Strisce blu cerignola 1E’ di stamane la notizia di fallimento dell’AC Foggia, notizia che genera quasi naturalmente altre problematiche. Prime fra tutte i posti di lavoro e gli stipendi. «I lavoratori, non pagati, saranno licenziati, i servizi previsti dalla convenzione sospesi o non realizzati. Tutto a scapito dei cerignolani!», recita la nota congiunta odierna di segreteria e gruppo consiliare del Partito Democratico. «Adesso – continuano i democrats – c’è chi vuole mettersi, come suo solito, le medaglie sul petto dicendo: l’avevamo detto…» riferendosi chiaramente a La Cicogna.

La realtà però è un’altra, secondo il partito di via Mameli: «un anno fa il PD si è fieramente opposto, prima in commissione, poi in Consiglio comunale, alla stipula dell’accordo. Il PD ha fatto più interrogazioni al Sindaco e Assessore per chiedere i motivi dei mancati pagamenti nei confronti dei lavoratori, non ricevendo mai risposte esaustive, nell’ultimo consiglio comunale, poi, ha invitato maggioranza e opposizione a prendere una posizione chiara e decisa sulla questione, chiedendo di far valere la norma che nel regolamento permette la risoluzione del contratto. Centrodestra e Cicogna hanno deciso di tergiversare, i primi arrampicandosi sugli specchi e difendendo la convenzione, i secondi urlando, sbraitando e ingiuriando da palco e giornale per fare poi fare i gattini in consiglio, e scegliendo di tirare contro la proposta del PD! Oggi che la bomba AC Foggia è scoppiata dicono: lo avevamo detto…».

«Strumentalizzate pure quanto vi pare – conclude il Pd – ma questo non servirà a risolvere il problema, a dare le risposte ai quelle persone che restano senza stipendio e senza lavoro. Adesso il PD pretende che nel consiglio comunale di martedì prossimo il Sindaco venga a riferire e ad assumersi le sue responsabilità! Chiediamo, quindi, le dimissioni dei responsabili: l’Assessore Reddavide e del Dirigente/Comandante Mandrone, del Sindaco Giannatempo. Questa città non ne può più, né della disastrose incompetenza del centrodestra, né degli urlatori che continuano a sparare a salve e fare opposizione solo sulla carta!».

Dall’altro lato dell’opposizione, Franco Metta, attraverso il sito del movimento, commenta con un «come volevasi dimostrare». E aggiunge: «Ieri sera i dipendenti senza stipendio erano in Comune. Strano destino: tutti raccomandati dai politicanti nostrani; tutti vittime della loro raccomandazione. Hanno lavorato gratis per sei mesi, dicano grazie ai loro referenti politici».

Il dato essenziale è che una convenzione con diversi punti critici, noti a tutti tra maggioranza e opposizione, ha continuato a sopravvivere nonostante le numerose avvisaglie e interrogazioni. L’effetto che si ottiene oggi è: nessuna convenzione (leggasi nessun introito per il comune) e diverse lavoratori senza posto e con diverse mensilità arretrate. Riuscirà questa maggioranza a risolvere anche questo problema?

  • Pidiellina

    La notizia mi rattrista.
    Mi dispiace per i lavoratori che hanno perso il posto di lavoro e per le difficoltà che staranno attraversando.
    L’amministrazione ci ha provato.nessuno può garantire il successo o la certezza di un posto fisso ai tempi d’oggi.
    Quindi siamo obiettivi e giudichiamo positivamente questa iniziativa.
    È vero,è finita male ma il tentativo di dare posti di lavoro è stato fatto.
    Se l’attività non è stata positiva,lo si deve ai costi che hanno superato i ricavi.
    Succede in tutte le società.
    Auguro a tutti i lavoratori una vita migliore.

