Rubrica - Scrivo per...
Rubrica - Scrivo per...
Rubrica – Scrivo per…

Uno scrivo per rivolto al Sindaco. Tema della missiva elettronica è l’inquinamento serale provocato dalle auto che ‘passeggiano’ lungo il corso cittadino. Di seguito la missiva.

Caro Sindaco, Antonio, questa sera sono tornato a casa dallo studio a piedi, ma spesso il tragitto lo faccio in bicicletta. Questa sera il Corso, dal Duomo alla Mezza Luna, era un unico serpentone di auto con dentro gente che “passeggiava” seduta sui sedili godendosi l’aria condizionata o respirando lo scarico delle auto. Questa sera faceva veramente caldo e puoi immaginare quanto sia stato penoso percorre quel tragitto nell’aria fritta prodotta dallo scarico del serpentone e dal caldo. Un mare di macchine alle 21,30 ammorbava l’aria ai pedoni e agli incauti ciclisti che pensavano, invece, di poter passeggiare e ciclare potendo godere di quel po’ di aria che in assenza del malefico serpentone non sarebbe stata aria fritta. Ma tutte quelle auto dove dovevano andare?  E i loro passeggeri quale importanti impegni avevano a quell’ora da dover utilizzare l’auto per spostarsi? Nessun impegno, niente che possa impedire ad una città con un po’ di civiltà e di civismo di chiudere alle auto l’intero Corso, dal Carmine alla Mezza Luna, e mandare in periferia tutti quelli, mediamente due per auto, che, per un errato concetto del suo uso, impediscono ad un numero ben superiore di cittadini, piccoli e grandi, a piedi e in bici, di vivere alcune ore della giornata sulla strada “cuore” della città. Ci si potrebbe sedere ai tavoli dei bar, curiosare davanti le vetrine dei negozi, parlare, incontrare amici e conoscenti, e poi lasciare liberi i bambini con le loro bici. Invece, per l’insano concetto di “passeggiare in auto” di chi non sa vivere con il c.. sedere incollato ad un sedile, noi pedoni e ciclisti siamo costretti a rinunciare alla passeggiata, quella che si fa muovendo le gambe poggiando i piedi a terra o sui pedali. E penso anche agli amici in carrozzina che soffrono ancora di più in questo marasma di auto (e pericolose motociclette). Caro Sindaco deve sempre prevalere la stupidità dei pochi? Devo farti l’elenco di tante città grandi, meno grandi e piccole della nostra Puglia (non c’è bisogno di andare lontano) che dedicano ai loro cittadini ambiti urbani (strade, viali, piazze, slarghi) liberi dalle inquinanti auto? In genere le chiamano aree pedonali e/o ciclabili, dove i commerci non muoiono, anzi sono favoriti dalla circolazione dei pedoni e dei ciclisti che hanno modo di “vedere”. Non ci vuole poi molto: il coraggio di stare dalla parte dei più e mandare al diavolo “i cretini di ogni età”. Ti ringrazio per l’attenzione e spero, fra qualche giorno, di poter tornare a casa a piedi o in bici senza dovermi calare sul naso e sulla bocca la mascherina protettiva come nelle peggiori città inquinate. Un caro saluto Marcello Cioffi.

  • enzo sgarro

    parole sante Ing. purtroppo la ns città vive di contraddizioni stridenti, la benzina costa cara, la crisi, la disoccupazione, ma le macchine aumentano per il corso, impedendo a chi vuole passeggiare di respirare un po’ di aria, privilegiando i rapporti umani, e guardando anche le vetrine. Purtroppo la stessa domanda la posi alcuni anni fà a suo fratello Lucio allora facente parte dell’amministrazione comunale, mi rispose che per come struturata Cerignola, era impossibile transennare tutte le strade. Oggi questa amministrazione afferma che i negozi soffrirebbero ulteriormente la crisi. Non sono affatto convinto di questa scusa in quanto i migliori introiti si hanno quando il corso è chiuso al traffico, vedi le notti bianche, in quanto solo allora il cittadino guarda le vetrine, confronta i prezzi e non ha l’assillo del parcheggio. Mi fà piacere che qualcuno risvegli la coscienza a comando, dal momento che lo stesso problema era marcato già da qualche anno, e lo dice chi le passeggiate serali le pratica da anni e che al momento passeggia solo per le strade di periferia dove non c’è traffico.

