Foto Marco Mancino
Foto Marco Mancino
Foto Marco Mancino

Davanti al pubblico amico, continua il cammino vincente della Lapige Cerignola, che sbriga la pratica Terlizzi 3-0 (25-13; 25-19; 25-15 i parziali): le baresi potevano costituire un avversario scorbutico, ma le ragazze di casa sono state brave ad avere in mano le redini della partita praticamente per tutta la sua durata. Il 6+1 di partenza vede Doronzo alzatrice e Brattoli fuorimano; sulle bande Binetti e Montenegro; centrali Scarale e Racanati; libero Fortunato. Con il martello Binetti al servizio, la Lapige va subito sul 4-0: il sestetto ofantino è molto ordinato e corto in difesa, neutralizzando le offensive ospiti, così il divario aumenta sul 9-1. Buone le trame anche in attacco, nel quale si segnalano a metà set le vincenti incursioni di Racanati e Montenegro, con una differenza di valori molto netta in campo, per il margine che si allarga fino al 17-6. Dalla panchina poi, l’ingresso al servizio di Valentina Sisto fa accumulare altri punti ed il set scivola via tranquillo per le virtussine, nonostante una leggera ripresa del Terlizzi. La formazione biancorossa conferma i propri progressi nella seconda frazione, quando Scarale rimonta lo 0-2 iniziale: Montenegro e Brattoli firmano il sorpasso, ma la gara è adesso più equilibrata, perché Cerignola perde qualcosa in termini di qualità e la Ga.El. ascensori va in vantaggio per la prima volta (8-9). Anche Terlizzi però incappa in una serie di imprecisioni, tanto da determinare il capovolgimento del punteggio sul 12-9; arriva una nuova parità a quota 13, ma il gioco in questa fase è onestamente bruttino, con la partita che va avanti in base agli errori di entrambe le squadre. Nel momento decisivo però, le gialloblu ritrovano continuità in fase d’attacco, portandosi sul +4 (18-14): come nel primo set, Drago punta sulla battuta di una sua giocatrice -stavolta De Gennaro- per assicurarsi il 2-0, compito che va a termine seppur con qualche grattacapo in più rispetto a quanto visto in precedenza.

Il terzo parziale vede la Lapige con lo stesso piglio del set di apertura: prima è 5-1, poi 8-5; il tecnico del Terlizzi ruota praticamente tutte le sue atlete, ma Volpe e compagne non riescono a scardinare la difesa. Le cerignolane sono sempre avanti ed il proprio coach manda in campo l’altra centrale Maffei; la regista Doronzo realizza due punti, Montenegro fa partire un bolide dalla seconda linea e lo scarto è ormai incolmabile (20-12). Le ultime lunghezze che mancano per suggellare una meritata vittoria arrivano da alcuni colpi di gran livello delle attaccanti (a turno Maffei, Binetti, Scarale), che fanno scattare gli applausi dei tifosi presenti. Un incontro condotto quasi sempre in sicurezza, a parte quel piccolo passaggio a vuoto nel secondo periodo, e tabella di marcia fin qui rispettata, con la seconda affermazione consecutiva nel trittico di impegni più “morbidi” in calendario. Lapige che arriva a metà stagione con 31 punti in classifica, ampiamente in linea con i propositi di inizio anno, ossia lottare per un posto nei playoff. Il campionato si ferma per una settimana, ma per Fortunato e compagne è un periodo senza pause: sabato 26 infatti, le gialloblu sfideranno in trasferta la Tania Gentile per un posto nella final four di coppa Puglia.

Ecco il tabellino della Lapige Libera Virtus, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Scarale 10, Doronzo 4, Brattoli 5, Binetti 9, Montenegro 10, Racanati 5, Sisto, De Gennaro 2, Maffei 1, Fortunato (libero).

CLASSIFICA ALLA TREDICESIMA GIORNATA

Up Modugno 35; Prisma Volley Bari, Youngapulians.net Gioia del Colle, Lapige Cerignola 31; Sportilia Volley Bisceglie, Tania Gentile Volley 27; Zeta System Santeramo 22; Pharma Volley Giuliani Triggiano 21; Istituto Margherita Bari Volley, Ga.El. ascensori Terlizzi 12; Apulia Monopoli, Volley Castellana 9; Asdam Pegaso 93 Molfetta 5; Orsa Capurso 1.

[nggallery id=7]

3 COMMENTI

  1. amo lo sport;ma in questo incontro c’era un gioco monotono e di basso livello, ho notato una fredda tifoseria come anche assenza di commenti ,ancora una volta assenza di atlete cerignolane perchèèèè? dirigenti (ma un pò di amore per cerignola nòò?)buona serata…….

  2. x franco
    a trual, una di buona volontà, e come cercare un ago in un pagliaio, le nostre hanno la testa altrove

  3. Non sono per niente d’accordo con naaaa le atlete si costruiscono nelle giovanili,cercarle a scuola organizzando tornei scolastici,dove un direttore sportivo si chiami tale,vada in giro per vederne le attitudini atletiche, che sappia coinvolgere e poi farle passare in società, a questo punto subentra un tecnico che sia preparato per dargli le giuste nozioni tecniche e tattiche ecco come si costruiscono le atlete

Comments are closed.