macchina_occhielloToni Occhiello e l’inciviltà dei cerignolani sembrano scontrarsi ad oltranza. Sono diversi giorni che il regista si è imbattuto in diverse dimostrazioni di strafottenza e menefreghismo di alcuni cittadini. In Via dei Mille, infatti, pare sia usanza parcheggiare davanti allo scivolo per disabili, senza esporre nemmeno l’apposito tagliando, oltre (cosa non da poco) ad occupare un passaggio essenziale per chi è in carrozzina.  Il caso di inizio Giugno era giunto anche in Consiglio comunale dove però al momento di discutere il punto era venuto a mancare il numero legale e il Presidente non ha potuto far altro che chiudere anticipatamente l’assise.

Occhiello, dopo il primo filmato che vedeva lui e un vigile cerignolano affrontarsi dialetticamente sulla possibilità o meno di multare il proprietario dell’auto, in data 8 luglio prova a denunciare nuovamente un caso simile, sempre davanti allo stesso scivolo. «Ieri 8 Luglio, in Via dei Mille, notavo un’auto che bloccava la rampa disabili che io uso quotidianamente – dichiara a lanotiziaweb.it il regista -; ho richiesto l’intervento dei Vigili Urbani e mi è stato risposto: “Sono tutti impegnati, stanno lavorando”. Subito dopo, il trasgressore è sopraggiunto, rimuovendo la vettura, e io ho avvertito il Comando dei Vigili che il loro intervento, a questo punto, risultava superfluo. Poi, alle 18:35, ho notato con rammarico che un’altra autovettura era parcheggiata nello stallo parcheggio disabili adiacente alla rampa, e questa volta ho filmato con la mia videocamera la mia telefonata ai Vigili (come potete vedere e ascoltare dal video). L’ho fatto perché volevo, questa volta, registrare le esatte parole del piantone – prosegue Occhiello -, il quale, comunque, come potete notare, dopo aver ascoltato la mia segnalazione, ha immediatamente riattaccato, senza dire una sola parola. Li ho immediatamente richiamati (come potete vedere ed ascoltare), ma ottenendone solo un interminabile segnale di libero e subito dopo il jingle del Comune. A questo punto, ho desistito e sono andato a casa. Questa mattina, 9 Luglio, a mezzogiorno, ho notato un’altra autovettura parcheggiata selvaggiamente proprio sotto il Comune, sempre in Via dei Mille, e l’ho fotografata, pubblicando poi la foto su Facebook. Infine, volevo precisare che dopo aver spento la videocamera, ho provato nuovamente a chiamare il numero di Pronto Intervento 0885-410222 dei Vigili Urbani, ma questa volta ottenendo solo il segnale del fax».

A questo punto, provando a fare un po’ di chiarezza su una vicenda così tanto spiacevole, abbiamo ascoltato l’Assessore alla Sicurezza Franco Reddavide il quale, in esclusiva a lanotiziaweb.it, ha dichiarato: «Non conosco personalmente il signor Occhiello, e per questo non potrei avere nulla contro questa persona. Ho saputo dell’accaduto dell’8 luglio e mi sono informato presso il Comando dei Vigili per capire i dettagli reali della vicenda. Nella prima chiamata, così come ha anche dichiarato l’interessato, effettivamente la pattuglia era impegnata in un altro intervento. Purtroppo dobbiamo fronteggiare tutte le emergenze di questo paese con le risorse umane che abbiamo. Non sempre può essere libera una pattuglia. Ovviamente, poi, se il trasgressore va via prima dell’arrivo degli Agenti, non possiamo farci nulla. A conferma della buona volontà e dell’operato serio dei Vigili Urbani – prosegue il delegato alla Sicurezza – c’è quello che Occhiello non dichiara: ovvero nel pomeriggio, subito dopo la chiamata incriminata, che è avvenuta alle 18.35 circa, la pattuglia è giunta sul posto e mi risulta abbia multato il trasgressore, con verbale firmato e consegnato brevi mano al proprietario dell’autovettura alle 18.45, così come si evince dalla copia in nostro possesso. La multa è di 81 euro e sono stati anche decurtati 2 punti alla patente. La volante, di ritorno da un incidente in via Plebiscito, era composta dai Vigili Colucci e Izzillo. Inoltre, il piantone che ha risposto alla chiamata del pomeriggio ha dichiarato, e lo si nota anche nel video, che la voce metallica e poco chiara al telefono faceva immaginare a uno scherzo. Nonostante questo, però, gli agenti sono intervenuti ugualmente perché almeno la via si era capita. Io dico che dobbiamo smetterla di denigrare il corpo di Polizia Municipale, siamo sempre più ridicoli. Il personale non può essere sempre libero per intervenire in pochi minuti e questo anche perché si lavora assiduamente in assessorato. Sono arrabbiato per tutta questa situazione e mi oppongo al disegno denigratorio della mia persona e dei Vigili. Invito tutti, stampa compresa, a venire al comando di Polizia Municipale per seguire le attività di una intera giornata; solo così ci si potrà render conto di come operiamo e quali situazioni giornalmente devono fronteggiare gli agenti».