    • Raffaele cerignolan-romano

      Vorrei suggerire a chi usa la macchina a Cerignola per il corso principale dalle 21,30 in poi che in ogni grande / piccola città civile pedonalizzare il corso non significa che i mezzi di soccorso non devono o non possono passare tutt’altro; Cerignola non è Roma; Londra o New York. Se vuoi andare da casa all’ufficio e viceversa o ti fai due passi a piedi oppure usi i mezzi pubblici che potrebbero avere corsie preferenziali sgombre e faresti prima a raggiungere le mete

  • Giovanni T.

    Solite sterili polemiche. Basta andare in villa, in piazza della repubblica, giardini dalla chiesa, parco 2 giugno e tanti altri posti per non trovare traffico e risolvere il problema. Chiudere 500 metri di una arteria così importante potrebbe creare ostacoli ai mezzi di soccorso o alle forze dell’ordine per eventuali emergenze. (mia semplice opinione).

    Grazie.

  • Very Normal Citizen

    Possono anche essere giudicate polemiche + o – sterili, ma quanto affermato è sacrosanta verità. Forse è arrivato il momeno di incominciare a pensare seriamente ad un piano di viabilità che tenga conto dell’esigenza di chi va a piedi o in bicicletta. A cominciare dai bambini categoria, di fatto, dimenticata da tutti.
    Buonasera
    ps. qualcuno ha notizie delle panchine di Piazza 2 giugno?

  • Pidiellina

    Esistono i marciapiedi per i pedoni e le piste ciclabili x chi vuole andare in bici..
    Volete monopolizzare tutto?..
    Sul corso ho il mio ufficio e posso garantire che il passeggio pedonale è realmente scarso..quindi chiudere le strade per pochi pedoni mi sembra una scelta sbagliata..
    Chi non vuole stare nel traffico,esca a piedi ed utilizzi i marciapiedi..
    E dico a coloro che escono in bici di essere più disciplinati perché non rispettano nessun senso di marcia o cartello stradale!!!
    Siamo sinceri in tutto!!..
    Saluti

    • Very Normal Citizen

      Invero non mi risulta..
      ma ammettendolo, forse è scarso perchè si respirano solo gas di scarico?

      • Pidiellina

        Ciao Very,
        non credo proprio..
        È piuttosto la pigrizia della gente e la scarsità di offerte presenti sul nostro corso..

  • giuseppe

    ho letto più volte la risposta della pidiellina. Non ho capito perché dare un’etichetta politica alla propria stupidaggine che sfiora il servilismo. Se i pedoni hanno diritto ai marciapiedi, gli automobilisti non hanno diritto a parcheggiare né sugli stessi, né in modalità che esce da ogni geometria studiata a scuola, né in doppia e tripla fila, né davanti agli scivoli dei marciapiedi (piste ciclabili) stessi. L’uso della macchina a volte è solo questione di vivere civile e nient’altro

    • Pidiellina

      Sei sconvolgente!!..
      Tutti devono avere rispetto verso gli altri,siano essi,pedoni,ciclisti o automobilisti!!!
      Che discorso è quello che hai fatto?!!….
      È chiaro che il senso di civiltà o ce l’hai o ti manca!!…
      Facevo notare proprio questo..
      Nessuna categoria può essere discriminata rispetto ad un’altra,solo per il mezzo di trasporto che si utilizza,siano esse le quattro ruote,le due o le proprie gambe!!!!
      Comprendi ora?!!..

  • ciro caggiani

    pidiellina scusa ma….
    qui l’argomento è lo smog non dove devono o non devono circolare le cose.
    dalle 19 di sera in poi Cerignola diventa più trafficata di Città del Messico all’ora di punta. Se esci per una passeggiata con un neonato in passeggino, per il corso. il bimbo dopo 10 minuti diventa fosforescente.

