pd_grande_logoPubblichiamo di seguito una nota stampa della Segreteria del Partito Democratico Cerignola, nella quale si critica aspramente l’operato della Giunta Giannatempo in merito alla gestione della Sia. Ecco il documento completo.

Ci risiamo, ritorna ciclicamente il problema della liquidità finanziaria della società che gestisce il ciclo integrato di rifiuti  nei nove Comuni aderenti al Consorzio FG/4, problema determinato dai mancati pagamenti per i servizi e lo smaltimento di R.S.U.

In tale contesto, Cerignola brilla in negativo come al solito essendo debitrice nei confronti di SIA di oltre la metà degli 8 milioni di credito complessivamente vantati.

Si continua, da parte dei nostri amministratori, a navigare incredibilmente a vista, senza dotarsi della benché minima strategia amministrativa e finanziaria che sappia affrontare il problema è risolverlo.

Ma la cosa più scandalosa è l’inerzia della Giunta Giannatempo rispetto a strumenti che le avrebbero permesso di intervenire e, probabilmente, risolvere definitivamente il problema dei debiti non solo nei confronti di SIA ma di tutti coloro che reclamano, legittimamente, il pagamento di quanto dovuto.

E’ di recente emanazione, infatti, il decreto legge n. 35 del 09.04.2013 che ha proprio come oggetto il pagamento dei debiti scaduti della Pubblica Amministrazione.

Cosa dispone la norma in questione? Riportiamo testualmente parte del comma 13 dell’unico articolo di cui si compone l’atto: “Gli enti locali che non possono far fronte ai pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili […] in deroga agli articoli 42,203 e 204 del D. Lsg. 267/2000, chiedono alla Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. l’anticipazione di liquidità da destinare ai predetti pagamenti”

L’anticipazione di liquidità, secondo le procedure definite dallo stesso decreto, avrebbe dovuto essere richiesta entro il 30 aprile 2013 e, al termine di una breve istruttoria, concessa entro il 15 maggio.

Si tratta di un’operazione da un punto di vista finanziario vantaggiosissima in quanto le somme percepite si sarebbero dovute restituire in un arco temporale di 30 anni e a tassi quasi irrisori.

La Giunta Giannatempo ha provveduto in tal senso? Ha espletato tutte le procedure amministrative e contabili per garantirsi l’accesso a simili facilitazioni finanziarie?

Non ci risulta, non abbiamo notizie che ci facciano sperare in comportamenti finalmente virtuosi da parte dei nostri amministratori.

Se i nostri dubbi fossero reali, ci troveremmo di fronte ad un fatto gravissimo, l’ennesima dimostrazione di incompetenza, incapacità e pressapochismo che contraddistingue Giunta e maggioranza di questa città.

Nel frattempo oltre 200 lavoratori e rispettive famiglie vivono nell’incertezza assoluta circa il loro futuro!

Per il bene non solo di SIA ma dell’intera Città è quanto mai opportuno che Giannatempo e i suoi sodali vadano immediatamente a casa.

  • Occhio

    E’ risaputo che la giunta Giannatempo non funziona, anzi non ha mai funzionato, ma VOI del PD non scherzate mica.
    Chi sta affossando Cerignola, siete proprio voi i 2 partiti del PDL e PD.
    Per il bene della povera cerignola, ritiratevi tutti.