Manifesto BorrelliL’ultimo appuntamento di ieri dei “Mercoledì al Chiostro”, presso Exopera, è stato intenso ed emozionante sotto ogni punto di vista. Francesco Borrelli con la sua macchina fotografica è il testimone di realtà di vita che racchiuse in ogni singola foto raccontano una storia, un passaggio, un evento che rimane scolpito nel tempo. Il documentario fotografico racconta in 52 minuti ciò che è passato attraverso i suoi occhi da Milano fino a Cerignola, non trascurando dettagli a prima vista insignificanti ma che rendono l’idea piena del soggetto in essere; 50 anni vissuti intensamente e che riassume in esclusiva per Lanotiziaweb.it cosi: “Devo dire che la fotografia è stata ed è la mia curatrice, senza di lei mi sarei ammalato sicuramente. Mi ha dato la possibilità di conoscere la politica, la religione ero molto amico del Cardinale Martini ho fotografato il grande papa Giovanni Paolo II, poi ho conosciuto la gente di strada, quella che definisco varia umanità; poi ho seguito un filone lungo la mia strada pochi paesaggi e cogliere i vari aspetti di questo territorio e dei suoi riti religiosi. Amo questa città in questi 14 anni ho fatto tanto, cercando sempre di dare una impronta di fiducia nonostante i problemi che ci attanagliano”. Infatti, uno dei suoi 3 libri “la Grande Festa” raccoglie foto ed emozioni della nostra patrona Maria SS. di Ripalta, e del suo popolo, un mix fra passato e presente che suscita da sempre ogni anno emozioni intense e struggenti.