pedaliamoLa Cooperativa Sociale “Altereco”, all’interno dell’iniziativa CREA-ATTIVA-MENTE del Progetto  “PugliAPedali” promosso dalla Regione Puglia a favore della mobilità sostenibile, organizza “Pedali-amo la legalità”. L’iniziativa consiste in pedalate collettive in bicicletta, che termineranno presso i beni confiscati alla criminalità. L’evento si svilupperà in tre giornate e vedrà la collaborazione della Cooperativa Sociale Pietra di Scarto, l’associazione Vieni in bici e l’associazione OltreBabele. La manifestazione si svolgerà nelle seguenti date: Sabato 20 Luglio lancio dell’iniziativa con pedalata in città. Ore 20.00 raduno e partenza Via B. Croce Ore 21.00 Arrivo Corso A. Moro per confluire con la “FESTA DELLA BICI”. Sabato 27 Luglio ore 17.00 raduno e partenza Piazza Tortora presentazione a cura dell’Associazione Oltrebabele. Ore 18.00 Arrivo Contrada Toro “Laboratorio di Legalità Francesco Marcone” seguito da un momento di riflessione sui beni confiscati come bene comune e degustazione dei prodotti provenienti dai beni confiscati alla criminalità. Sabato 3 Agosto ore 18.30 raduno e partenza Piano San Rocco, introduzione sul valore storico del luogo a cura dell’Associazione Oltrebabele Ore 20.00 Arrivo Contrada Scarafone “Terra Aut” (via Teano km 3) laddove avrà luogo la manifestazione conclusiva con la presenza delle autorità, i partner del progetto e i ragazzi dei campi di formazione – lavoro di ARCI-SPI-CGIL con il team organizzativo. «E’ il primo anno che la nostra cooperativa propone questa esperienza – commenta Addolorata  Giannatempo referente del progetto per la Cooperativa Sociale Altereco ecco perché uniamo le forze con altre realtà del territorio che si impegnano quotidianamente. Riteniamo che Il modello di Sviluppo Sostenibile che promuoviamo nelle nostre attività quotidiane risulti efficace se integrato con i diversi modi di coniugare il concetto di sostenibilità. Fare in modo che la città si sposti nelle campagne con mezzi in grado di diminuire gli impatti ambientali darà la possibilità di riscoprire, oltre che la bellezza naturalistica del nostro territorio anche la condivisione e la conoscenza di realtà che in esso promuovono un modo alternativo di fare economia. Con la speranza che l’iniziativa sia ben accolta dalla città e che l’utilizzo di mezzi a basso impatto ambientale diventi consueto».

1 COMMENTO

  1. Qualche faccia tosta girerà in bici, si aggregherà alle persone oneste, ma bene o male li conosciamo un pò tutti.

Comments are closed.