«Condivido la battaglia di Toni Occhiello – conferma Simone Marinelli, ENIL Puglia a lanotiziaweb.it -, ma non basta accendere il faro sui parcheggi selvaggi o gli scivoli. Anche su via Lecce ci sono decine di rampe per salire e scendere dai marciapiedi, ma molto spesso ci trovo la macchina parcheggiata davanti. Il problema va trattato in maniera più ampia: dall’educazione civica e il rispetto per ogni forma di disabilità, fino alle barriere architettoniche negli edifici, anche di nuova costruzione. Abbiamo fatto diverse battaglie sotto questo punto di vista e continuiamo a farne tante. Deve cambiare l’attenzione delle persone su certe problematiche».

41 COMMENTI

  1. Oltre alla multa basterebbe chiamare o dotarsi di una carro attrezzi comunale,per fare il giro di tutta la città ,asportando gli incivili che ostacolano le rampe per i portatori di handicap. sarebbe anche un modo ottimo come deterrente alla strafottenza di molti e secondariamente per fare cassa visto che il Comune piange sempre sotto questo punto di vista!!!..Purtroppo le barriere sono nel cervello di chi è responsabile alla viabilità.Il pesce quando è andato a male puzza dalla testa…a buon intenditore poche parole…In altre città non molto lontano da noi,esistono metodi ancora più efficaci,si fa la foto e la sorpresa arriva a casa!!!Ma noi siamo lontani secoli,dobbiamo sperare nella prossima amministrazione che sia all’altezza…questa attuale,quello che ha fatto e sta facendo non merita ulteriori perdite di tempo,e non è la solita critica,semmai la solita constatazione!!

    • CARI AMICI, PIù VOLTE ABBIAMO CHIAMATO I VIGILI PER UN INTERVENTO PRESSO IL PARCO COSì DETTO “MEZZA LUNA”, DOVE OGNI TARDO POMERIGIO E PRIMA SERA, NOI GENITORI, CON I NOSTRI BAMBINI, DOBBIAMO LOTTARE CONTRO L’ARROGANZE DEI PADRONI DI CANI. QUESTI, PORTANO IN PIENA LIBERTà I PROPRI ANIMALI A DEFECARE NEL PARCO. INOLTRE, CANI DI OGNI TAGLIA E MISURA, VENGONO LASCIATI LIBERI ANCHE SENZA MUSERUOLA A SCORAZZARE TRA I BAMBINI.
      SPESSO TORNIAMO A CASA CON LA CACCA SOTTO I PIEDI; LASCIO A VOI I COMMENTI. SPERIAMO DI NON DOVER CORRERE D’URGENZA IN OSPEDALE PER UN MORSO. SI RICORDA, CHE ALL’ESTREMITA’ DEL PARCO VI SONO BEN VISIBILI I CARTELLI DI DIVIETO PER CANI E MOTOCICLI(SU QUESTI ULTIMI E’ DA APRIRE UN CAPITOLO A PARTE). CON RAMMARICO, DEVO DICHIARARE CHE 2/3 SERE ADDIETRO, VEDENDO DUE VIGLI ATRAVERSARE A PIEDI IL PARCO, FECI RILEVARE LORO LA PRESENZA DI CANI ACCOMPAGNATI DAI LORO PADRONI. GLI STESSI VIGILI, INVECE DI PROCEDERE CON UNA SANZIONE, SI LIMITARONO A CHIUEDERE AI PADRONI DI METTERGLI IL GUINZAGLIO. RICORDO, UNA ORDINANZA DEL PRECEDENTE SINDACO CHE SANCIVA, QUINDI OBBLIGAVA AI PADRONI DEI CANI CHE PASSEGGIAVANO IN PUBBLICO DI PORTARE CON SE UNA PALETTA E BUSTA PER LA RACCOLTA DELLE FECI E L’OBBLIGO DELLA MUSERUOLA OLTRE AL DIVIETO DI ACCEDERE AL PARCO CON GLI ANIMALI. MA LA COSA PIU’ IMMORALE E SCHIFOSA E’ QUELLA DI FAR DEFECARE L’ANIMALE SULL’ERBA DOVE POI GIOCANO I BAMBINI. MI CHIEDO, DOVE SONO PER GESTIRE QUESTIONI DI QUESTO TIPO CHE RIENTRANO NELLA ORDINARIA AMMINISTRAZIONE: SINDACO, ASSESSORE ALLA SICUREZZA E ORDINE PUBBLICO, COMANDANTE DEI VIGILI, DIRIGENTI DEI VIGILI (CHE SONO TANTI), AMMINISTRATORI TUTTI E CONSIGLIERI COMUNALI, SOPRATTUTTO I PIU’ GIOVANI CHE TANTO DORMONO.

