Rubrica - Scrivo per...
Rubrica - Scrivo per...
Rubrica – Scrivo per…

E’ di pochi minuti fa la mail giunta in redazione, con la quale un cittadino, documentando anche con foto l’accaduto, denuncia l’abbandono di rifiuti (materiale di risulta e altro) nelle zone periferiche della città. Siamo nei pressi di via Santuario MM SS di Ripalta, laddove insiste uno spiazzo di terra adibito, tra le altre cose, a deposito si rifiuti (mattoni, cemento e terriccio). Il problema affligge diverse zone della città e purtroppo, nonostante se ne parli da tempo, le soluzioni tardano ad arrivare.

rifiuti_buttatiGent. LANOTIZIAWEB.IT,
vorrei denunciare quanto ho visto e fotografato alle ore 13,25 di oggi. Da un furgone (foto) venivano scaricati in uno spiazzo sulla strada della Madonna di Ripalta rifiuti. Mattoni, cemento e terriccio sicuramente proveniente da lavori di demolizione. Chiedo di parlare di questo problema, di quello che succede nei pressi del Cimitero, in Zona Industriale e su diverse complanari di Cerignola. Molte imprese non hanno rispetto non solo dell’ambiente ma anche di quei cittadini che lì ci abitano. Si dovrebbero attivare controlli specifici altrimenti tra un po’ i rifiuti ce li metteranno anche in casa. Grazie

9 COMMENTI

  1. Ma… secondo l’ultimo editoriale de Lanotiziaweb, questa abitudine che sta prendendo piede di documentare gli scempi e le inciviltà di Cerignola, e’… “Una emancipazione tale che rasenta la megalomania all’americana. Un delirio di onnipotenza che sta andando oltre il buon senso, trascendendo nel surreale”… e voi adesso, proprio dalla segnalazione fotografica di un cittadino prendete spunto per scriverci un articolo? Non trovate la cosa un pò incoerente?

    • Dal 17 luglio 2011 è attiva su questo giornale la rubrica “Scrivo per…” (http://www.lanotiziaweb.it/category/attualita/scrivo-per/), uno spazio per dar voce ai cittadini, per denunciare problemi.

      Rispetto all’editoriale, il Direttore ha provato a stimolare una riflessione riassumibile nell’ ANDIAMO OLTRE la Febbre da Reporter: “sparare a vista (lo sport preferito di alcuni) risulta dannoso per svariati motivi: genera tensione senza risolvere il problema, rende demagogico il tutto e fa perdere di vista le radici vere delle questioni per fermarsi all’apparente”.

      Nella lettera da cui è scaturito questo articolo (della rubrica Scrivo per..) non solo si denuncia ma si va anche alla radice del problema: “Molte imprese non hanno rispetto non solo dell’ambiente ma anche di quei cittadini che lì ci abitano. Si dovrebbero attivare controlli specifici…”.
      Tradotto: vogliamo vedere certe imprese quanto smaltiscono regolarmente rispetto alla mole di lavoro/fatture che emettono?

      Grazie per averci dato modo di spiegare.

      Redazione

      • “andare oltre la febbre da reporter” e “genera tensione senza risolvere il problema” COME? Se non si parte proprio dall’unico strumento che noi cittadini “civili” abbiamo, cioè fare denuncia anche supportati da materiale idoneo a fotografare e filmare, anche col rischio di “sparare a vista”, sì!.. Poi nel mucchio di denunce, ciò che è un “fake” o un malinteso lo si rivela subito, ma per il resto dei casi si “rischia” di sensibilizzare governanti e governati sull’intraprendere la giusta strada verso un più accettabile grado di civiltà. Secondo me quell’editoriale anzicchè incoraggiare l’uso della denuncia e quindi “andare oltre”, invece lo scoraggia. A Maros preferisco non rispondere in quanto non ha proprio colto il senso del mio messaggio.

  2. Antonio e se la cacca la vengono a scaricare davanti casa tua, che fai? Si potrebbe aprire un immenso album fotografico per documentare quante bestie ns. compaesane usano abitualmente scaricare ogni genere di rifiuto nel ns. paese. Quello che conta è non sporcare davanti casa o davanti al mio pezzo di terra. Se continua così moriremo sommersi dall’immondizia.

  3. Antonio e se la cacca la vengono a scaricare davanti casa tua, che fai? Si potrebbe aprire un immenso album fotografico per documentare quante bestie ns. compaesane usano abitualmente scaricare ogni genere di rifiuto nel ns. paese. Quello che conta è non sporcare davanti casa o davanti al mio pezzo di terra. Se continua così moriremo sommersi dall’immondizia.

    • NON hanno seguito le ANNUALI segnalazioni e richieste di “INTERVENTO per la TUTELA della SALUTE-AMBIENTE-BAMBINI” (protocollate all’Amministrazione Comunale e corredate da VERIFICHE-SOLLECITI-ordinanze dell’ASL).

      Addirittura se ne escono con motivazioni “NON abbiamo soldi”–“NON possiamo accedere in luoghi privati, anche se EVIDENTEMENTE “ABBANDONATI-INCOLTI-PERICOLOSI”..

      MOLTO probabilmente,,,,= c’è anche dell’ALTRO .o..ALTRI (“nomi”-“programmazioni di…ecc..)

      BUONA SALUTE, CERIGNOLA…solo .QUANDO…ti RIBELLERAI-TUTELERARI Civicamente.

  4. ”Eppur si muove”
    Avrebbe detto Galilei riferendosi ,questa volta,non alla terra ma alle coscienze dei Cerignolani.
    Speriamo che non si fermi più……
    Saluti

  5. Un Grazie da parte di tutti i cerignolani civili per la documentazione fotografica da parte di un onesto compaesano che non ci sta a fare finta di niente.Per prima cosa non sarà difficile risalire al proprietario di questo mezzo,in modo tale da sanzianarlo ADEGUATAMENTE,ed eventualmente verificare per quale impresa lavora,in quanto sicuramente trattasi di lavoro in nero,altrimenti lo smaltimento abusivo sarebbe davvero difficile evitarlo.Se vogliamo cambiare Cerignola,dobbiamo cambiare per prima NOI,e questo potrebbe essere un buon inizio!Mi auguro che il Signor Sindaco prenda provvedimenti al più presto,in quanto costa molto di più bonificare che far rispettare la legge!!Mi auguro che vi siano altre persone coraggiose che denuncino lo scempio che quotidianamente si fa di questa terra e che l’amministrazione locale sia sempre più attenta a farlo evitare! GRAZIE

Comments are closed.