piazza_umberto

Il tema sicurezza è a Cerignola quasi sempre riconducibile a fatti di cronaca eclatanti o a risse. Nel tempo si è ignorata, tra le altre cose, la portata “pericolosa” di certi comportamenti e/o atteggiamenti, considerati oggi più o meno normali. Chi, almeno una volta, non è stato “vittima” di uno sguardo di sfida (e molto spesso non solo uno sguardo, ndr) o di una consequenziale frase per dar luogo ad una “prova di forza” in cui, quasi sempre, il malcapitato ha la peggio?

Questo pericolo Bari ha deciso di eliminarlo. E’ notizia di queste ore infatti, il no della città levantina ai gruppi con atteggiamento di sfida, presidio o vendetta che sostano nelle piazze. Una decisione ratificata in un’ordinanza dal Sindaco Michele Emiliano. Precisamente, si legge al punto 8: «Divieto di sostare prolungatamente in gruppo, con atteggiamento di sfida, presidio o di vedetta, tale da impedire la piena fruibilità della piazza agli altri cittadini ed ai turisti; tale condotta di pericolo per la sicurezza urbana è tanto più lesiva dell’interesse pubblico, in quanto reiterata ovvero posta in essere da parte di soggetti con precedenti penali, assoggettati a misure di prevenzione e comunque in stabile comprovato collegamento con soggetti appartenenti alle suddette categorie di persone».

Tra i divieti ci sono quindi gli atteggiamenti malavitosi e il sostare prolungatamente in gruppo con fare minaccioso o con sguardo di sfida (punibile con multe comprese tra i 25 e i 500 euro) validi in ben cinque piazze storiche della città. Il provvedimento varrà per 6 mesi, sino al 30 aprile 2014, e l’onere di vigilare sarà affidato alla Polizia Municipale. Il tutto è nato da una petizione popolare del comitato di quartiere di Piazza Umberto, con apposte le firme di 1700 residenti. Nel documento i cittadini hanno ben evidenziato al Sindaco alcuni fenomeni come “presenza di nero-pusher in cerca di clienti” o “anziani omosex appostati in adescamento di prestazioni a basso costo”.

Cerignola probabilmente non assiste a fenomeni di adescamento per prostituzione low-cost, ma di certo conosce bene gli atteggiamenti di sfida. Atteggiamenti che hanno condotto diverse volte a risse con epiloghi spiacevoli. Probabilmente un’ordinanza stile Emiliano non risolverebbe il problema (anche perché non ci sono risorse umane ed economiche per effettuare i controlli) ma accenderebbe un faro su un tema che passa quasi sempre in secondo piano rispetto a certi consolidati modi di fare. E di essere.

CONDIVIDI
  • Ma per piacere…!!

    Bisognerebbe accendere un FARO su ROMA, PRESIDIARE Roma per la cattiva politica che ha sfreggiato gli Italiani.
    Mò ve ne uscite con stè barzellette….questa è guerra tra poveri …ma solo per la sopravvivenza e basta.
    Sotto sotto c’è sempre la politica, ma smettetela.
    Continuiamo a far finta di niente…quando arriverà.lo tsunami sarà ormai troppo tardi…PER TUTTI NATURALMENTE.

  • Linus

    A Cerignola tanti ragazzi e ragazzini si comportano come potenziali mafiosi,per non parlare di tantissimi automobilisti che ti guardano con aria di sfida,che s pass!!!!!

  • Tam Tam

    Non è vero che gli angeli vivono solo in cielo, a volte penso che Dio con alcuni abbia fatto un eccezione, lasciandoli sulla terra,vengono a noi e si appoggiano con delicatezza, rinunciano all’amore standoti vicino, accanto, sul lato del cuore…loro non si manifestano con una luce speciale, per vederli devi chiudere gli occhi e ascoltarli con il cuore…!!

    • Gabriele

      Che fai copi e incolli pensieri e riflessioni di altri?????
      Questo ad esempio l’hai copiato ed incollato dal blog “Il mistero degli angeli” una riflessione di mariangelO scritta il 28 marzo 2013.