    • dark

      Ma cosa e stato fatto e avete illuso dei giovani pur raccomandati ad un posto di lavoro dopo che la società a preso dei fondi chiude i battenti come e successo la prima volta e per rimediare al danno gli avete fatti assumere dalla sia questi invece dove li mettete? in comune, nei vigili urbani, nella sia o in qualche cooperativa facendo scavalcare caso mai chi e da tanto tempo in lista di attesa, perché non lo gestisce il comune stesso e i vigili a controllare magari fanno qualcosa di utile facendo allo stesso tempo il loro dovere? sembra difficile in questo paese? se i costi sono eccessivi non si fanno e ne tanto meno li si fa gestire ad altri che poi chiudono dopo pochi mesi. Dare un lavoro a qualcuno in questo paese devi essere pregiudicato per poi prendere i voti da questi, violento che devi spaccare tutto come quando entro uno con un accetta bella grande e i vigili non si accorsero di nulla e solo dopo che sono stati allarmati quello ke fa spacca tutto per parlare con il capo dei vigili e non vi dico chi e, ultima cosa devi essere raccomandato a 90 gradi e sperare dopo che ti anno usato se esce qualcosa.

  • Pidiellina

    Voglio precisare che anch’io lavoro presso una società privata e sò benissimo che se dovesse fallire andrei a casa io e a mia volta,i miei dipendenti.
    Quando si firma un contratto questi concetti sono chiari.
    Quindi bisogna solo augurarsi che l’evento fallimento non si verifichi.
    Saluti

  • avanti popolo

    nnnnnooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • renziteo

    Ma la famigerata AC Foggia non è la stessa che ha avuto il primo disastrosissimo appalto con la mitica amministrazione Valentino, lasciando così un’eredità pesante e uno strascico rognoso a chi gli è succeduto?
    p.s. per i pochissimi che non dovessero ricordare, di seguito si tenta faticosamente di elencare alcuni degli assessori della stessa: sindaco Valentino (scuola serale) – Saccinto (diplomato a pieni voti) – Valentino il ragioniere – uno strano tipo mai più visto con una X5 – una ragazza che dall’oggi al domani diventa assessore all’urbabnistica e poi riscompare nel nulla, cioè da dove l’aveva tirata fuori chissà chi – un vicesindaco di cui non si ricorda neanche la faccia, figurarsi il cognome…e tanta gente ci aveva pure creduto nella “città per amico”!

  • ciro caggiani

    pidiellina scusa ma….
    i lavoratori non percepivano lo stipendio da molti mesi, non si parla dell’ultimo mese, quest’inverno io stesso avevo scritto qui di questa problematica e fui pure criticato da qualche scienziato del comune in anonimo, so bene cosa è successo.
    Han fatto capire loro di non protestare perchè comunque avrebbero ottenuto i loro soldi (pochissimi) ed era meglio non creare problemi.
    Della società in discussione non voglio parlare, ma il comune di Cerignola avrebbe dovuto immediatamente prendere le difese dei ragazzi che comunque lavoravano per la cittadina, non fosse altro che per le minacce che subivano continuamente, almeno perchè si prodigasse affinchè raggiungessero lo scopo per cui lavoravano, lo stipendio.
    Non l’han fatto certo per hobby.
    Se tu trovi soddisfacente che almeno il comune ci ha provato a dare un posto di lavoro, io ci provo disgusto e vergogna per come siano andate le cose.
    Questa storia anche se minimamente mi ricorda un po quella della Gema, nessuno ha colpa, i truffatori sono gli altri e tutti vissero felici e contenti.
    ti saluto a presto

    • Pidiellina

      Ciao Ciro,
      è giusto retribuire i lavoratori per quello che è loro e che meritano.
      Però è sbagliato paragonare questa situazione con quella della Gema.
      Sono storie completamente diverse e non si può accusare l’Aci di essersi arricchita con i soldi nostri.
      Andiamoci piano..
      Ribadisco che mi dispiace ci sia nell’elenco dei fallimenti un’altra società..
      Ancora buona fortuna a tutti i lavoratori.
      A presto..

  • Pinuccio Bruno

    (seconda ed ultima parte)

    Mi fa sorridere la proposta del PD, non perchè ha chiesto le dimissioni dell’Assessore Franco Reddavide,
    e del Sindaco, quando bastavano solo quelle del Sindaco, che automaticamente farebbe decadere le mansioni
    di Franco Reddavide, ma perché incoerente e sproporzionata. Sul caso GEMA che riguarda un fallimento di
    20 miliardi di vecchie lire, ribadisco,
    continua a tacere e sul CASO AC
    Foggia fa la voce grossa . Può mai
    essere credibile questo PD come opposizione?
    Per me, NO!

