Leo Caroli - LavoroA soli sei giorni dall’attivazione dell’avviso Microcredito, sono state presentate 93 richieste di prestito per un totale di 2 milioni di euro circa e un finanziamento medio per domanda di 22.300 euro.

Ne ha dato notizia l’assessore al Lavoro della Regione Puglia Leo Caroli in occasione dell’appuntamento del progetto Capacity Building, competenze per la pubblica amministrazione nelle regioni obiettivo convergenza, che si è tenuto oggi a Bari.

«Sebbene siano cifre provvisorie – ha spiegato Caroli –  questi numeri dimostrano interesse alla misura. L’obiettivo resta quello di agire sui punti sensibili della crisi economica, intervenendo a sostegno degli anelli più fragili del sistema economico e riattivando quel circuito fiduciario tra Pubblica Amministrazione e piccolissima impresa.

«Registriamo notevoli sinergie – ha proseguito l’assessore –  tra gli interventi regionali e le politiche di indirizzo nazionale sul tema del microcredito per le imprese: è fondamentale scambiare informazioni e buone pratiche tra i soggetti e i livello di governo coinvolti, perché attraverso questa condivisione è possibile migliorare la qualità dei servizi di assistenza tecnica a favore dei beneficiari. La Puglia e il nostro avviso per il Microcredito d’Impresa – ha poi concluso Caroli – rappresentano sicuramente un contributo importante all’individuazione delle migliore strategie d’azione. Il Microcredito della Regione Puglia peraltro è parte integrante di una serie di interventi a sostegno del sistema economico e del credito».

In questa direzione va anche il progetto “Capacity Building” sugli strumenti finanziari di microcredito: definizione e sperimentazione di nuove competenze e modelli d’azione per la gestione efficiente ed efficace dei Programmi Operativi in preparazione al nuovo ciclo di programmazione 2014/2020”, un’iniziativa dell’Ente Nazionale per il Microcredito, presentata per la prima volta in Puglia proprio per il ruolo della Regione nel sostegno al credito delle imprese.

«Nella Regione Puglia – ha affermato Giovanni Nicola Pes, Direttore del Progetto Capacity Building – esistono delle strutture amministrative e delle risorse dedicate, come la società in house Puglia Sviluppo, organismo intermedio responsabile della gestione e dell’erogazione dei finanziamenti del Microcredito, ed operatori diffusi sul territorio come la Rete dei Nodi, che permettono ai progetti di microfinanza di svilupparsi in un contesto già predisposto e che agisce in una logica integrata tra gli strumenti».

Rilevanti le aspettative che la Regione Puglia ripone in questo progetto: l’intervento nazionale rappresenta un’opportunità per la Puglia di completare lo strumento degli incentivi all’occupazione puntando a migliorare il sistema dell’accessibilità nel mercato del lavoro.

L’Avviso Microcredito per le imprese pugliesi, cofinanziato dal POR FSE 2007/2013 con una dotazione complessiva di 19.500.000 €, fa parte del Piano Straordinario per il Lavoro ed è attivo dal 18 giugno. Le domande potranno essere presentate aprendo la paginawww.sistema.puglia.it/microcredito. Non c’è scadenza perché l’avviso è a sportello quindi è aperto fino ad esaurimento risorse.

  • Occhio

    Leggetevi i requisiti per poter accedere, e poi vi regolate anzi mi correggo ci regoliamo, mi correggo ancora e poi ci rendiamo conto che è tutta una BUFALONA, ma perchè tanti cavilli, scusate ma gli altri non hanno diritto a vivere???