione originali e montano quelli “nuovi” e il gioco è fatto. Tutto ciò che i tre nascondevano nell’abitacolo, cioè i ferri del mestiere, è stato sottoposto a sequestro e gli accertamenti dei carabinieri sulla banda proseguono perché si vuole capire la provenienza dei pezzi, che potrebbero essere rubati, e accertare la sussistenza di altre eventuali responsabilità in capo agli indagati.

Intanto, dopo aver trascorso la notte in camera di sicurezza, i foggiani sono stati sottoposti a giudizio con rito direttissimo ed è stato disposto che Vincenzo Scalzo sia detenuto in carcere. mentre per fratello e Branca devono rispettare l’obbligo di dimora a Cerignola. (tratto da il centro)

12 COMMENTI

  1. Un detto antico recita:” ladri e buoi dei paesi tuoi”
    La maledizione dei nostri indigeni è questa, bisogna esportare i rifiuti fuori della nostra terra, ma forse l’AMNU o ASIA e forse anche la SIA hanno ben più seri rifiuti da smaltire. Questi nobiluomini meritano migliore sorte. Al momento soddisfino i bisogni dei loro legali, così saranno destinati nel loro girone dell’inferno a girovagare in eterno. Buona sorte a tutti.

  2. ragazzi mi dispiace che vi anno beccato,pero’ voi che cavolo non avete nemmeno fatto finire le feste che già volete rompere i colmioni alle gente, la befana se ne andata il 6 voi il 7 . ma proprio che a lavorare non vi ingozza vero? comunque vi siete fatte le feste di natalizie mo vi fate quelle dopo natale e’ a lavorare ci vado sempre e’ solo io, è questa è l’italia. cmq buona stagionatura, cosi’ stagionate come i salami, poi uscite dal carcere è vi atteggiate che siete stati in galera, il cerignolano classico quando endra piange, vuole essere compiatuto. poi quando esce si sente un boooos, diceva la buon anima di mio padre che il carcere se lo fanno i fessi, mi dispiace dirlo ma io so nu fes comma a voi, adesso ho cambiato vita non faccio piu’ le cazzate, adesso vado a lavorare e’ mi ritiro a casa dai miei figli, ma se il lavoro m’incomincia a mancare come faccio a ritirarmi a casa è guardare i miei figli che stanno a pane e acqua, e se mi chiedono qualcosa e’ io non posso dargliela e’ gia’ capitato, la prima volta allora ti capiscono la 2nda pure e’ i libri non si possono comprare è i quaderni pure manch i penn a papà, allora capisco quella gente che si rompe le palle da besbol è parte col cervello è purtroppo fa cazzate.poi quando ti 6 inguaiato la famiglia ti aiuta, escono soldi di avvocato soldi per fare la spesa in carcere, ma dico io non potevarlo aiutare prima sto povero cristo, cosi’ non era costretto a fare ste cazzate, scusatemi tutti ma era un mio sfogo, purtroppo non tutti i ladri di cerignola sono ladri per non andare a lavorare ho rubano per drogarsi, ma ci sono persone, e credetemi sono persone no la feccia di cerignola sono persone come tutti voi che magari avete quella piccola puzza sotto il naso, che vi distinguete da noi pregiudicati, non offendete mai la gente se non la conoscete come io non giudico voi, ma ci sono problemi nelle case della gente che voi non avete nemmeno idea.
    Vi dico solo una cosa e poi chiudo, ma sapete che quando in una casa non ci sono soldi, la piu’ breve discussione con tua moglie si degenera è te ne esci da casa a pancia asciutta.in poke parole gia’ stai a problemi piu’ litighi in famiglia, immagginate una persona come sta’ psicologicamente,Però come dice il proverbio il sazio non crede al digiuno, cmq tanti auguri a tutti, con la speranza che questanno ci sara’ un po piu’ di lavoro per tutti

  3. carissimo mi ”dispiaceragazzi” xke’ tu ne sei uscito e’ magari non lo fanno anche gli altri? xke’ forse non si puo’ piu’ lavorare qui nooo!! o xke’ abbiamo rovinato un po’ di mentalita’ lavorativa che ci doveva essere penso, essendo questo il paese di g. di vittorio il grande ke ha combattuto x il bene dei lavoratori molte battaglie xke’ allora non abbiamo fatto mai niente noi cerignolani x il futuro dei nostri figli combattendo chi a calpestato spesso la dignita’ di povera gente ke vuole lavorare ma non viene rispettata dagli stessi nostri compaesani..siamo nella merda piu’ totale..io poi penso di sapere ke’ rubare serve solo a tirare un po’ avanti e ha arricchire i conti dei nostri famosi avvocati con tutto il rispetto ma non e’ una buona strada.