      • bravo piero, in questo caso gli amministratori comunali non hanno l’alibi che usano per i giochi della villa comunale, dove dicono: vengono distrutti di notte. invece le infrazioni di cui parli del parco della mezza luna pieno di bambini, avvengono di giorno e sera sotto gli occhi di tutti e anche lì non fanno niente. ma dovè e cosa fa quel sindaco che tanto tiene alla sua poltrona, vi si è incollato sopra e non riesce a scendere in strada? il fallimento è per noi cittadini totale anche questa volta.

  2. Come regista questo Occhiello non vale un fico secco. Men che meno come richiedente un soccorso da parte della Polizia Municipale. Chiunque di noi di fronte ad una enunciazione telegrafica anonima e non evidenziante alcun imminente pericolo avrebbe ipotizzato ad un potenziale scherzo da parte di burloni di turno. Il malcostume dei cittadini, in Italia e specialmente a Cerignola è risaputo. Se ogni cittadino dovesse telefonare alla Polizia Municipale per una violazione anche grave come questa, ma che non evidenzia alcun reale pericolo imminente, ci vorrebbero 1000 vigili urbani. Ora però mi chiedo, ma il sig.Occhiello non ambisce a candidarsi alle prossime elezioni, magari rimpinguando le liste cicognine per cui “braccio disabile armato” del suo amico Metta?????????????
    In relazione a questo tipo di problematiche siamo SERI, cerchiamo di non strumentalizzare anche la sacralità delle coscienze già disperate per il proprio status.

  3. Occhiello continua a farti strumentalizzare!!! Io a questo tipo di vigliaccheria ai danni della “disabilità” come status ….non ci stò! I diritti dei disabili sono sacrosanti, anche in una città come questa, dove i cittadini sono poco attenti alle minoranze, ma lo diventano solo quando le minoranze risultano essere …….”loro”!!
    Io non devo vergognarmi di nulla, chi deve vergognarsi è chi usa come strumenti “persone” che già di per se hanno diritto a “seria” attenzione da parte di tutti.

  4. Purtroppo una parte della popolazione non si è ancora svegliata… e dubito che un numero di persone sufficiente per cambiare le sorti di questo paese si svegli in tempo… ma non per questo dobbiamo demotivarci, anzi: IMPEGNIAMOCI PER RISVEGLIARE LE COSCIENZE, OGNUNO FACCIA LA PROPRIA PARTE!!! Divulgate la vera informazione, aprite blog, pagine, divulgate pillole di verità!

  5. l’inciviltà dei miei concittadini difronte alla disabilità è qualcosa che ha davvero dell’incredibile, non ci sono parole e tanto meno scuse che reggano le loro teorie! Il problema è che comunque i vigili non fanno il loro lavoro perché se c’è un’auto parcheggiata davanti ad una rampa non dovrebbero nemmeno pensarci su un attimo a multare l’ignorante, ma non lo fanno!!! Più volte e in varie occasioni come mamma mi sono ritrovata con il passeggino a camminare sui marciapiedi di corso Aldo Moro, ma niente anche lì ho dovuto fare su e giù anche quando gli ignoranti erano nelle loro macchine!!!!! Sul capitolo parchi si potrebbero aprire lunghissimi discorsi, mezza luna è un esempio, ma anche il parco in via Corsica è al degrado, e cosi via tutti i parchi!!! Se io cittadino comune che chiamo il vigile per denunciare cani che defecano nel giardino dove porto i miei figli a giocare, loro inventano scuse pur di non venire, se io denuncio l’accesso dei motorini nei suddetti parchi, loro fanno lo stesso…. ma una cosa sconvolgente è stata quando un noto vigile ha portato nel giardino dove i miei figli giocano, e dove chiaramente ci sono diversi cartelli di divieti a cani e ciclomotori, al mio richiamo e soprattutto alla mia lamentela che anche un vigile fa una cosa simile si è subito alterato alzando la voce e dandomi dell’INCIVILE, e così ha lasciato che il suo cane finisse i suoi bisognini, certo è che nei giorni successivi non l’ho più visto! Ci sono milioni di racconti del genere, ma nessuno prende provvedimenti perché fa troppo comodo lasciare che sia piuttosto che impegnarsi a realizzare la civiltà!

