7 SETTEMBRE R.BUFO-P.METTA-G.LABROCAE’ stato uno dei concerti più importanti ed emozionanti che la città ha potuto vivere il 7 settembre scorso con l’orchestra di Fiati “Di Savino”, diretti dal Maestro Gianfranco Labroca, con le splendide voci di Ripalta Bufo e Pantaleo Metta. Una piazza piena all’inverosimile ha potuto godersi quasi due ore di sano spettacolo nella cornice dei festeggiamenti della nostra patrona. Il Maestro Labroca in esclusiva per Lanotiziaweb.it ripercorre quella serata, ricordando anche i prossimi impegni che attendono lui e i suoi ragazzi: “E’ stato un successo bellissimo frutto di un sacrificio enorme, abbiamo lavorato un mese, tutti i giorni,  per questo importante evento; la piazza era piena di tantissima gente che ci ha ascoltato, un dato confortante che è andato aldilà delle nostre aspettative. Dobbiamo ringraziare Ripalta Bufo e Pantaleo Metta due cerignolani Doc che sono stati la nostra ciliegina sulla torta, e anche orgoglioso perché oltre a loro c’era il nostro gruppo bandistico che ha dato lustro all’evento”. Un particolare emozionante è emerso da quella serata sconosciuto ai più: anche il Vescovo della Diocesi Monsignor Felice di Molfetta ha ascoltato il concerto e si è emozionato, complimentandosi con la nostra soprano in un incontro avuto qualche giorno dopo il concerto. Adesso si pensa ai prossimi impegni, innanzitutto la trasferta di Londra con 13 elementi dell’orchestra, che si aggregheranno a quella di Foggia e parteciperanno dal 19 al 23 settembre a un festival nella capitale inglese per confrontarsi con altre realtà musicali, e poi a ottobre l’importante concorso musicale di Barcellona. Labroca, inoltre, ringrazia il Sindaco Giannatempo: “Dopo averci aiutato economicamente per la trasferta di un anno fa per partecipare al concorso a Praga, quest’anno si è ripetuto per l’impegno spagnolo; lo sapevamo da qualche mese e in questi giorni ci è arrivata la conferma, una piccola somma l’ha messa il primo cittadino e il resto lo metteremo noi autonomamente come facciamo da sempre”. In una precedente intervista sempre dalle colonne di questo giornale, la nostra orchestra cittadina è in attesa di sapere se potrà essere ricevuta in udienza dal Santo Padre il mese prossimo con la conferma della data che tutt’ora non è stata ufficializzata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

5 COMMENTI

  1. Scusate ….. ma c’ è una piccola dimenticanza poichè, in questo riuscitissimo evento musicale una piccola parte l’ha avuta, anche se indirettamente ) l’ Associazione ” La Cicogna ” dei Cerignolani in Roma ( come riportato dai manifesti del Concerto ) poichè ci siamo impegnati, con l’ Orchestra di Fiati ” V. Di Savino “, a sostenerli con un piccolo contributo finanziario, per quattro anni consecutivi ,.e questo è motivo valido , anzi un grande orgoglio per tutti noi della ” Cicogna ” romana, a che sia conosciuto dai Cittadini di Cerignola.

  2. Ho l’impressione che si voglia a tutti i costi fornire informazioni distorte, mirate ad accrescere inutilmente lustro all’evento. Il vescovo non era presente ,ed anche molti degli organizzatori volati verso altri lidi. Vergogna. Il concerto E’ stato interessante , ott ima sia la scelta dei brani che tutte le esibizioni. Grazie al maestro Di Savino che ci ha regalato con i suoi spledidi musicisti, effettivamente ,due ore di sano etpiacevolissimo spet

    • Per dovere di cronaca nei confronti del lettore e’necessaria una doverosa spiegazione,Il Vescovo ha ascoltato il concerto dalla sede della diocesi,per cio’che concerne il signor Esser ha perfettamente ragione,c’era anche la vostra associazione presente,e’mi sembra di ricordare che lei era sul palco,perdoni la dimenticanza….cordiali saluti….

  3. La sede della diocesi se non erro è a due metri da dove era allestito il palco, E’ come dire che le persone abitanti nei pressi dell’evento hanno seguito il concerto da casa. Siena, organizzatori , le notizie devono essere veritiere, smettetela di offendere l’intelligenza altrui,poi perchè a distanza di dieci giorni ? Che tempismo!!

  4. A onor del vero, Mimmo Siena non ha scritto che il vescovo ha presenziato al concerto, ma solo che lo “ha ascoltato”, nè ha citato impropriamente la presenza di personalità non presenti:dunque, nessuna falsità. Occorre leggere con attenzione 😉 prima di accusare impropriamente.

Comments are closed.