incidente 2Un morto e due feriti il bilancio dell’incidente stradale avvenuto, questa mattina, sulla provinciale 88 alla periferia di Stornara dove si sono scontrate frontalmente due automobili. La vittima è un uomo di 83 anni di Cerignola che era alla guida di una Ford Fusione. L’altro mezzo coinvolto nell’incidente è una Fiat Punto su cui viaggiava un uomo di 55 anni e la moglie di 51 anni, residenti in provincia di Como. L’uomo ha riportato lievi ferite ed è stato trasportato all’ospedale Tatarella di Cerignola mentre la donna è stata ricoverata, in prognosi riservata, agli Ospedali Riuniti di Foggia.

Un morto e tre feriti, di cui uno grave. E’ il bilancio dell’incidente frontale avvenuto questa mattina fra una Ford Fusion e una Fiat Punto, che viaggiavano in direzione opposta sulla SP 88, dopo lo svincolo per Stornara. La vittima, Buonavita Francesco, di 83 anni, di Cerignola è morto sul posto. Grave il conducente della Punto. Meno gravi i due passeggeri che viaggiavano a bordo della sua auto. (tratto da Corrieredelmezzogiorno.it e T.R.E.)

7 COMMENTI

  1. Al raggiungimento della pensione bisogna togliere la patente a chi dopo una seria e approfondita visita medica fatta da professionisti seri ed onesti non risulta più idoneo alla guida. A chi no risulta più idoneo alla guida verrà rilasciato un abbonamento gratuito ai mezzi pubblici. Ancora di più bisognerebbe rilasciare la patente a chi possiede un QI almeno pari a 100 .

    • Infatti, sotto casa mia è pieno di anziani che svoltano a 70/80 Km/h o tirano il freno a mano nell’incrocio… ma falla finita! L’auto dei “non pensionati” andava a 120/130 su una strada insaponata dal fango, con una Fiat Punto! Ma è morto un anziano che certamente come QI ti doveva dare 100 punti avanti!

  2. concervello è un pò eccessivo, ma ha ragione….non lo so come sono andate le cose e non entro nel merito della responsabilità in questo incidente, ma oggettivamente ad una certa età (come avviene per i minori) non dovrebbe essere consentito continuare ad avere la patente: le capacità attentive sono scemate, e non basta una sommaria visita medica per accertarle.
    La macchina è come un’arma, non dimentichiamolo mai.

  3. Interessante questa presa di posizione contro gli anzian….. ma voi i cocainomani e gli squilibrati che attentano tutti giorni (e le notti) guidando come pazzi e attentando alla vita sia degli automobilisti che di persone a piedi, con bici passeggini ecc, non sentite da dentro le vostre case i testa code e non vedete le auto che passano a tutta velocità in mezzo ai bambini davanti alle scuole? Io vedo nonni attentissimi che vanno a prendere i bambini a scuola, a fare la spesa e a volte possono dare fastidio perché troppo lenti alla guida, ma io preferisco l’eccesso di prudenza che certi selvaggi (soprattutto giovani) che sono i veri pericoli pubblici!! E nessuno fa niente per sistemare tutto questo, anzi volete togliere le patenti agli anziani, ma per piacere!!!

  4. Bravi, bravi!
    L’anziano andava tranquillamente a 70 Km orari. Si spostava molto con la sua Fusion, facendo la spesa per sé e per i suoi famigliari, e quella strada la percorreva diverse volte a settimana. L’altra auto (una Fiat Punto) proveniva a circa 120 Km/h, carica come un autocarro, con quintali di olio, pomodori e altre eccellenze della nostra terra. Quella strada è sempre piena di terra a causa dei mezzi agricoli che vi transitano, e quella mattina c’era una specie di schiuma, che faceva pattinare anche i cingolati. L’anziano andava per la sua strada. I “giovani” hanno invaso l’altra corsia, si sono schiantati contro l’anziano e l’hanno ucciso. Ma per fortuna siete stati accontentati tutti. All’anziano hanno tolto la patente. Ma anche il portafoglio e tutti i soldi (almeno mezza pensione) che egli solitamente portava con sé.
    La famiglia di CIccio ha perso un grande nonno. Voi avete perso un’ottima occasione per fare aria dalla vostra bocca.

  5. x tutti voi è morto solo…. “un uomo anziano”. Per me, era MIO PADRE.
    Se non lo avete conosciuto personalmente, TACETE, perchè non sapete quello che dite! Grazie, all’ <>, che evidentemente lo conosceva bene.

Comments are closed.