    • BRAVA “MAMMA”. Lettera bella e vera.
      Signori VV.UU (non tutti per fortuna) imparate a fare il vostro lavoro.
      Aggiungo che il pesce puzza dalla testa…
      Infine un appello a tutti i cittadini (tranne chi è stufo che più che essere stufo mi sembra stufi): svegliamoci!!! se tutti incominciamo ad essere intransigenti ed a chiedere il rispetto della legge e di NOI STESSI da parte di chi è pagato profumatamente per fare il suo lavoro e non lo fa, a Cerignola si vivrebbe meglio.
      forza Cerignola (e non parlo di calcio..)

  6. il problema delle troppe auto è dovuto al fatto che “troppe” auto sono sprovviste di assicurazione, di revisione ed altro. Girano per la città auto e moto che non dovrebbero farlo, ne ho viste anche senza targa, di motorini senza targa siamo pieni, spesso in una famiglia che possiede 3/4 automobili, una sola ha l’assicurazione, in caso di incidente si sobbarca le spese, tanto nessuno controlla e tutti vivono felici e contenti.
    Si viaggia spesso con nafta agricola, quindi le spese scendono.
    Se tutto funzionasse come dovrebbe, avremmo almeno la metà di mezzi in Cerignola, quindi non avremmo problemi di strade intasate, di mezzi parcheggiati, di smog, e di rampe occupate.
    Saluto Tony Occhiello

  7. Buongiorno,

    sinceramente sono pienamente a favore del Sig. Occhiello e mi sembra strano che alcuni in questa discussione pensano a forme strumentali o altro contro lo stesso malcapitato. Diciamola tutta: oramai non siamo più abituati a forme di civiltà e rispetto delle regole: nè noi, nè i vigili, nè l’assessore di turno, insomma tutti. Ci siamo abituati, diciamo a noi stessi è normale, c’è di peggio, ma dai il solito puntiglioso scocciatore di turno. No non è così: le strisce pedonali un optional, mamma con il bambino o carozzino che attraversa la strada 1000 punti, vecchietto con il bastone claudicante 1500 punti, superare il limite di velocità in città, ora di punta, bonus…macchina parcheggiata dove non dovrebbe, pergiunta non vista dai vigili, ma da un povero cittadino ligio al dovere…bhe sicuramente non fà guadagnare punti…troppo semplice, troppo banale…

    Altra storia mettiamoci ancora una volta nei panni dei due poveri vigili, bistrattati e malconci: chi era il padrone dell’auto ?!? Chi ha intenzione di mettersi contro ?!? Sono vigili ma sono anche persone, padri…mi direte ma fanno quel lavoro…no, no qui per risanare alquanto le cose ci vorrebbero le ” teste di cuoio ” per anni…ci vorrebbero quì, a Foggia, a San Severo, dappertutto…c’è chi, in maniera fiabesca, dice ma la civiltà nasce da noi…sì è vero…noi si deve essere ligi alle regole…ma che frustazione farlo e non vedere nessun risultato…farlo come il Sig. Occhiello e sbattere il muso contro un muro di gomma…le risposte date al Sig. Occhiello sono di persone navigate nella politica, avvezze a dare risposte tra l’evasivo e l’irritante, sicuri che tra 1 o 2 mesi tutti ci scorderemo l’accaduto…tutti non dovremmo custodire un bel cestino di pomodori o un bel ” pernacchio ” alla Eduardo De Filippo da utlizzare all’occorenza quando ci chiederanno con viso limpido e puro da bambino ancora una volta il voto…Ricordo ai tanti, perbene, che pensano di risolvere tutto con bei comportamenti, che quello non basta: ci si confronta con iene, con caimani, con lupi che di noi persone perbene ne fanno un sol boccone…porre massima attenzione alla città ma anche a chi per colpe, per imperizia, per incapacità, per intrallazzi vari, non merita di rappresentarci…

