firma_day_14_aprileIl 14 aprile prossimo parte a livello nazionale la raccolta firme per la legge di iniziativa popolare (art. 71 Cost.) denominata “Legge Rifiuti Zero: per una vera società sostenibile”.
Le finalità generali del  presente disegno di legge si fondano sulle seguenti linee direttrici:

1  far rientrare il ciclo produzione-consumo all’interno dei limiti delle risorse del pianeta;
2  proteggere l’ambiente e la salute umana secondo gli indirizzi della Carta di Ottawa per la promozione della salute del 21 novembre 1986;
3  rafforzare la prevenzione primaria delle malattie attribuibili ai rischi indotti da inadeguate modalità di gestione dei rifiuti;
4  assicurare l’informazione continua e trasparente alle comunità in materia di ambiente e rifiuti;
5  recepire ed applicare il Sesto Programma di Azione per l’ambiente della CE, in particolare in materia di riduzione dei rifiuti, che prevedeva la riduzione della produzione dei rifiuti del 20% al 2020 e del 50% al 2050 rispetto alla produzione del 2000;
6  recepire ed applicare la Direttiva quadro 2008/98/CE, laddove in particolare indica la scale delle priorità nella gestione dei rifiuti e afferma che “la preparazione per il riutilizzo, il riciclo o ogni altra operazione di recupero di materia sono adottate con priorità rispetto all’uso dei rifiuti come fonte di energia”;
7  recepire ed applicare il risultato referendario del giugno 2011 sull’affidamento della gestione dei servizi pubblici locali che permette l’affidamento diretto a proprie società interamente pubbliche, così come previsto dalla legislazione europea;
8  Recepire gli indirizzi della risoluzione del Parlamento europeo del 24 maggio 2012 “un’Europa efficiente nell’impiego delle risorse” .

Cerignola non si farà trovare impreparata all’appuntamento del 14 aprile e per tutto il tempo necessario al raggiungimento del numero di firme, che andrà ben oltre le 50mila previste. Davanti alla Villa Comunale sarà allestito un banchetto per la raccolta firme e per fornire alla popolazione le informazioni necessarie.
Tutta la cittadinanza è invitata a fornire il proprio contributo al fine di garantire una migliore qualità della vita, per oggi e per il futuro.

4 COMMENTI

  1. Bella iniziativa a qualcosa servirà,però sarebbe anche ora di prendere in considerazione la riorganizzazione della ”nostra” discarica .

    Cerignola DEVE smaltire solo i rifiuti propri e NON anche quelli di mezza provincia.

    Non si può tollerare questa situazione ,oltretutto i comuni limitrofi non ci pagano neanche per questo servizio o, perlomeno lo fanno con molto ma molto comodo.

    Riguardo al tema ambientale siamo all’anno 0.

    Intanto molti si ammalano………Perchè?…..

  2. perchè siamo un branco di pecoroni. che lavorano e poi si chiuduno al calduccio delle proprie case senza alcun amore per la città e per l’ambiente in cui vivono.
    non c’è la cultura di difendere ed amare la propria città. ognuno pensa a se, come se la città fosse un posto che non c’entra niente con la nostra vita.
    sporcare, buttare rifiuti ovunque, non avere il minimo senso di civltà e di rispetto per la cosa pubblica è la normalità a cerignola.

  3. ..condivido = ..”Riguardo al tema ambientale siamo all’anno 0.
    Intanto molti si ammalano………PERCHE’ ????? !!!”

    IN PRATICA….a CERIGNOLA (NONOSTANTE anche cortei di protesta-deliberazione

    Consiliare del 2011 -ecc..ecc…)..

    a) NON si attua un minimo di ADEGUATA raccolta DIFFERENZIATA, né

    TUTELA della SALUTE – dell’OCCUPAZIONE o almeno..dei BAMBINI,

    b) ai inCENTIvano gli inceneritori ed i TUMORI…

    MALEdiciAMO gli irresponsabili che ciò CAUSANO volontariamente e CONTINUAMENTE e INDIRIZZIamogli- mandiAMOgli contro i ..TUMORI…

Comments are closed.