Vendola_foggia_di-vittorio«Credo che la credibilità di Beppe Grillo sia affondata al largo del mare di Lampedusa». Con queste parole pronunciate a margine delle dichiarazioni rilasciate nella sala stampa del parlamento, riportate anche sul suo profilo Twitter, Nichi Vendola replica a quanto dichiarato da Grillo e Casaleggio dopo l’emendamento per l’abolizione del reato di clandestinità, proposto da Buccarella e Cioffi (senatori del M5S) e approvato ieri col voto favorevole di tutte le forze politiche escluso Pdl e Lega. Attraverso il suo blog, Beppe Grillo sconfessa i due senatori: «La loro posizione in Commissione è del tutto personale, non faceva parte del programma. Non siamo d’accordo sia nel metodo che nel merito». Immediatamente arrivano le repliche delle altre fazioni politiche, con Nichi Vendola, Governatore della Puglia e Presidente di Sel, tra i più critici.

Affidandosi alle presunte ripercussioni che l’Italia potrà avere da questo emendamento, Grillo e Casaleggio specificavano nella nota: «Il messaggio che riceveranno sarà interpretato nel modo più semplice: “la clandestinità non è più reato”. Quanti clandestini siamo in grado di accogliere se un italiano su otto non ha i soldi per mangiare?». Il duo penta-stellato non si risparmia nel richiamo verso i due senatori, e prosegue: «Il M5S non è nato per creare dei dottor Stranamore in Parlamento senza controllo. Se durante le elezioni politiche avessimo proposto l’abolizione del reato di clandestinità, presente in Paesi molto più civili del nostro, come la Francia, la Gran Bretagna e gli Stati Uniti, il M5S avrebbe ottenuto percentuali da prefisso telefonico. Sostituirsi all’opinione pubblica, alla volontà popolare è la pratica comune dei partiti che vogliono “educare” i cittadini, ma – avvertono – non è la nostra. Il M5S e i cittadini che ne fanno parte e che lo hanno votato sono un’unica entità».

Nichi Vendola, da par suo, esprimendo solidarietà ai senatori 5 Stelle, analizza quanto accaduto criticando l’azione messa in atto dai fondatori del Movimento 5 Stelle: «Vorrei esprimere solidarietà ai parlamentari del Movimento 5 stelle che hanno presentato l’emendamento per abrogare ciò che rappresenta una vergogna per il nostro paese – esordisce il Governatore pugliese -, il reato di immigrazione clandestina. Devo dire, purtroppo, che mette tristezza la deriva culturale di Beppe Grillo; per chi era partito promettendo di voler cambiare il mondo, oggi camuffarsi alla stregua di un qualunque Umberto Bossi, di un qualunque Calderoli, fa veramente mettere i brividi. Credo che la credibilità di Beppe Grillo sia affondata al largo del mare di Lampedusa; questo deve far riflettere i cittadini italiani».

 

 

 

4 COMMENTI

  1. All’ “incantatore di serpenti”, non le va bene una. Ora, la critica è toccata a Grillo perchè è colui che gli ha “fregato” i voti, facendolo scendere dall’ 8-9% al 4,5%. Questa è la pura verità. Eliminare il reato di clandestinità, e lui
    lo sa benissimo, significa essere invasi da extra comunitari. Un’ora dopo l’approvazione della legge, il
    Mediterraneo pullulerà di scafi alla volta dell’Italia, creando ulteriori
    problemi a noi Italiani.

    Come può essere credibile costui?

    11-10-2013

  2. Hai proprio ragione Pinuccio, questo la sa lunga, è in gamba, a questo signore è bastato leggere e imparare a memoria alcune poesie, fateci caso su ogni problema riesce puntualmente a inserire strofe scopiazzate e lette da qualche parte.
    Però non vi azzardate mai a chiedergli quanto guadagna… inizia ad innervosirsi e diventa parecchio balbuziente.
    Spero che gli Italiani abbiano capito come funziona il sistema politico in Italia, e si diano una mossa al CAMBIAMENTO.
    Saluti.

    • Egregio Signore, politica nazionale a parte, ciò che
      interessa da vicino a noi Cerignolani è la politica locale. Le castagne dal fuoco non ce le vengono a
      togliere i parlamentari nazionali per ovvie ragioni. Dovremmo essere noi
      cittadini a darci un mossa e non farci del male da soli evitando di metterci a litigare per far prevalere la propria appartenenza ideologica ad un partito. Se riusciremo in questo, sarà vantaggioso per
      tutti, altrimenti continueremo sempre a piangerci addosso come cretini,
      lasciando che i furbi e gli egoisti prevalgano.

      Contraccambio i saluti.

      11-10.2013

  3. Ma mentre morivano altre centinaia di morti negli anni addietro, sempre a Lampedusa tu grande poeta grande oratore dove stavi a farti le lampade????
    Parli parli parli e i fatti? E intanto ti porti a casa uno stipendio d’oro in più ti sei messo al sucuro per la vecchiaia…e noi domani ci ritroveremo con un pugno di scheletri di mosche. Ma fateci il piacere…sparite per rispetto di tutti quelli che hanno perso la vita, per quelli che non lavorano e per tutte le persone oneste, che a malapena riescono a sopravvivere.

Comments are closed.