  8. Buongiorno,ci ritroviamo a scrivere,purtroppo,sempre le stesse cose.
    La gente va educata alla civilta’,in altre realta’,dove regna il senso civico per tutto,per anni sicuramente e’ stata svolta opera di repressione che ha indirizzato tutti ad un comportamento regolare.
    Ricordate quando fu indrodotta la legge che prevedeva l’uso obbligatorio delle cinture e del casco?Anche a Cerignola ci furono controlli permanenti con posti di blocco e,meraviglie delle meraviglie quasi tutti indossavano casco e cinture.
    Solo che attuare questi controlli sporadicamente non serve,sarebbe opportuno, per un paio di anni,fare opera continua di repressione, man mano la gente poi si abitua,non siamo diversi dal resto del mondo.
    Non vi e` alternativa, controlli serrati per anni,il resto sono chiacchiere.
    Siamo in grado di farlo?Se si avremo una speranza se no resteremo sempre la solita cittadina di frontiera famosa per i suoi piloti di “scuterooon“

    Saluti

  9. La logorroicità di alcuni proclami, che hanno come unico scopo la denigrazione incolpevole delle attività amministrative, se per giunta finalizzata ed indirizzata a scelte alternative della politica di governo cittadino, risultano di evidente strumentalizzazione di situazioni di degrado, che riguardano la soggettività degli individui e non certamente colpevolizzano in modo sostanziale le azioni di repressione poste in atto da qualsiasi governo cittadino in carica. Spesso non ci si rende conto che tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare.

    • Concordo pienamente sulla sua ultima “osservazione”….. Tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare….
      Ma, da cittadino senza una soggettiva situazione di degrado in atto e senza interesse alcuno alla strumentalizzazione a fini politici, Le chiedo se non ritiene legittima l’aspirazione ad avere una classe dirigente ( sia a livello locale che nazionale) qualitativamente superiore a quella che da anni ci guida….
      Il diritto di critica, se espresso in forma consona ad un confronto civile, non può che far bene al miglioramento della ns.societa’….
      Mi sembra che i ns.amministratori , sia a livello locale che nazionale, siano molto più “logorroici” nei loro proclami di quanto da Lei ravvisato in qualche lettore di questo blog…..

  10. Molte zone d’Italia, in periodi medio lunghi,sono riusciti ad attreversare il mare a cui il commentatore precedente fa riferimento.
    Mi spiegate la differenza andropologica tra gli amministratori es; di Imola Faenza, Rimini o Verbania e via di seguito e i nostri? ??
    La civilta’ di un paese deriva da opere costanti di ”educazione”’ civile svolta nel tempo,la nostra Cerignola non ha mai ricevuto tale educazione,la stessa infatti puo’essere inculcata, almeno inizialmente, da una costante azione repressiva di tutti quei comportamenti che ledono la comunita’.
    Colpi di bacchetta magica non esistono, certe qualita’si acquisiscono solo con il tempo.
    Chiaramente il discorso vale per tutte le amministrazione che da 40 anni si sono succedute.

  11. Tempo fa, discorrendo con una persona che reputo un maestro di vita, dibattevo sulla incapacità di alcuni politici di cogliere i cambiamenti che stanno avvenendo nella nostra società ed ancora di più sulla incapacità di noi cittadini, di far capire che non c’è più la voglia di sopportare il degrado, la negligenza, l’interesse privato, la superficialità laddove non si tratti di ottusità, l’esclusivismo. Acciò mi rispose che è impossibile riempire una brocca già piena.

    Vede osservatore, il suo obiettivo, anzi la sua ossessione è quella di difendere la sua posizione da tutto e tutti. Immaginando che chi scrive è portatore di interessi contrari ai suoi. Ebbene sappia che non è così. Dietro tutti questi nick c’è gente che vuole “solo” vivere al meglio che si può. Vede, osservatore, prima di poter comprendere deve svuotarsi di tutti gli interessi di cui è portatore. Non abbia timore di scoprire che probabilmente poi può scoprire il vuoto.. potrà sempre riempirlo o almeno provarci.

