lapige_libera_virtus_2012Come nella partita di campionato, questa volta con l’esito inverso: Tania Gentile e Lapige Cerignola si danno battaglia per due ore e mezza, duello vinto da Castellana che risorge quando la qualificazione sembrava dirigersi verso le ofantine. Al pala “Angiulli” è 3-2 per le padrone di casa (21-25; 25-22; 19-25; 25-20; 15-7 i parziali): coach Drago deve rinunciare alle infortunate Fagnillo e Montenegro, così vara un 6+1 composto da Doronzo al palleggio e De Gennaro opposto; Brattoli spostata sulla banda con Binetti; Scarale e Racanati centrali ed il libero Fortunato. Non è entusiasmante la partenza della gara, le due squadre sentono l’alta posta in palio e si notano molteplici errori al servizio ed in costruzione, senza tralasciare ricezioni alquanto difettose; per oltre metà set c’è parità, ma le poche azioni degne di nota vengono costruite dalla Lapige, che con la battuta di Brattoli e gli attacchi di Scarale accumula un buon vantaggio (13-19). Il tecnico di casa, ancora alle prese con una difesa imperfetta, cambia la palleggiatrice (Neglia per Scisci) e le baresi si riavvicinano sul 21-23; Cerignola non ci sta e presa per mano da Brattoli (due punti di seguito), si aggiudica il primo set. Nella seconda frazione la Tania Gentile registra la difesa e Testini trova regolarità in avanti (4-2), poi è immediato pareggio a quota 5; le offensive delle biancoblu sono molto efficaci, tant’è che Castellana prende il largo (14-8). Le gialloblu invece abbassano il livello d’attacco ed anche se riescono a ridurre lo svantaggio, restano a distanza. Drago manda in campo Sisto per giovarsi della battuta insidiosa della laterale: l’avvicendamento frutta due punti, prima del cambiopalla di casa. Finale di periodo palpitante, si lotta su ogni pallone ma le ragazze guidate da Valente tornano in parità, massimizzando il +6 sopra riportato. I benefici per le castellanesi si propongono all’inizio del terzo parziale, con Carbonara sugli scudi (5-1): le virtussine recuperano ed attraverso le schiacciate di Binetti agganciano e superano le avversarie (8-9). Nuova fase di equilibrio, poi Doronzo consolida il break (12-15) presto ricucito da Tanese e compagne; di nuovo Sisto dalla linea dei nove metri ed è ancora allungo, nel prosieguo due punti cercati con grande intelligenza da Brattoli portano la Lapige sul 18-22, punteggio incrementato ulteriormente e che consegna a Cerignola un set giocato impeccabilmente dalla seconda parte in poi.

Dopo la pausa, ancora un deciso strappo iniziale della Tania (8-1), con il servizio proficuo della centrale Casulli: le padrone di casa sembrano gestire tranquillamente, mentre Drago inserisce anche Maffei per Racanati. Alcuni gran recuperi in difesa sono alla base della rimonta ospite sul 13-11, costringendo Valente a chiedere timeout; la Lapige sfrutta il momento positivo ed inanella punti, pareggiando (15-15) con il capitano ofantino Scarale, la quale stampa poco dopo un muro colossale per il sorpasso ed ancora il proprio terzo punto consecutivo. E’ un Cerignola tutto cuore in campo (menzione particolare per De Gennaro, autrice di una prova di grande sacrificio e sostanza), ma sul 15-18, improvvisamente, si sparigliano ancora le carte in tavola. Quando sembrava che la sfida fosse quasi del tutto segnata, ecco la riscossa di casa, che con Testini alla battuta recupera (pari 18) e ribalta la situazione (23-20). Ora è Drago a chiedere la sospensione, ma Castellana conduce l’incontro al tie break, dimostrando tenacia e combattività. Il quinto set non ha storia: le virtussine, forse stanche, lasciano dei vuoti al centro del campo che la Tania non esita a sfruttare soprattutto con Salviola, così al cambio di campo è 8-5. Castellana dilaga ancora, a segno per quattro volte di fila mediante le bordate di Carbonara, costruendo le premesse per il successo finale, che arriva senza particolari problemi per il 15-7 col quale si chiude il match. La Lapige viene eliminata dalla coppa Puglia, anche in questa occasione con qualche rammarico: una sorta di film che si ripropone con le formazioni più quotate -in relazione alla gestione del risultato- che non permette di chiudere partite che le ragazze sembrano avere in mano. Comunque sia, alla prima partecipazione assoluta, aver disputato i quarti è un bel risultato: ora pensieri solo al campionato, che riprenderà domenica 3 febbraio, quando le cerignolane ospiteranno il fanalino di coda, l’Orsa Capurso.

Ecco il tabellino della Lapige Libera Virtus, con le giocatrici andate a referto ed il relativi punti realizzati:

Scarale 20, Doronzo 6, De Gennaro 5, Binetti 9, Brattoli 11, Racanati 7, Sisto 1, Maffei, Fortunato (libero).