    Il volpone dal manto
    a chiazze Franco Metta che la politica la sa fare (in maniera cinica , a
    proprio vantaggio) sicuramente meglio di questo PD locale, ben si è
    guardato di chiedere le identiche dimissioni per evitare di fare la stessa brutta figura
    di incoerenza fatta dal PD.

    22-6-2013

  • Pinuccio Bruno

    (prima di due parti)

    Mi astengo dall’esprimere la mia opinione in merito alla neo
    polemica sorta tra il PD e La Cicogna, perché i fatti precisi non li conosco. Sono
    certo, invece, che dette forze politiche
    di opposizione, compresa quella caduta nell’oblio più profondo di nome Moderati
    per Tonti rappresentata dal Consigliere Gianni Ruocco quando, più volte sollecitate dal sottoscritto a promuovere un
    consiglio comunale straordinario sullo scandaloso CASO GEMA, se ne sono sempre
    “fregate” facendo trasformare i miei dubbi in quasi certezza. Tra l’altro, tale e tanta è la loro strafottente arroganza
    che nessuna di esse si sia degnata di proferir parola a giustificazione del NON operato.

    Giorni fa si paventava il fallimento della SIA e prima ancore
    del nostro Comune. Ora apprendo la notizia di fallimento anche dell’AC
    Foggia. Questa è una situazione non più sostenibile, sulla quale, a mio
    avviso, va fatta chiarezza. Non è
    possibile che Cerignola sia diventata “benefattrice” tutto d’un tratto!

  • W L’ITALIA

    FALLIMENTO PREANNUNCIATO, succede e succederà sempre, fino a quando ci saranno Politici come quelli che abbiamo avuto negli ultimi 40 anni, rassegnatevi sarà sempre e solo così. Ma dove si è visto mai, che Aziende private o non, si possono permettere di fare certe cose, ma ci rendiamo conto? poi si parla di Costituzione, di leggi, ma per piacere, non facciamo finta di nulla, AMMETTIAMOLO, IL POPOLO ITALIANO in generale non è capace a nulla, i Politici Italiani sono degli incapaci, sono mesi che girano intorno ai posti di lavoro e all’IVA, è una presa per i fondelli, nessuno dice questo, l’IVA la possono portare pure al 10% le attività continueranno a chiudere comunque perchè non hanno capito una cosa fondamentale che il problema non è solo l’IVA, ma bensì i FURTI E GLI SPRECHI GIORNALIERI DI MILIONI DI EURO AL GIORNO CHE CI PASSANO SOTTO AL NASO. Possibile che abbiamo tanti esempi di Stati che funzionano e che a nessuno dei nostri Politici interessi prendere esempio? Ci sono Stati che hanno URGENTE BISOGNO DI IMMONDIZIA PER TRAMUTARLA IN ENERGIA, E NOI INVECE STIAMO INQUINANDO TUTTO , SIAMO DEGLI INCAPACI, CI SONO FUNZIONARI, DIRIGENTI POLITICI ECC.ECC. CHE RUBANO TUTTI I GIORNI LO VOLETE CAPIRE? E STA’MC!!!!
    IN BRASILE AVETE VISTO COSA STA SUCCEDENDO? E’ SOLO UN ESEMPIO.
    A NOI CI DISTRAGGONO CON LA STRONZATA DELL’IVA, QUANTI PROGRAMMI TELEVISIVI PER L’IVA, MA I PROBLEMI SERI SONO TUTT’ALTRO.
    Mo vedete in quanti non saranno daccordo su quanto scritto, e quante puttanate leggeremo. Povr a nòù.

  • concervello

    Chiedo ai Parcheggiatori: ma perché avrebbero voluto fare quel lavoro per tutta la vita?? Dovrebbero essere contenti così sono invogliati a trovare un lavoro più dignitoso e degno di quel nome!!
    Piuttosto adesso gli amministratori della città sono nella cacca: lo stato di sicurezza delle strade cittadine e il rispetto del codice della strada raggiunto chi lo garantirà ora che non ci sono più parcheggiatori, grattini e autovelox???
    Quante risate poveri noi!!!!

