panorama cerignolaLa Caritas Diocesana di Cerignola-Ascoli Satriano, in linea con la sua prevalente funzione pedagogica, promuove la formazione e la crescita personale e professionale dei giovani attraverso progetti di  servizio civile in continuità con la storica esperienza dell’obiezione di coscienza, come sede periferica di Caritas Italiana.
Anche quest’anno è stato approvato e finanziato un progetto di servizio civile dal titolo “Insieme per crescere_Cerignola” che prevede attività educative, pastorali e di socializzazione a favore di minori.

Il progetto si svolgerà in tre parrocchie accreditate della nostra diocesi: San Trifone Martire con 3 volontari, San Francesco d’Assisi di Cerignola con 2 volontari e la parrocchia Ss. Crocifisso di Orta Nova con 3 volontari per un totale di 8 volontari.
I volontari saranno anche coinvolti in attività di sensibilizzazione e di animazione territoriale in collaborazione con gli uffici di Pastorale Giovanile, Pastorale Sociale del Lavoro, Pastorale Missionaria e Azione Cattolica.

Le domande di partecipazione vanno presentate utilizzando una delle modalità seguenti:

1) A mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata, intestata a chi presenta la domanda) all’indirizzo di Caritas Italiana;
2) A mezzo raccomandata A/R o consegna a mano, tramite compilazione dell’Allegato 2 e dell’Allegato
3 e devono pervenire presso la sede della Caritas Diocesana in via Plebiscito, 18 Cerignola, entro le ore 14.00 del 4 novembre 2013 (non fa fede il timbro postale).

Per partecipare al Bando occorre:
• essere cittadino italiano;
• aver compiuto il diciottesimo anno di età e non aver superato il ventottesimo anno di età (28 anni + 364 giorni) alla data di presentazione della domanda;
• non essere stati condannati con sentenze di primo grado per delitti non colposi commessi mediante violenza contro persone o per delitti riguardanti l’appartenenza a gruppi eversivi o di criminalità organizzata.

Insieme alla domanda bisogna presentare:
1. copia della carta di identità in corso di validità (la mancanza del documento di identità comporta la
non accoglienza della domanda)
2. copia del codice fiscale
3. curriculum vitæ.

Non è possibile presentare domanda per più di un progetto, pena l’esclusione dalla partecipazione a tutti i progetti a cui si riferisce il bando.

Non possono presentare domanda:
a) coloro che già prestano o abbiano prestato servizio civile in qualità di volontari ai sensi della legge n. 64 del 2001, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, o che appartengono alle forze armate o alle forze di polizia.

b) Coloro che hanno in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, o che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi.

5 COMMENTI

  1. Non capisco tutti sti vincoli per entrare a far parte di un servizio volontario, manco se uno deve entrare nei SERVIZI SEGRETI O QUALCHE CORPO SPECIALE.
    Gatta ci cova…..!!!!
    Le solite routine Italiane.
    Mi vergogno di vivere in Italia e basta.

  2. Non fa fede il timbro postale????
    Ma che dite, vi rendete conto???
    E poi quante storie…..per che cosa……dichiaratevi sinceramente…..!!!
    O pòvr a nòù..!!!!

  3. Ignoranti! Sapete cos’è il servizio civile? E’ un vero e proprio concorso, per questo ci sono i requisiti specifici come ad esempio il limite di età, anche perchè chi supererà la selezione sarà pagato, pur lavorando con la Caritas.

  4. Ci dai dell’ignorante, ma ti rendi conto che dici??
    Secondo te e chi ha fatto la legge è normale il limite di età…non stiamo parlando degli ottantenni ma stiamo parlando di giovanissimi che praticamente saranno esclusi automaticamente dalla vita..ma che dè….ecco perchè l’Italia non andrà mai avanti..persone come voi che si fanno abbindolare…comunque di questo passo faremo tutti una brutta fine.
    Garantito, chi la va dèc..chi supera un limite di età praticamente deve morire..ma fatevi un esame di coscienza..DOVREBBE ESSERE IL CONTRARIO..CHI HA SUPERATO IL LIMITE DI ETA’ E NON PER COLPA SUA..DEVE ESSERE IL PRIMO AD ENTRARE E IL PRIMO A NON FARE NEMMENO DOMANDA PER ESSERE AMMESSO. ANCHE PERCHE’ SI PRESUME CHE A QUELLA ETA’ SOLITAMENTE UNO HA MOGLIE, BAMBINI A CARICO E POVERTA’ ASSOLUTA.
    CI CAPIAMO QUANDO PARLIAMO DI QUESTI ARGOMENTI??
    OPPURE PERDIAMO SOLO TEMPO????
    E FINIAMOLA PER PIACERE…!!!

  5. purtroppo-COME al Solito…=..”SOLDI e MiAFamiglIA”…<– DA secoli e SECOLI; anche in nome e per conto di "AMA COME te STESSO"
    BUONA SALUTE….CERIGNOLA..

Comments are closed.