argentieroSi è spento all’età di 54 anni, il sostituto commissario Giulio Argentiero, in servizio presso il Commissariato di Cerignola fin dal mese di marzo 1989. Il funzionario, dopo aver intrapreso gli studi universitari, decideva, all’età di 25 anni, di intraprendere la carriera militare frequentando il corso da ufficiale di complemento, dove gli veniva assegnato il grado di sottotenente. Qualifica che ha ricoperto con dignità per un anno, quando decideva di congedarsi con il grado di tenente. Il 6 aprile 1987 entra a far parte della polizia di stato, dopo aver superato brillantemente la selezione e successivamente il corso da allievo agente, presso la scuola di polizia di Foggia. Terminato il corso di formazione, con la qualifica di agente, viene assegnato alla questura di Genova, dove ricopriva l’incarico di addetto all’ufficio di ricezione denunce, incarico che ricopriva brillantemente fino al mese di giugno 1988, quando, dopo aver superato brillantemente la selezione per allievo vice ispettore della polizia di stato, partiva alla volta di Nettuno per frequentare il relativo corso, terminato il quale, veniva assegnato al commissariato di Cerignola, dove per ben 10 anni ha ricoperto l’incarico di responsabile unico della squadra di polizia giudiziaria. Sono proprio questi gli anni in cui il funzionario si mette in mostra per le sue spiccate qualità professionali, considerando che in quegli anni a Cerignola si lottava contro la ferocia della criminalità organizzata, che disseminò per la città decine di morti, atti intimidatori nei confronti di commercianti e altro. Il Commissariato in questi anni collaborò attivamente con la D.I.A e con la D.D.A. di Bari nell’indagine che poi sbocco nella ormai famosa Operazione Cartagine che porto agli arresti ben 83 soggetti appartenenti alla malavita cerignolana, azzerando di fatto la criminalità organizzata in città.

In considerazione delle sue spiccate capacità organizzative e della qualifica ricoperta, veniva assegnato all’ufficio affari generali e gestione del personale. Incarico questo che ha ricoperto briosamente fino a venerdì scorso, quando un male incurabile ha deciso di porre fine alla sua brillante carriera. Sabato 15 giugno si sono svolte le esequie presso la Chiesa del Sacro Cuore di San Ferdinando di Puglia, paese dove viveva il funzionario, alla presenza delle più alte cariche provinciali della Polizia di  Stato. Successivamente la salma verrà trasportata nel suo paese d’origine, Vieste, dove riposerà in pace.

  • Occhio

    Peccato, così giovane, tanti sacrifici e poi……..

    Pace e bene all’anima sua.

  • Nunzio Di Giulio

    Caro Giulio,sei stato per noi un’amico speciale da prendere come modello di bontà,capace di tenere alto il morale degli uomini del Commissariato e di quanti ti erano vicini.Sarai sempre un esempio di sensibilità e di grandezza d’animo che ci accompagnerà per la vita.Così,non solo non ti dimenticheremo, ma ti faremo rivivere nella nostra esistenza anche se il tuo sorriso e la tua simpatia ci mancheranno moltissimo.Caro Giulio arrivederci in cielo.
    Nunzio di Giulio

  • tsunami

    Riposa in Pace…grazie per il tuo lavoro svolto sempre in maniera impeccabile.

  • marco

    sig giulio grazie di averti conosciuto .come amico e cittadino di cerignola ti voglio solo dire ,grazie giulio riposa in pace ,marco giancola,,,

  • lui

    gran persona che ha combattuto in una realta’ allora difficilissima come cerignola,in quei tempi si parla di una realta’ al livello della ndrangheta o della mafia siciliana o campana .