  4. x speranza
    quello che dici è vero, ma nei tempi di G. di vittorio, erano altri tempi nel senso erano persone piu’ precise, persone con piu’ onore è forse piu’ coscenza è qualche ideale.
    Il mio parere personale, anche se ho la 3 media presa grazie a mio padre è di storia non ne so niente, ma immaggino che era una persona che aveva fame (g. di vittorio) credo che lui allinizio della sua carriera era un poveraccio come i contadini che a aiutato, è ha eseguito un proverbio alla lettera che noi del futuro non sappiamo nemmeno che esiste cioè (ricordati sempre quello che eri non quello che 6 diventato) restare umili con chi ci circonda è diventato un sacrificio, noi a cerignola abbiamo preso l’abitudine di mangiare a 7 forchette non pensando che ci strafoghiamo è danneggiamo la povera gente( cominciando da chi si è arricchito sulle giornate agricole, ha pensato solo a se stesso, la cosa ha funzionato per tanti anni la povera gente prendeva la disoccupazione e girava la moneta nella nostra piccola cittadina)mii ricordo quando ero piccolino che si aspettava la disoccupazione per imbiancare la casa,il mio papa’ mi comprava anche la bici nuova alla disoccupazione, e tante famiglie facevano la stessa cosa, ma chi metteva le giornate lavorative pagava l’imps di guadagnarci ci guadagnava, ma non miliardi si accontentava di un cento milioni di lire allanno, mentre quando la cosa è stata capita da sti pisciaturi,in tre anni si è finito tutto loro si sono arricchiti l’imps lanno messa quasi in fallimento si sono presi i soldi è chi ci ha rimesso è sempre la povera gente, l’imbianchino non lavora piu’ nemmeno in quel periodo perche’ soldi non ne stanno la moneta si è fermata, adesso che fanno i poveri senza nessun tipo di aiuto tutti a rubare. chi dovrebbe stare a comandare sul comune sul benessere del paese fanno le gare per diventare sindaco risultato strade che sommigliano tratturi è loro che nemmeno prendono la poltrona si comperano le ville macchinoni,con i soldi di chi? della povera gente che si alza la mattina alle 5 è prende la zappa e va a lavorare, e’ se piove ci anno rimesso anche il gasolio, questo è dedicato alle forze dell’ordine se si deve fare pulizia si deve cominciare dai pezzi grossi no da sti ladruncoli di auto ladri che rubano per fame, sempre se la polizia ho carabinieri non prendono anche loro una mazzetta, se ci fate caso dentro il nostro paese circola un ferrari, lo sapete chi lo guida? un poliziotto lo chiamano sant antonio, sapete che consumo ha quella macchina ha benzina? ci vogliono minimo 50 60 euro al giorno di benzina, ma quando guadagna un poliziotto ho un carabiniere, se io alla mia auto che e’ una 1500 di cilindrata pago di assicurazione 1100 in un anno questo quando paga al ferrari è sto di prima categoria, ma quando guadagni bello, adesso sto pensando di fare domanda nell’arma dei carabinieri cosi’ mi compro anchio il ferrari, dice una scrittura della bibbia perche’ guardi la pagliuzza che e’ nell’occhio dei tuoi fratelli, e non guardi la trave che è nel tuo. ce gente onesta nelle forze dell’ordine che fanno il loro dovere, ma ce gente onesta anche fuori dalle caserme, ce il ladro che ruba per fame è purtroppo c’è anche chi lo fa per i comodi propri, ma l’esempio chi ce lo deve dare? boooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

  5. x Pare
    Un attento censore che non si lascia sfuggire nulla, forse Papillon aveva intenzionalmente coniugato quel detto, non presagendo che c’è sempre qualcuno di vedetta, un autentico osservatore. Un esempio che dovrebbe renderci tutti più partecipi ed attivi dinanzi ad episodi di malaffare e quant’altro, ma il vezzo nostro è quello di essere capziosi sulle pisquanate, ma omertosi sulle cose serie.
    Le tre scimiette insegnano.

  6. x anonimo,ti sei sbagliato s. antonio non è un poliziotto ma un carabiniere,pero’ quando lo visto pensavo fosse arrivato balotelli ex inter.

  7. sapete solo parlare parlare parlare chi sputa in cielo ………………………….. la maggiorparte di voi che non fate nulla dalla mattina alla sera vive alle spalle dei poveri genitori

Comments are closed.