    • Pidiellina

      Ciao Ciro,
      mi sembri esagerato…
      Io spesso sto a Bari..non c’é paragone..
      In proporzione alla densità di popolazione,noi stiamo d’oro!!!..
      Questo traffico non é poi così sproporzionato..
      E non credo lo smog superi i limiti della tollerabilità..
      Se hai dati diversi,sono pronta a rivedere le mie opinioni….
      Buona serata..

  • MICHELE BIANCARDI

    vado di fretta scrivo una sola parola che dovrebbe riassumere tutta la situazione di Cerignola relativa al traffico e allo smog: SCUTEROONN (SENZA CASCO OVVIAMENTE) .

  • oracolo

    Una vecchia canzone del 1967 di Antoine dal nome “Pietre” recitava nel testo …..se sei bello ti tirano le pietre, se sei brutto ti tirano le pietre, qualunque cosa sei, qualunque cosa fai tu sempre pietre in faccia prenderai…..!
    Il popolo contesta ed approva indiscriminatamente tutto ciò che “soggettivamente” soddisfa o non soddisfa le proprie concezioni ed aspettative di vivibilità urbana, e alla fine tutti hanno l’arrogante pregiudizio di possedere la verità in tasca.

    La difficoltà in chi decide, sta nel fatto che qualsiasi decisione adotti, troverà sempre e comunque l’opposizione di altri che la pensano esattamente al contrario.

    • Rita

      e tu scansati, tanto è vero: sempre pietre in faccia prenderai! E’ il tuo destino, a meno che non cambi “hobby”. E non ti conviene fare il paragone con Taranto, perchè nonostante la possibile “debacle occupazionale”, il popolo tarantino ha rialzato la testa contro un colosso come l’Ilva. Pensi che a Cerignola non sia possibile rialzare la testa? Stai attento, potresti ricevere una brutta sorpresa. intanto, scansati dalle pietre….. 😉

      • oracolo

        Ma tu sei sempre tra le scatole?
        Con te e quell’altro non intendo discutere di nulla.

        L’educazione è alla base di un confronto dialettico, e voi non siete educati.

        • Rita

          non sei riuscito a scansarti…eppure ti avevo avvertito 😉

          • oracolo

            Non sei stata in grado neanche di percepite il senso del mio esempio. Pensi veramente che io possa intimorirmi delle tue pietre?

  • Very Normal Citizen

    Wow.. sono colpito..

    Non voglio fare facile ironia, ma se è vero che si troverà sempre chi la pensa diversamente (per fortuna), tranne quando “la rete non dispone l’allontanamento” ;))) rimangono i fatti e le constatazioni che diversamente dalle opinioni sono lì. Sotto la luce imparziale della realtà. Inopinabili e.. fosforescenti 🙂
    E, magari, si potrebbe anche fare qualche discorsetto su una certa ‘frequenza anomala’ di determinate patologie sul nostro territorio.. ma questo è un argomento troppo importante per trattarlo in un blog e certamente al di là del tema dell’articolo.
    Sig. Oracolo, vista la sua indubbia cultura musicale, certamente conoscerà ‘il conformista’ di Gaber.. ottima canzone.

    Buonasera a tutti

    • oracolo….alias osservatore

      Lei ritiene di essere al riparo dall’essere “conformista” alla Gaber, per Il solo fatto che denuncia il prolificare di “frequenze anomale” di patologie invalidanti o cancerogene? Il mondo è pieno di salutisti della domenica, che comodamente stravaccati in poltrona dettano strategie di intervento senza conoscere in alcun modo le sinergie che si innescano per processi riformatori di tale portata. Caso ILVA docet, dove l’evidente ed inconfutabile inquinamento ambientale, viene messo in discussione in forza ad una debacle occupazionale.
      Sappia che tra il dire e il fare c’è sempre di mezzo il mare.
      Non si ritenga Sherlock Holmes, sapevo benissimo che avrebbe intuito la connotazione linguistica.

