Allamprese_grandePubblichiamo di seguito una nota del Consigliere Pdl Allamprese il quale ricorda, domani 10 febbraio, il ricordo delle Foibe. Ecco il documento completo.

Domani, dieci febbraio, si celebra la nona giornata del ricordo, solennità civile nazionale istituita con  la legge n. 92 del 30 marzo2004, con la quale si commemorano le vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata.

“Il giorno del ricordo rinnova ogni anno il pensiero che tutti dobbiamo alle vittime innocenti dello sterminio di inermi cittadini italiani voluto da Tito e dalle sue truppe in un contesto di complice silenzio coevo e postumo” commenta il Consigliere Allamprese. “Una giornata che pur fortemente voluta dalla parte politica di cui mi onoro di far parte è divenuta una sentita festa di unità nazionale anche grazie agli interventi del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e di personalità politiche di parte avversa quali l’ex Presidente della Camera Luciano Violante, che non hanno mai avuto difficoltà a condannare quei quaranta drammatici giorni a cavallo della fine della guerra e i relativi orrori compiuti in nome soltanto dell’italianità delle vittime”.

“Anche a Cerignola, dove come componente giovanile della destra insieme a tanti amici oggi classe dirigente di questa Città abbiamo sempre tentato di mantenere vivo il tema e alto il ricordo, va opportunamente ricordato il momento magari issando a mezz’asta le bandiere del palazzo di Città, come si farà in molti altri Comuni tra cui mi piace ricordare quello di Firenze del Sindaco Renzi” prosegue Allamprese.

« La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale “Giorno del ricordo” al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. “ così recita l’incipit della Legge, ebbene, idealmente, il giorno del ricordo deve unirsi alla celebrazione del 25 aprile come giornata di riconciliazione nazionale e di ferma condanna agli orrori della guerra e alle storture delle dittature di ogni colore ed entità.” conclude il vicecapogruppo del PdL.

8 COMMENTI

  1. Povera Politica, tanto di cappello alle vittime della foibe, ma ……………………..

    Guardate non ho parole, prima delle votazioni siete capaci di tutto……………..

    Mi vergogno di essere Cerignola e soprattutto Italiano!!!!

    IACH………..

  2. Appunto consigliere Avv. Allamprese,
    menomale che se lo dice da solo: ” “…una giornata che pur fortemente voluta dalla parte politica di cui mi onoro di far parte…” Infatti avete strumentalizzato barbaramente quella tragedia per farne campagna anticomunista, pensando che quaranta giorni di massacro di italiani da parte di Tito potessero controbilanciare tutti i morti del Nazismo e tutti gli italiani che, per colpa di Mussolini, furono mandati a morire in Russia e in tutta Europa nella seconda guerra mondiale. Guardi, non voglio dire che questi morti sono meno importanti di quegli altri, ma é l’uso che ne avete fatto voi perché vi bruciava che esistesse il giorno della Memoria per l’antinazifascismo, e non per l’anticomunismo. Non é un gioco a chi ha più ricorrenze!!! Non si usano i morti per combattere il nemico politico!!!
    E poi, una cosa che non siete ancora riusciti a spiegarmi:
    Dite sempre, voi di Destra, che non c’entrate niente col Nazismo (non é vero tra l’altro perché fu Mussolini ad ispirare Hitler) e che il Nazismo non ha operato in Italia ma in Germania e quindi gli italiani morti per colpa della Destra sono morti per mano di Hitler. Mi tolga una curiositá: se non fosse arrivata la Guerra per colpa della Destra italiana e tutti i crimini di Mussolini e Hitler, pensa che i comunisti e Tito sarebbero stati così cattivi? Pensi a quanto odio avevano i partigiani verso i repubblichini? Perché? Si erano alzati storti quella mattina? O erano stati portati alla esasperazione? Succede la stessa cosa con Berlusconi: ha avvelenato e riempio di odio questo Paese, e sembra che i suoi oppositori siano cattivi e lo vogliano in galera. Si chieda senza Berlusconi se saremmo stati tutti più sereni. Se lo chieda.

  3. Vediamo… Allamprese scrive il comunicato-stampa e nel testo riporta tra virgolette una sua dichiarazione. In pratica… Si intervista da solo?

  4. Scrive il comunicato-stampa e nel testo riporta tra virgolette una sua dichiarazione… Ma che fa, si intervista da solo?

  5. La politica a Cerignola è questa..comunicati stampa,pubbliche reazioni…e i fatti???a casa anche Lui e speriamo dopo le elezioni!!!Siete disconnessi dalla realtà!!!!A fare il vostro lavoro,la politica non è arte vostra!Buona domenica!

Comments are closed.