    Provi solo ad immaginare che chi scrive possa essere spinto dalla sincera, esclusiva insopportazione di vivere in una normalità che ormai è solo di Cerignola.
    Ttempo fa mi chiedeva cosa è normale, ho avuto la bontà di non risponderle, ma si faccia un giro fuori da cerignola, e non solo a nord.. scoprirà che è normale mettersi la cintura, il casco, è normale fare la differenziata, raccogliere le feci del proprio cane, rispettare gli altri ed essere rispettati, è normale non danneggiare la cosa pubblica e denunciarlo quando accade, è normale avere orgoglio del proprio paese piuttosto che imbarazzo nel raccontarlo, è normale avere rispetto verso la forza pubblica anzichè schernirla -invero una forza pubblica presente ed attiva-, è normale avere rispetto per i disabili piuttosto che farne oggetto di scherno e di faziosità (in proposito saluto vivamente il Sig. Occhiello che reputo un grande uomo che naviga contro vento ma che, per fortuna troppo disabituato a Cerignola, continuerà a farlo.
    Tutte queste cose sono normali. Tutte queste cose normali a Cerignola ad oggi solo un’idea.
    Biancardi ha ragione quando scrive che non siamo diversi da Altre città d’Italia (e non solo a nord). Basta volerlo. E se a realizzarlo c’è Pippo o Pluto o Paperino (mi perdoni i nomi di fantasia) per me non cambia nulla.
    Fermo il fatto che tra il dire e il fare c’è tanto in mezzo, ciò che conta è il risultato e la voglia di raggiungerlo.
    Purtroppo non è così. Come in una guerra tra poveri ci si accanisce su piccole pietruzze non vedendo la montagna. Fiumi di parole su una macchina da multare quando a Cerignola vige l’anarchia (o quasi) sotto gli occhi di tutti.
    Vede osservatore, anche adesso lei è fuori strada. Lei pensa che qualcuno dei commenti sopra li abbia scritti io con altro nick.. Non è così. Sono altri cittadini come me che incominciano a stancarsi e lei non vuole vederlo.
    Non scrivo da tanto e tornerò a non scrivere dopo questo intervento (e la sua ovvia replica farcita di demagogia).
    Non serve.
    Le brocche sono già piene…

    • Ognuno di noi ha il diritto/dovere di difendere le proprie posizioni ed il proprio “onesto” operato che lei impropriamente chiama… tutti gli interessi di cui è portatore… alludendo sempre e comunque a chissà quali azioni di negligenza operativa o addirittura di matrice illecita. Se lei ritiene di svuotare e ricolmare la mia “brocca” di esperienze di vita, esplicitando l’idea preconcetta che il contenuto del mio bagaglio culturale e di mia esperienza, che immancabilmente ispira i mie comportamenti, sia da svuotare per lasciare posto all’acquisizione del suo pensiero, è lei caro amico che ha l’arroganza antidemocratica di ergersi ed immolarsi alla sua “verità assoluta”. Tutte quelle “normalità” che ha così diligentemente avuto modo di elencare, sono le stesse normalità che, facenti parte della mia genetica e formazione culturale, io auspico per la mia comunità cittadina, per il bene delle future generazioni, e che tutti, nessuno escluso dovremmo cercare di difendere contro l’atavico malcostume generalizzato che pervade la cultura di vita ed il senso civico di una esigua rappresentanza di nostri concittadini. Non ci sono autorità civili o militari che reggano, quando non si sensibilizzano le coscienze di tutti.

      • semel in anno…

        Lei è come i nostri amati politici.. sbandierano ed “auspicano” il bene del paese… si vestono di “sensibilizzazione delle coscienze” e continuano a non fare (se non per loro stessi).
        Conosce la differenza tra “auspicare” e “operare, agire..”?
        Tra sensibilizzare e “sanzionare piuttosto che promuovere”.?
        Tra osservare e fare?

        io sono un cittadino e conto poco.. (solo un voto, come ha scritto con altro nick); se lei, come spesso si è gloriato, è nel governo di cerignola.. capisce la differenza tra “governare” ed “essere governati”.. tra “potere” e “subìre”…
        Non si può “auspicare” in qualità di governanti un generico quanto astratto ‘bene comune’ senza adoperarsi al 2000 per cento con ogni mezzo e sistema…
        E non mi venga a dire le solite banalità che dire è facile, governare è altra cosa perchè parla dell’ovvio, ma ogni montagna si scala partendo dal primo passo..

        E’ solo un esempio.. Al di là delle posizioni politiche, il sindaco di Salerno ha ereditato una situazione disastrata ed è riuscito (dopo tempo, non subito) con impegno ed energia a fare di quella città un esempio di buon governo anche per molte realtà del nord..(fermi i preoblemi che c’erano e ci sono..) e di esempi così ce ne possono essere tantissimi.

        Io non l’accuso di niente, me ne guarderei bene, non la conosco; e non mi sento nemmeno portatore di verità assolute come con semplicismo vorrebbe far credere; ciò che condanno fermamente è il suo goffo tentativo di far credere che sia impossibile cambiare.. migliorare. Che ogni denuncia di malcostume è solo motivata da faziosità politica e discredito. Che siamo condannati a vivere nel degrado e nell’inefficienza. Si svegli! la gente non ne può più..
        Le ho risposto per questa volta.. non replicherò oltre non per mancanza di volontà, come ho già detto, ma perchè inutile.
        Le auguro un buon tempo, davvero.