  • MICHELE BIANCARDI

    Ciao a tutti ciao Very,non riesco a capire questa volta cosa ci sarebbe di complicato a chiudere il traffico dopo le 21:30 .
    Forse le lamentele dei 4-5 bar che si trovano per il corso????
    Allora stiamo freschi,se ci si fa condizionare da queste ca zza te .
    Credo che in primo luogo la gente si abitua e, comunque sia, la salute della collettività dovrebbe venire prima di tutto.
    La ”movida” Cerignolana (i fan caz zisti dell’ora tarda che al mattino non fanno una bel niente)imparasse ad usare di più il tacco e la punta.

    E’ SEMPLICEMENTE ASSURDO CHE CERIGNOLA IN MATERIA DI TUTELA AMBIENTALE E SALUTE PUBBLICA é FERMA ALL’ANNO 0.
    INTANTO LE PERSONE CONTINUANO AD AMMALARSI DI C- A- N -C- R- O MA CIò SEMBRA NON INTERESSARE A NESSUNO .
    SVEGLIATEVI TUTTI QUI PARLIAMO DELLA VITA DEI NOSTRI FIGLI E DEI NOSTRI CARI,NON PENSATE SEMPRE E SOLO ALLA POLITICA .

  • Rita

    E’ notorio che un pò di gas di scarico non può far altro che bene ai nostri polmoni, no? E che i ciclo/pedoni sono prepotenti e cattivi! E inquinano col solo pensiero, peggio dei tubi di scappamento…..E allora, gasiamoci! Ecchessaràmmai? Così quei quattro esercizi commerciali che stanno sul Corso potranno avere gli acquirenti che gli arrivano fin dentro il negozio con la macchina…sai quanti acquisti in più faranno? Purtroppo viviamo nel far west, le strade sono terra di nessuno, ognuno ci fa quello che gli pare……

  • W L’ITALIA

    SCRIVI SCRIVI PURE, SCRIVIAMO SCRIVIAMO PURE, state tranquilli tanto nessuno ci ascolterà, nessuno ci CAGA.
    PER CAMBIARE I CERIGNOLANI E PARLIAMO DI UNA BUONA FETTA LI DEVI ARROSTIRE SULLA BRACE.
    NOI PER NATURA SIAMO SBRUFFONI, SIAMO CAPACI DI MASSACRARE UNA PERSONA PER NULLA, ma se ci vietano dei DIRITTI nessuno fa nulla, sapete perchè? Perchè quando si parla di DIRITTI non sappiamo nemmeno di cosa si sta parlando.
    IL DOVERE? di fare gli sbruffoni, di sfilare con la propria auto, senza pensare che per strada stiamo spargendo morte e malattie alle prossime future generazioni, praticamente ai nostri FIGLI, ai nostri NIPOTI, a Cerignola chi va in bicisecondo qualcuno, è un povero cristo un esaurito, ecco la CULTURA CERIGNOLANA DA DISINTEGRARE.

    APRIREMO COMUNQUE UN CIRCOLO : I CERIGNOLANI STUPIDI.
    E DIAMOCI UNA MOSSA, A CAMBIARE QUESTO PAESE CHE NON MERITA ASSOLUTAMENTE TUTTO QUESTO.

  • La verità

    Ma se si è perso l’amore per la Famiglia, figuriamoci per la povera Cerignola, si sono persi tutti i valori.
    CERIGNOLA HA BISOGNO VERAMENTE DI PERSONE CHE AMANO INNANZITUTTO I VALORI E DI CONSEGUENZA IL RESTO.
    DIVERSAMENTE SARA’ LA FINE, MA LA FINE PER TUTTI, METTIAMOCELO BENE IN TESTA ANZI NELLA TESTA PIENA DI VERMI CHE ABBIAMO.

  • michele biancardi

    Esempio:quei paletti che fuoriescono dal suolo per chiudere il traffico fino ad oggi sono serviti solo a dare sollievo a qualcuno che soffre di emorroidi…….

  • Very Normal Citizen

    Per fortuna è ancora sabato quindi il mio salutismo domenicale è salvo..

