Libera
Libera
Libera

Un’offesa alla città merita una risposta dell’intera città. E’ con questa convinzione che il Coordinamento Provinciale di ‘Libera – associazioni, nomi e numeri contro le mafie’, con i suoi Presidi di Cerignola, Lucera e San Severo, insieme a Libera Puglia, alla cooperativa Pietra di scarto, all’Art Village di San Severo e alla Rete della Conoscenza, invita la comunità di Capitanata a recarsi, nella mattinata di mercoledì 1 maggio, presso il Laboratorio di legalità Francesco Marcone, in contrada Toro a Cerignola. A partire dalle ore 10.30 assieme a tutti quanti lo vorranno, muniti di pennello e vernice, cancelleremo la scritta intimidatoria apparsa nella notte tra il 24 ed il 25 aprile scorso presso il capannone del laboratorio.

E lo faremo in una data simbolica come la Festa dei Lavoratori, proprio nella patria di Giuseppe Di Vittorio, per riaffermare la memoria e l’impegno di una comunità che continua a lottare contro il fardello della criminalità e della mentalità mafiosa.

All’iniziativa prenderanno parte il prefetto di Foggia Luisa Latella, don Marcello Cozzi della Presidenza Nazionale di Libera, il presidente di Libera Puglia Alessandro Cobianchi ed altri esponenti delle Istituzioni locali. Ha aderito alla manifestazione e sarà presente con una propria attività anche la compagnia teatrale del Cerchio di Gesso.

 Vogliamo inoltre lanciare un appello a tutte le Associazioni, le Istituzioni, le cittadine e i cittadini affinché si uniscano a noi per un Primo Maggio diverso, per cancellare tutte le brutture che la criminalità organizzata impone alla nostra terra.