Antonio Pedarra
Antonio Pedarra

Martedì 2 luglio è stato il giorno dei promossi e dei dismessi, per l’Associazione Italiana Arbitri. Un appuntamento che, inesorabile, si ripete ogni anno, proprio nei giorni iniziali della stagione sportiva. Per i fischietti di Capitanata la stagione sportiva 2013-2014 non poteva davvero iniziare in maniera migliore. Dopo un campionato vissuto sempre ai massimi livelli, Giuseppe Stallone, assistente arbitrale in forza alla Can B (nonché Presidente dei circa 200 arbitri foggiani) approda – finalmente e meritatamente – nella massima serie nazionale: la Serie A. Ogni parola sarebbe superflua per descrivere la meravigliosa cavalcata compiuta da Giuseppe: due semifinali playoff, 12 presenze in Serie A, oltre a numerosi ed impegnativi big-match, tra cui Verona-Sassuolo quest’anno. Ora si aprono le porte per una carriera ancor più luminosa e che, data la giovane età (35 anni), non gli preclude le vette più alte dell’arbitraggio. Si scende di categoria, ma non per questo diminuiscono le soddisfazioni: Vincenzo Adriano Catucci entra far parte dell’organico della Can D. Dopo due anni di permanenza alla Cai, l’esperto fischietto pugliese può festeggiare per questo ambito traguardo raggiunto, dopo essere stato impegnato su tutto il territorio nazionale nei vari campionati di Eccellenza Regionale, chiudendo la stagione con la finale playout di Eccellenza Molisana.

Sempre di promozione alla Can D si parla, ma questa volta a festeggiare è un assistente arbitrale: Antonio Pedarra, già arbitro in forza al CRA Puglia (con circa 40 gare di Eccellenza all’attivo), sbandiererà da questa stagione sui campi della Serie D. Antonio, che ha vissuto una stagione da vero protagonista, essendo stato designato per una lunga serie di sfide calde in Eccellenza Pugliese, annovera nel suo palmares anche la Finale Regionale di Coppa Italia Promozione Casarano–Castellaneta.

Un plauso va anche a coloro che, dopo 10 mesi di fatiche, hanno saputo conservare il ruolo conquistato negli anni precedenti: Diego Roca, arbitro di punta della Sezione “A. Formillo” di Foggia, si prepara ad un’avvincente stagione in Serie B, accompagnato dall’assistente arbitrale Pasquale De Meo: entrambi hanno bagnato la stagione 2012-2013 con l’esordio in Serie A. In Can PRO l’assistente internazionale del calcio femminile Lucia Abruzzese sarà l’unica rappresentante foggiana per la stagione 2013-2014. In Can D, oltre ai già citati Catucci e Pedarra, troveremo gli assistenti arbitrali Carlo Robusto e Michele Savino; in aggiunta, sono stati confermati in organico gli Osservatori Arbitrali Antonio Castriotta ed Angelo Perilli. In forza alla Commissione Arbitri Interregionale (CAI) troviamo l’Osservatore Arbitrale Marco Anniballi. Per quanto riguarda il Calcio a 5, confermata in blocco la pattuglia dei foggiani, che peraltro ha dato ottima prova di sé nell’ultimo campionato: l’arbitro Top Class Giacomo De Varti, assieme agli arbitri Luca Caracozzi, Raffaele Ricci ed Antonio Sessa. Completa il gruppo l’Osservatore Giuseppe D’Antuono. Nostro malgrado, il 2 luglio è stato anche il giorno di coloro che abbandonano definitivamente le Commissioni Nazionali: siamo certi che tutti i dismessi sapranno far tesoro di quanto appreso in tanti anni di appassionato servizio per l’AIA, e che metteranno a disposizione degli arbitri più giovani il loro prezioso bagaglio di conoscenze tecniche ed associative. In Can PRO chiudono la carriera da assistente Atanasio De Meo (già arbitro in Serie D) e Sandro Lobozzo. In Can D viene dismesso l’Osservatore Antonio De Meo, già presidente della Sezione AIA di Foggia per 14 anni, dal 1998 al 2012.

Comunicato stampa AIA Foggia

1 COMMENTO

Comments are closed.