    Vede oracolo (o osservatore), il fatto di aver cambiato nick per sua sfortuna non ha cambiato la pochezza dei suoi interventi e di conseguenza il mio interesse verso gli stessi.. Però mio malgrado mi corre obbligo risponderLe.
    Lei, non so quanto consapevolmente, da come si legge investito di poteri e responsabilità che riguardano la collettività, continua a difendere a spada tratta il percorso piuttosto che il risultato. La procedura piuttosto che l’obiettivo. E, facendolo, scrive cose di cui non sa.
    La immagino come qualcuno che messo lì, abtorto collo, si trova a dire si o no ed a cui spiegano di volta in volta cosa pensare…

    Sia gentile, però, come ho già detto, alcuni argomenti sono troppo seri ed importanti per trattarli in un blog. Non si può parlare di frequenze anomale (che, ripeto, sono una cosa seria) come se parlassimo di gema… (*), se vogliamo farlo troviamo un modo per uscire allo scoperto e ci guardiamo in faccia. Ed analizziamo tutti i “processi riformatori” che possono e devono crearsi per ribaltare un sistema che ormai non funziona più, per noi e per i nostri figli…

    Sono processi che riguardano tutto il sistema e chi ne parla ne ha piena contezza, e le loro dimensioni non comportano la necessaria rinuncia all’impresa, piuttosto l’importanza della posta in palio ne dovrebbero anticipare l’interesse e l’attuazione. La bibliografia in materia è enorme, ma può incominciare con i 5 pilastri di Rifkin (che non sono utopia, ma il futuro sebbene non immediato). Ma, ripeto, non è questa la sede.. Ciò che credo sia importante dire è che i grandi cambiamenti sono prima che strutturali, ideologici. Ed è quello il primo grande scoglio da superare.. come lei dimostra chiaramente.
    (*) visto che mi torna in ballo, mi sembrano obbligatorie alcune considerazioni del tutto personali riguardanti la responsabilità “politica” legata al caso GEMA ed in particolare sulla inazione in forza della legge 33/09 -possibilità di emettere nuovo bando di gara per l’incasso dei tributi-, che a mio avviso (ma non a SUO avviso), sono reali e concrete.
    un ragionamento semplice:

    (1)la sopracitata legge permetteva, dopo anni, di emettere il bando: per i non addetti, praticamente il Comune avrebbe potuto (possibilità non obbligo) emettere un bando tale per cui partecipavano più società alla gara di gestione degli incassi e non più solo GEMA;

    (2) l’emissione del bando avrebbe probabilmente fatto vincere l’AIPA o altra società al posto della GEMA così come successo a Foggia;

    (3) indipendetemente da chi avesse vinto la gara, il vantaggio immediato di questo passaggio sarebbe stata la riduzione dell’aggio di incasso che nel caso di Foggia si aggira introno ai 3 punti percentuali (questo è solo un esempio di info recepite su Foggia, cmq parliamo di un risparmio annuo molto rilevante ipoteticamente anche superiore ai 500.000 euro di risparmio)

    (4) la ulteriore conseguenza positiva di questa azione (che ribadisco non era DOVUTA, ma OPPORTUNA), è data dal fatto che le società partecipanti e quindi la vincitrice (probabilmente AIPA), avrebbe dovuto presentare in gara adeguate garanzie fideiussorie nei confronti del comune (cosa di cui GEMA non disponeva più), e questo avrebbe avuto la naturale conseguenza del fatto che non ci troveremmo ora ad inseguire i nostri soldi come purtroppo poi è avvenuto,- sebbene nel 2010 non ci fossero elementi per valutare negativamente la gestione GEMA (sia chiaro)-.

    (5) ecco come un atto di buona ed opportuna amministrazione comporta, anche senza responsabilità penali, conseguenze positive per la collettività. e le dico questo pensiero condiviso da alcuni amici di penna-, senza disincanto alcuno… (intelligenti pauca). fine

    Stia bene

    • oracolo

      Visto che a me non corre l’obbligo rispondere, mi esimo dall’esplicitare in maniera compiuta quanta disapprovazione nutro nella lettura del suo intervento, che ritengo per la parte moralizzatrice, autocelebrativo, mentre per la parte cronologico-procedurale (caso Gema) ripetitivo di concetti e notizie che lei come altri, avete acquisito da miei interventi.
      Di incontrarci non se ne parla nemmeno.
      Abbia cura di se.

