giannatempo_grande_4Con una lettera raccomandata inviata giovedì 6 giugno, l’ingegner Vito Mastroserio, dirigente del Settore Urbanistica, Patrimonio e Prg del Comune di Cerignola, aveva sollecitato l’ avvocato Pietro Barbaro, aggiudicatario del suolo comunale di via Monte Rosa – in seguito all’approvazione, lo scorso 28 dicembre, dell’Avviso di Gara pubblico – a versare, entro 30 giorni dalla data di ricevimento della missiva, l’importo previsto per l’acquisizione dei terreni, vale a dire 148.800 euro, pari al saldo del prezzo di aggiudicazione suddetto (ossia 156.550 euro, con il Comune che ha incassato già una cauzione di 7.750 euro), più 1.550 euro per le spese di perizia commisurate in misura pari all’ 1% dell’importo posto a base dell’asta. Mastroserio, nella stessa lettera, aveva invitato l’acquirente del bene a comunicare il nominativo del notaio di fiducia al quale inviare la documentazione per la stipula dell’atto.

<<Non si capisce dunque il senso della diffida nei miei confronti e dell’ingegner Mastroserio, protocollata martedì 11 giugno dal consigliere comunale Loredana Lepore>>, afferma il Sindaco Antonio Giannatempo in riferimento alla presa di posizione formale sulla vicenda da parte dell’esponente del movimento “La Cicogna”. Nel documento, Lepore affermava di aver verificato, in seguito all’accesso agli atti, la mancata richiesta all’ acquirente, da parte del Comune, del versamento del prezzo di vendita. Da qui, la diffida al Sindaco e allo stesso dirigente di settore, responsabile della procedura di alienazione in questione, <<a chiedere il versamento del prezzo di vendita suddetto e a stipulare l’atto notarile di compravendita entro 30 giorni dalla notifica della presente>>.

<<Nel caso in cui i destinatari della presente non ottemperino alla presente richiesta entro il termine predetto non compiendo l’atto dovuto – recita il testo del documento – la scrivente segnalerà tale condotta alle Autorità competenti>>.

<<Siamo alle solite, come da tre anni a questa parte – replica il primo cittadino – da quando cioè La Cicogna ha scientemente iniziato a condurre una sistematica campagna di delegittimazione dell’operato del’Amministrazione Comunale e della struttura tecnica dell’Ente. Un modo di fare opposizione totalmente irresponsabile, mascherato, ultimamente, da un apparente “bon ton” istituzionale in Consiglio Comunale e che mostra la sua vera faccia fuori dalla sala consiliare>>.

L’ingegner Mastroserio, ieri, ha anche scritto al consigliere Lepore, per darle comunicazione della missiva del 6 giugno con la quale venivano notificate all’acquirente del suolo di via Monte Rosa le modalità per definire la pratica.

E Mastroserio ha chiarito che <<il suolo in questione è nel pieno possesso del Comune e mai è stato consegnato alla parte acquirente, così come erroneamente dichiarato in una recentissima trasmissione radiofonica a cura de La Cicogna, che il Comune ha subito incassato la cauzione di 7.750 euro pur se non previsto dal Bando e, infine, che sono da tempo già state avviate, attraverso contatti informali con la parte acquirente, tutte le procedure tecniche ed amministrative utili per la definizione dei confini e quant’altro necessario per la chiusura della pratica>>.

  • Sergio G.

    Come al solito la Cicogna a mezzo dei suoi eminenti e arroganti esponenti, non conosce neanche le più basilari ed elementari procedure amministrative. Come pretende questa gente di ambire al governo di una città come Cerignola.

  • MICHELE BIANCARDI

    NON MI è CHIARO….
    I CASI SONO DUE : O QUESTI DELLA CICOGNA AMANO COLLEZIONARE FIGURACCE O ,LE PROCEDURE NON SONO COMUNICATE O VISIBILI BOH????

  • renziteo

    LE FIGURE DI CACCA SI MOLTIPLICANO…

  • Che Pcchòt

    Vendetevi pure il Comune, acchssè facèt sòld.
    O povr a vòù.
    Zllàiùl e falzacchiòn.
    Chi la va dèc, Crgnòl miz ai mòn d chèss.

    • cucù

      e tou ca stè v’nnout già da nu sacch d timb a de leir e mezz

  • Pinuccio Bruno

    Che farà La Cicogna, replicherà alla risposta del Sindaco?

    Per correttezza, se essa ritiene di aver commesso una gaffe, regola vuole di chiedere scusa.

    Staremo a vedere.

    15-6-2013

  • poveracerignola

    la lettera era datata 6 giugno consegnata a mano i giorno 11 solite bugie del sindaco…….come si suol dire si sono parati il culo…..che vergogna!!!

  • cittadino

    bene cicogna continua cosi stai sempre attenta

  • wits

    ATTENTI IL DETTO SUOLO E’ INVASO DI RIFIUTI DI AMIANTO NON C’E’ DA STUPIRSI QUINDI SE L’ASSEGNATARIO EVITI ACCURATAMENTE DI IMPOSSESSARSENE ……… IL N.1 NON LA DICE TUTTA ……. FORSE NE SA’ QUALCOSA?

    • Fabio

      dov’è quest’amianto?

      • wits

        che fai sei orbo? invito a controllare prima di parlare!

  • La verità

    Vendetevi tutto, tanto a voi cosa importa di cerignola.

    Per voi conta il conto in banca.

    Un caloroso grazie è d’obbligo ai nuovi entrati della politica, ci riferiamo ai giovani che dovevano cambiare qualcosa, infatti sono stati di parola, stanno facendo tanto per la nostra città, più cagate di così, va fateci il piacere, ritiratevi non è cosa, siete degli incapaci, state ammazzando i giovani le nuove generazioni, Voi proprio voi siete la causa di tutti i mali, lo diciamo a voi, perchè proprio da voi bisognava ripartire per una buona politica, invece siete più vecchi dei vecchi, NON AZZARDATEVI MAI PIU’ A RICANDIDARVI, vogliamo solo persone serie , competenti e soprattutto dall’animo pulito e buono.

    VERGOGNATEVI ASSIEME ALLE VOSTRE FAMIGLIE.