elena_gentile_pdDall’anno accademico 2010-2011 l’Università degli Studi di Foggia ha visto assottigliarsi la propria offerta formativa. È questo il caso del corso, attivato dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia, in Educazione professionale, che già dal 2010 non ha più immatricolato, causa chiusura ad esaurimento, nessuno studente.

«Non posso non esprimere la mia contrarietà alla disattivazione di questo corso di studi. Si tratta di un profilo professionale importante, soprattutto nell’ottica di una nuova sanità più “socializzata”, che è particolarmente richiesto all’interno delle oltre 500 strutture socio-sanitarie di Puglia finanziate in questi anni, grazie agli investimenti infrastrutturali fatti dall’assessorato al Welfare».

Con queste parole Elena Gentile, Assessore Regionale al Welfare e Sanità, ha voluto rimarcare la necessità di rimodulare l’offerta formativa universitaria anche sul fronte delle reali necessità del territorio, nella prospettiva di una stagione di opportunità che permettano ai giovani di formarsi e di spendere la propria professionalità laddove sono nati.

«Sarà massimo il mio impegno nel farmi promotrice di una nuova attenzione anche sul fronte formativo universitario per ciò che concerne il sociale e la sanità. Questa regione ha bisogno di continuare ad attingere forza lavoro dal suo interno, investendo sui giovani e sulla loro preparazione».

1 COMMENTO

  1. Figure professionali inventate per spillare sempre soldi dalle regioni, solo per questo.

    Oggi puoi essere titolare di 10 lauree, ma se al potere ci sono persone come voi, rimani disoccupato a vita.

    Puoi vivere FORSE, solo di elemosina, con scarse speranze che ricchi sfondati come voi, lascino in un piattino il 10 centesimi.

Comments are closed.