  • oracolo

    Sbirciando nel portale MPC ci si imbatte sempre e comunque in simpaticissime esternazioni, intrise di “paranoia” politica, del solito leader del movimento (unico per giunta a poter partorire concetti di senso compiuto, peraltro dall’alto della sua “immacolata” carriera politica).
    Il diritto di “critica” dell’azione amministrativa, è un diritto/dovere di chi fa politica.
    Di fatto però quasi tutti gli appunti che il guru eleva nei confronti dell’amministrazione comunale ma specialmente avverso il suo “incubo” Giannatempo, risultano sempre strumentali se contestualizzati per logica e responsabilità oggettiva, in un tessuto sociale come quello locale.
    Mi chiedo:
    per mantenere ad una media altezza il dibattito, non sarebbe meglio circoscrivere le discussioni nell’ambito di una dialettica politica meno intrisa di chiacchericcio da massaia frustrata ?
    Il demagogico sfruttamento di un portatore di handicap, trasformato in fotoreporter d’assalto, da “qualcuno” in maniera preconcetta, non abbassa la soglia della discussione politica democratica e di dignità sociale?
    Quando si trasforma il linciaggio morale soggettivo in “satira” da bassa lega, non si offre uno scarso servizio informativo alla popolazione?
    Quando si cerca di confondere l’opinione pubblica associando il caso GEMA al caso A.C. Foggia, non si cerca di sfruttare le forme più infime di propaganda elettorale?
    Quando invece si utilizza il web, per diffamare con enunciati menzogneri, battutine di
    basso lignaggio o fotomontaggi neanche originali, ma scopiazzati come al solito da altre strutture editoriali, ciò non è “sciacallaggio”?
    Se poi qualche “solito noto” lo fa con il presupposto, di innescare nella collettività mediatica al “suo” seguito, sentimenti di indignazione nei confronti dei “suoi” avversari, creando i presupposti di una falsa impunità enunciativa, questo è
    “incitazione alla diffamazione” specialmente se proveniente da un “addetto ai lavori”.

  • unico

    nessuno parla pero’ dei soldi che il comune, e cioe’ noi’ abbiamo dato ad ac foggia per pagare i propri debiti e di questo assessori e dirigenti ne erano consapevoli ora voglio vedere i vari consiglieri di maggioranza cosa diranno. io glieli farei cacciare a loro sti soldi che ac foggia ci ha derubato. si potevano fare strade, pulmini,pagare le cooperative sociali e tanto altro. vergogna .

    • informato

      Caro amico sei poco documentato e non saprei se sei in malafede, ma il Comune non ha pagato nulla ad A.C. Foggia in quanto, questa volta ha sentito puzza di bruciato, per cui i cittadini di Cerignola non hanno perso neanche un centesimo.

      • unico

        guarda che io so che il comune di cerignola ha versato una parte delle fatture da 36000 euro mensili, che sono andate non per fare i servizi che ac doveva fare ma i restanti euro da versare cmq sono un credito che ac deve avere e che eventualmente andranno nel pentolone del fallimento.
        praticamente il comune paghera’ per cose non avute

        • informato

          Ti sei già sostituito al giudice fallimentare.Quando non conoscete gli atti, siete pregati di stare zitti, innescate processi confusionari più di quanto non lo siano già.

          • unico

            comunque domani in consiglio comunale se ne parlera’ e siccome sono soldi nostri che sti personaggi buttano io ci vado e ascolto.

  • Pinuccio Bruno

    RISPONDO A “ W L’ITALIA”:

    Egregio anonimo Signore, le sue sono sacrosante verità. Sono
    d’accordo con Lei in tutto quello che ha scritto. Continui ad esprimere le sue opinioni senza porsi alcun problema. Metta in conto
    sempre che, non tutti siamo uguali e proprio
    per questo vi potrà essere chi condividerà
    e chi invece no quello che andrà a
    scrivere .

    Mi piacciono molto
    quegli intercalari che dicono : “E STA’MC” e “ “POVR A NO’U’”. Il loro significato dice tanto!

    23-6-2013