        • Legga con attenzione ciò che scrivo. Non ho in alcun modo sostenuto ciò che lei dice. Sono perfettamente conscio che chi governa … decide e deve adoperarsi anche con l’utilizzo di penalità e sanzioni. Ma io nel mio enunciato, ho semplicemente messo in luce che in questo momento recessivo, anche il solerte ed innovativo Sindaco di Salerno ha sicuramente problemi di gestione, proprio per le esigue risorse erariali stornate dallo Stato. Per quanto concerne le riabilitazioni globali, beh…. quelle si realizzano con il contributo di tutti, sicuramente con in primis le Istituzioni, ma ripeto con l’ausilio di tutti i cittadini, che molto spesso quando sono testimoni di un qualunque misfatto, si girano dall’altra parte per poi riportare subito dopo, immacolatamente e senza alcun ritegno, il tutto in blog. Anch’io davvero….. le auguro un buon tempo.

  12. ops.. dimenticavo la cosa più importante..
    un caro saluto a tutti.. Rita,Pdllina,Ciro, Prof, Michele tutti…
    ;)))

  13. Caro Osservatore, lei ha tutto il diritto di difendere il suo operato,in cui giustamente crede,quello che irrita e’ il suo dare per scontato che chi espone critiche nei confronti dei nostri amministartori, lo faccia mosso da chissa’ quali oscuri fini politici.
    Certo lo schierato di turno ci sara’ sempre,ma la stragrande maggioranza dei cittadini ha ormai superato il solito discorso di appartenenza politica,la misura e’ cosi’ colma che tutti i politici sembrano ormai far parte di un unico partito ;quello della mediocrita’,e vani sono i loro tentativi di spiegare o giustificare la singola situazione.
    Le sacrosante verita’ contenute nel bellissimo commento di Very,sono indice di una situazione ormai al collasso, per troppo tempo (almeno 50 anni)si e’ tollerato un azione poco efficace(per essere magnanimi)dei nostri amministratori,ora con la devastante crisi economica che tutti attanaglia,gli animi sono piu’ che esacerbati,quindi il minimo che voi amministratori dirigenti e politici potete fare e’ quello di accettare di buon grado, tutte le lamentele a prescindere se esse siano logorroiche o sintetiche…
    Saluti e buon lavoro

    • Tutto lecito. Però è opportuna una presa di coscienza dell’opinione pubblica in relaziona alla possibile opportunità che alcuni avventurieri dell’ultima ora, sprovvisti di un minimo di know hou per poter proporsi alla gestione della cosa pubblica, possano prepotentemente e furbescamente proporsi ed inserirsi nel palinsesto della politica, con movimenti di opinione o pseudo tali, sfruttando nicchie sempre più squarciate di malcontento popolare, frutto dell’attuale momento recessivo. E’ opportuno prendere coscienza che potrebbe non esserci limite al peggio.

      • Caro Assessore,
        L’opinione pubblica dovrebbe ulteriormente prendere atto che gran parte dei “professionisti” della politica sono “sprovvisti di quel minimo di know how per poter gestire la cosa pubblica” e che da troppi anni “prepotentemente e furbescamente difendono la loro posizione nel palinsesto della politica”, sfruttando la sfiducia ed il disinteresse popolare, frutto del momento recessivo causato da chi ci governa.
        È opportuno prendere coscienza che peggio di così non può andare, per cui un radicale cambiamento della classe dirigente di questo paese non può che essere auspicabile.
        P.S.: Come si dice a Cerignola……LEI È NATO GIÀ IMPARATO???

        • Per imparare quel poco che so, ci ho messo tanto di quel tempo e fatica che neanche se lo immagina, per poi rendermi sempre conto che c’è sempre tanto ancora da conoscere.

          • Infatti il livello di alcuni suoi colleghi che non hanno dedicato altrettanto tempo e fatica, e’ paritetico a quello di un qualsiasi avventuriero dell’ultima ora che sogna di imbarcarsi nell’avventura politica…..o sbaglio???

          • Ognuno è artefice del proprio destino ed è, quando soggetto pubblico, predestinato a giudizio.

          • Le regole del gioco in politica, però, non sono tali da far emergere facilmente il merito….. Fino a quando in politica si continuerà a ragionare con l’arida logica del numero dei voti, difficilmente si riuscirà ad offrire un servizio di gestione della cosa pubblica adeguato…… Per cui se il giudizio delle urne e’ difficilmente sovvertibile, chi ha l’ONORE di rappresentarci DEVE assumersi anche l’ONERE della carica che riveste….e’ questo che l’opinione pubblica dovrebbe far capire ai nostri rappresentanti…..è questo che i nostri rappresentanti non hanno ancora capito…..

