lapige_tania_gentileAncora una affermazione casalinga per la Lapige Libera Virtus Cerignola, vittoriosa al pala “Dileo” per 3-1 sulla Tania Gentile (25-18; 27-25; 18-25; 25-23 i parziali): le ragazze di Michele Drago e Cosimo Dilucia in questa circostanza non si lasciano sfuggire l’occasione di ottenere il bottino pieno, tenendo botta e ripartendo nei momenti difficili del match. Lo “starting six” scelto dai tecnici di casa è quello base: diagonale alzatrice-opposto Doronzo e Brattoli; laterali Binetti e Montenegro; centrali Scarale e Racanati; libero Fortunato. Anche le ospiti sono in formazione tipo, accompagnate da un drappello di tifosi e con gli spauracchi Salviola, Carbonara e Tanese. La partita ha un andamento lento nelle sue prime fasi, meglio la Tania Gentile, anche se non si segnalano azioni particolarmente fruttuose in attacco; la Lapige mette il naso avanti per la prima volta sul 7-6, poi assestando il servizio (Binetti a segno dalla linea dei nove metri) e con Racanati micidiale al centro, le padrone di casa mettono a segno il break risolutore (16-10). Le gialloblu giocano da metà set in poi con grandissima intensità ed agonismo, aggressive a muro (annullando in sostanza le offensive baresi) ed attente in difesa, lottando su ogni pallone; senza particolari intralci, è 1-0 Cerignola. La compagine di Castellana Grotte parte bene anche nella seconda frazione (2-4), le quali continuano a condurre grazie a molteplici colpi fuori misura delle bocche di fuoco ofantine: nonostante un timeout di Drago, l’andazzo non muta perché in difesa il team allenato da Ciliberti diventa un bunker quasi inespugnabile e si giova dei punti di Carbonara e Tanese, mentre le virtussine proseguono negli errori con una disordinata disposizione in campo. Il divario aumenta e tocca i dieci punti (9-19): Cerignola però si trasforma, in banda Binetti sale in cattedra e la rimonta si completa fino al set point (24-23); due ricezioni imperfette di Fortunato costano però il controsorpasso, prima che la fine del periodo riservi degli attimi concitati per i punti finali controversi. Il primo arbitro (incappato in una giornata poco felice) mostra il cartellino giallo alla centrale ospite Tanese -in panchina- e palla che torna nelle mani della Lapige, che colleziona le segnature del doppio vantaggio, chiudendo con Racanati.

L’esordio del terzo parziale è contraddistinto da un nuovo giallo per Castellana, stavolta al capitano Salviola: la Tania Gentile non si scompone e si trova a menare di nuovo le danze (7-11), più per demeriti delle avversarie che per meriti propri; ancora schiacciate sballate delle cerignolane, mentre il capitano Scarale è insolitamente poco proficua sottorete, trovando sistematicamente il muro. C’è spazio per un sussulto d’orgoglio, quando Binetti e Racanati accorciano le distanze (11-13): tuttavia, le giocatrici in maglia blu allungano ancora, poiché la percentuale di realizzazione di casa scende vertiginosamente; il 14-20 è sufficiente per tenere a bada le velleità foggiane e riaprire l’incontro. Il quarto set è all’insegna dell’equilibrio, fino al primo vantaggio Libera Virtus a firma Montenegro, che mostra la sua classe nel momento clou: la vera protagonista di giornata è però Mara Racanati, in stato di grazia dal posto 3 e felina nei recuperi difensivi, per il +3 (11-8). Carbonara decide che non è tempo di arrendersi, così la Tania mette i brividi al palazzetto (12-13). La partita è vibrante, le due sfidanti non si risparmiano inscenando una battaglia sportiva fra difese ed attacchi, con azioni prolungate e piene di scambi: le gialloblu restano avanti nel tabellone (21-18, 23-20) ancora con una super Racanati, solo che le castellanesi non demordono, annullando due match point. E’ la subentrata centrale Maffei a firmare l’unico punto della sua gara, ma dalla notevole importanza, assegnando alla Lapige tre punti di platino festeggiati alla grande dal folto e caloroso pubblico assiepato sulle tribune. Il sestetto ofantino inizia col piede giusto la serie di duelli di alta classifica che si svolgeranno sul proprio campo, arrivando ad una sola lunghezza dalla vetta, toccando quota 39 punti. In trasferta il prossimo appuntamento, a Bari contro le interessanti giovani dell’Istituto Margherita.

[nggallery id=9]

Ecco il tabellino della Lapige Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Scarale 3, Doronzo 5, Brattoli 8, Binetti 14, Montenegro 10, Racanati 17, Sisto, Maffei 1, Fortunato (libero).

CLASSIFICA ALLA SEDICESIMA GIORNATA

Up Modugno, Youngapulians.net Gioia del Colle 40; Lapige Cerignola 39; Prisma Volley Bari 36; Sportilia Volley Bisceglie 32; Tania Gentile Volley, Zeta System Santeramo 29; Pharma Volley Giuliani Triggiano 26; Ga.El. ascensori Terlizzi 17; Volley Castellana 16; Istituto Margherita Bari Volley 14; Apulia Monopoli 9; Asdam Pegaso 93 Molfetta 8; Orsa Capurso 1.

1 COMMENTO

  1. mamma mia che emozioni ieri sera al palazzetto, complimenti alle ragazze e non vedo l’ora di assistere alla prossima partita.
    FORZA CERIGNOLA!!

Comments are closed.