      • Very Normal Citizen

        Sono d’accordo. Rispondere è un obbligo morale. E, di moralità, lei ne è la prova, ognuno ha la propria.
        Cmq il suo sottrarsi dà l’esatta dimensione del suo interesse verso argomenti sui quali esprime eslcusivamente facile retorica e qualunquismo spicciolo. Si ascolti Gaber ogni tanto.. le sarà utile!
        Circa le info di Gema, non si illuda non è unico detentore del sapere, anzi.. sappia che basta avere tempo ed attenzione e tutto si trova.
        Ed il tempo, gentile signore, è un giudice a cui è difficile sottrarsi..
        Stia bene

        • oracolo

          Se lei crede che la moralità si quantifichi o si acquisisca con semplici disquisizioni su temi ambientalisti con fervente ardore, ma senza di fatto esporsi a null’altro che non sia la semplice lettura de ” i 5 pilastri di Rifkin” o l’ascolto delle canzoni di Giorgio Gaber faccia pure, io resto radicato alla mia moralità, ispirata ad altro.
          Il tempo sarà giudice di quanto avviene, ma nel frattempo lei si curi nel suo spirito.

          • Very Normal Citizen

            Non abbia pensieri per il mio spirito che non ha bisogno di cure, piuttosto si peoccupi del suo che è in evidente stato di bisogno.

            Non le rispondo sui contenuti in quanto, semplicemente, non ce ne sono. Solo pensieri conto terzi..
            Un amico di penna (ciao Prof) che in passato amava dare voti non le avrebbe concesso più di un 3– (tre meno meno), ma lui era più largo di me in questo..

            buonasera

          • oracolo

            Non sono abituato a dare voti, i voti li danno tipi come lei che vivono di autocompiacimento. I pensieri conto terzi sono certamente quelli suoi, che non hanno matrice propria, debbono necessariamente ispirarsi “conformisticamente” a qualcuno, magari sbirciato in internet, che sia Rifkin o Gaber o chiunque altro. Le ripeto curi il suo spirito, è intriso di autostima.

          • Very Normal Citizen

            Dare voti è un riporto ludico che evidentemente non può comprendere; cmq per sua sfortuna tutti, nessuno escluso, siamo soggetti a giudizio. E lei non fa eccezione.

            Mi accusa di autocompiacimento, ma su quale base? solo perchè le faccio notare la pochezza di quanto dice? la sua ripetitività? il suo infantile ribattere a specchio ciò che Le evidenzio? il suo scappare ogni volta c’è necessità di chiarezza o approfondimento? se non fosse infondato sarebbe divertente..

            Vede oracolo, in questo afoso pomeriggio di inizio estate lei mi fa un complimento: mi dice che ho autostima (che è cosa buona, concetto ben diverso dal sussiego che lei manifesta in ogni occasione).
            E’ vero ne ho e ne ho ben donde. costruita con le mie sole forze e senza dire grazie ad alcuno.
            Sinceramente non credo lei possa dire altrettanto.
            Con questo la saluto. Non c’è costrutto.

          • oracolo

            Il suo pensiero nella sua globalità, connota in maniera perfetta il “personaggio” che lei si è cucito addosso. Il finale è quanto di più vanesio ed giuggioloneggiante avrebbe potuto esprimere per rappresentare se stesso e confermare il mio pensiero, nel caso specifico e solo per questa volta in termini di punteggio (2+).
            Se quello che esprime è il frutto delle sue sole forze, ha costruito ben poco, visto che il suo egocentrismo la conduce a ritenersi unico nel suo genere ad essersi “fatto” da solo.
            Per il costrutto ……… non pervenuto……!!!!!!
            Affettuosamente ???????????

  • Rita

    forse non hai capito…da te non ci aspettiamo nessuna risposta, anche se ti “corre l’obbligo ” ISTITUZIONALE di dare risposte! Non hai niente da dire perchè hai interessi da coprire. E’ evidente ;).