          • Dietro ogni voto consapevole, c’è sempre qualcuno che esprime un giudizio “sbagliato o esatto” che si ritenga. Quando i voti sono frutto di esclusiva forma di protesta, è lì che si “può” incorre in potenziali “avventurieri”. Comunque il giudizio che si può esprimere su “tutti” gli amministratori che attualmente sono impegnati ad amministrare la cosa pubblica, è ampiamente falsato dalla quasi inesistenza di fondi disponibili. Anche i migliori o i più referenziati, sono in forte difficoltà. In questo momento sono rimasti “esclusivamente” oneri, e belli grossi.

          • Mi scusi ma sono costretto ad interrompere questa interessante conversazione, perché devo portare a letto il mio unico neurone superstite, dato che al mattino sono abituato a svegliarlo molto presto. Saluti

  14. osservatore scrive “alcuni avventurieri dell’ultima ora, sprovvisti di un minimo di know hou per poter proporsi alla gestione della cosa pubblica”…E CHI LO DECIDE che un cittadino che si attiva per la sua comunità è “un avventuriero” e per lo più sfornito di know how? Forse chi oggi sta malamente governando? Bella questa!!!
    PS: Ciao VNC, Professore, Ciro e Michele..buona domenica 🙂

  15. era un po che non davo un occhiata qui…ma voi ancora state a perdere tempo con “osservatore”? perdete il vostro tempo con uno che è obbligato a scrivere in anonimo? con uno che si è capito che deve rimanere anonimo, perchè se si mostrasse, ci faremmo un sacco di risate? perchè non venite piuttosto a trovarmi al mare?
    saluto solo il Prof, perchè gli altri ultimamente li vedo fin troppo, lui troppo poco. 🙂

  16. Ciao Ciro,
    A differenza tua penso che l’Osservatore andrebbe ascoltato con sempre maggiore attenzione……
    Lui, pur non essendo obbligato a scrivere ( l’anonimato lo protegge non da noi ma dai suoi “amici” di palazzo) continua a farlo……
    I suoi trasformismi da elegante relatore dalla fine dialettica a triviale interlocutore dai modi violenti, dovrebbero farci capire che è uno come noi, venuto dal nulla e non “unto da alcun signore ” della politica locale…….
    Se lo si legge con attenzione, ci si accorge che il primo critico dell’attività della nostra amministrazione comunale e’ proprio lui, che dall’interno ha una visuale più nitida di ciò che accade……….e lo scrive a chiare lettere, invitandoci ” a prendere coscienza che potrebbe non esserci limite al peggio”……non ci ha scritto che stanno operando bene, ci scrive che stanno facendo schifo, ma che la situazione potrebbe essere ulteriormente peggiore se i sostituti di questi “pseudo-manager” della cosa pubblica sono “dilettanti allo sbaraglio” non opportunamente selezionati.
    Lui ci invita opportunamente a mettere sotto osservazione la capacità dei troppi “galli” che cantano senza avere la più pallida idea delle difficoltà di realizzazione delle “sane idee” che animano i loro discorsi…..
    C’è un proverbio……”Troppi galli a cantar non fa mai giorno”……. e se fosse il nostro amico “Osservatore” il GALLO giusto da far cantar????

    • OK per la disamina che neanche io ho saputo mai rendere più chiara ed esaustiva !!!!!!!! Per l’identificazione…… resta un nulla di fatto !!!!!!!! Sapevo benissimo che Know how si scrive col “w” non so perché l’ho battuto con la “u”. Ossequi.

      • La ringrazio per gli ossequi….. Ero sicuro che l’errore di scrittura fosse un normale refuso di battitura, e non ho ritenuto elegante evidenziarlo….. Per ciò che riguarda l’identificazione, mi basta solo che lei conosca il mio pensiero in merito, …… non sono cosi’ stolto da pensare di essere in condizione di influenzare minimamente il suo eventuale coming out ……

    • Gesù fu rinnegato tre volte dal suo apostolo Pietro …….prima del canto del GALLO……non essere troppo sicuro dei fatti tuoi……:-):-):-)

  17. ahahahahhah Professore, sei un mito…..riesci a mettermi di buon umore! E non è facile, ti assicuro 🙂

  18. Commento in moderazione?…
    Prof bella battuta :-)ma conosco bene i miei ”polli”:-):-):-)
    Scrivevo nel commento in moderazione che dovresti concentrarti piu’ sulla geografia che sulla fauna.
    Meglio ancora sulle canzoni di Carosone tutte le donne fa nnammura’
    Ciao a tutti e auguro a Rita di ritrovare il suo sorriso in modo permanente,E’ un periodaccio…..

Comments are closed.