    Very è ammirevole nel suo sforzo di chiarezza, ma con te (e solo con te) è del tutto sprecato; invece, è molto utile per far capire agli altri cittadini quanto siamo male e/o sciattamnente amministrati!

    PS: incontrarti è proprio una cosa che non sfiora nemmeno l’anticamera del nostro mononeuronale cervello…stai scialla! Stiamo benissimo senza di te, sappiamo di non perderci NULLA 😉

    • oracolo

      Ma tu cosa centri ? Cosa cerchi ? Chi sei l’avvocato d’ufficio del clan ? Hai capito che con te non voglio discutere ? Nè tanto meno mi interessano i tuoi giudizi e le tue considerazioni, che trovo sempre demagogiche e vuote di reali contenuti.

  • Il professore

    Egr.Osservatore ( non mi riesce di chiamarla Oracolo per comprensibili ragioni ),
    A differenza degli altri affiliati al “clan”, avrei il piacere di incontrarLa personalmente per testare “de visu” le sue qualità dialettiche.
    Da attento lettore di questo blog, mi sono fatto un’idea su chi si cela dietro il suo nickname…….
    Penso che Lei sia un assessore della Giunta Giannatempo,
    libero professionista prestato alla causa pubblica,
    di indubbia fede politica di destra,
    in perenne guerra contro il guru cicognino che tanto fastidio le arreca nello svolgimento delle sue mansioni,
    in buoni rapporti con l’opposizione di destra e di sinistra più moderata,
    ferrato in questioni amministrative ma non in quelle tecniche,
    di chiara estrazione culturale “classica”,
    non era un predestinato della politica locale,
    ma da battagliero “ragazzo di strada” ha conquistato con sudore la posizione che occupa……
    …eppure……rinnegando la sua storia …..
    ….condanna in modo sprezzante il tentativo di alcuni liberi cittadini di partecipare più attivamente alla problematiche della nostra città ……………………………………………………
    ……………………………………….
    Questa non è politica! Questa è una scientifica, sistematica opera di sabotaggio nei confronti della città che dite di voler amministrare. Della città a cui dite di voler bene!
    Della città dei cui problemi vi volete far carico!
    Della Vostra città!

    • noteppek

      quedd nonness mang su ghenghie d sold
      ste tantabbùn
      che ss’n frog d C’rgnol
      bast ka mang chi solt nustr.

  • ciro caggiani

    osservatore aveva detto che non scriveva più invece non ce la fa proprio a ritirarsi, è masochista.
    il nuovo nick che ha scelto gli calza a pennello, oracolo….in cerignolano….u’raccul
    non poteva fare una scelta più azzeccata alla sua persona

    • oracolo

      Ecco arriva la melma. Addio restatevene con lui….!!!!

      • noteppek

        Caggiòn ton arraggiòn
        m’sà ca la melm sì proprie tòu

  • michele biancardi

    Per me l’argomento e’ troppo serio non accetto nessun tipo di divagazione filosofica e nessuna giustificazione resa da concetti astrusi e pseudocervellotici.
    L’azione delle varie amministrazioni,negli anni,relativa al tema ambiente e’ stata ed e’ vergognosamente assente,senza ma e senza se.
    Riepilogo la situazione ;Discarica ciclopica a pochi km dal centro abitato,un inceneritore che per anni ha funzionato con controlli dubbi se non assenti,un altro inceneritore a pochi km attivo e funzionante,controllo fertilizzanti e altezza fusti inesistente,ricordiamoci che il nostro e’uno degli agri piu’ grandi d’Italia,casi di appezzamenti che irrigano con acque inquinanate prodotti che finiscono sulle nostre tavole,traffico h 24 anche a 40gradi,ripetitori piazzati in ogni dove,discariche abusive contenenti ogni tipo di materiale ecc ecc. Sicuramente ho omesso qualcosa,comunque sia la situazione e’ drammatica anche perche’ il tutto e’ purtroppo avallato dagli innumerevoli casi di tumore che colpiscono i cerignolani.
    Quindi cari amministratori, poco spirito, poca saccenza perche’ l’aria e’ amara in tutti i sensi,si puo’ sorvolare su tutto ma non sulla salute dei nostri figli.