  • Rita P.x Tam Tam

    Le sue frasi mi colpiscono sempre…complimenti…ma a riguardo dell’argomento sopra cosa ne pensa…ci scriva qualcosa..se può naturalmente non disturbandola.
    Grazie, la saluto con affetto.

  • Tam Tam x Rita P.

    Il problema non è né la crisi economica in sé per sé né la crisi morale della politica, ma la perdurante sopravvivenza e sviluppo nel nostro paese di mentalità, atteggiamenti e comportamenti non degni di un paese civile, moderno e con desiderio di Futuro.
    Per lo più vedi all’ opera e respirare persone completamente manipolate ed imbevute di modelli squallidamente disfunzionali al benessere individuale e sociale.
    Gli stessi automi che hanno affidato il proprio futuro e quello dei loro figli a “pagliacci mediatici” che molto probabilmente non avrebbero presa neanche sulla coscienza delle bestie.
    Un vaccino contro il lerciume intellettuale vomitato sulla gente da certi personaggi non esiste ma si potrebbe sempre tentare di utilizzare e diffondere l’uso di potenti battericidi culturali a danno dei Manipolatori e dei diffusori di morte e disperazione, facendo sgorgare un potente tsunami di indifferenza e rinnovata coscienza contro gli squallidi
    (pseudo) Potenti e Padreterni di turno.
    Morte morale ai Mistificatori e agli Idoli.
    Ciao Rita, e non darmi del Voi, ti abbraccio.

    • rocco

      il problema vero a Cerignola è che prevalgono sempre i quattro (potremmo dire anche i cento o più) delinquenti o bulli, mentre le persone veramente per bene (e con per “sentito dire”) per modestia o paura o distacco costituzionale restano da parte e non fanno sapere che i Cerignolani buoni esistono. D’altronde, in prima pagina va il male e non le cose buone che si fanno (e, credetemi, sono tante), nonostante i nostri politici. E poi, dobbiamo toglierci il vizio di pensare (e dire) che sono sempre gli altri ad essere “difettati”. Cosa facciamo noi, anche nel nostro piccolo, per migliorare l’immagine di Cerignola?

  • Rita P.x Tam Tam

    Hai proprio ragione, condivido in tutto.
    Comunque sei un mito davvero, lo dico con rispetto e con il cuore.

  • Tam Tam x Rita P.

    Ciao tesoro ti saluto.

  • Antonella x Tam Tam

    Caro sig. Tam Tam, io invece sono arrivata al punto di non amare più nessuno, il mondo è cambiato purtroppo.

  • Tam Tam x Antonella

    Cara Antonella, ricordati una cosa molto ma molto importante………!!
    È meglio aver amato e perduto, che non aver mai amato.
    Non dimenticarlo mai, e su con la vita.

  • Pasquale

    Come non si può essere daccordo con lei, condivido condivido in pieno, ha centrato il vero problema.
    La saluto

    • Busillis

      Mi accingo per la prima volta ad intervenire su questo sito , spinto da una momentanea voglia di partecipazione al “pensiero virtuale condiviso”.
      Personalmente ho sempre creduto che Cerignola abbia sviluppato, proprio per la oggettiva difficoltà del suo vivere quotidiano, nel corso degli anni un potenziale impressionante di persone capaci e dalle indubbie qualità:peccato che questo popolo silenzioso difficilmente avrà un ruolo da leader nella nostra città, perchè continuamente sfiduciato dalla melma arrogante e primitiva di quella parte della città che afissia ogni buona intenzione ed iniziativa ,e vuoi anche perchè col passare degli anni ,almeno per quelli che di anni ne vantano un numero ragguardevole, si tende a diventare un pò fatalisti.
      E non dimentichiamoci mai di tutti quelli che hanno trovato dignitose ed onorevoli collocazioni lasciando la città per altri lidi; naturalmente anche questa perdita di risorse positive incide, eccome, nel bilancio della nostra comunità.
      Vi saluto con il personale auspicio di non mollare mai e di continuare,senza ipocrisie, a cercare di fare ciascuno la propria particina nel nostro vivere quotidiano , senza far mai mancare l’orgoglio profondo di sentirsi cerignolani e non viverlo come senso di fastidio !

      In bocca al lupo a tutti!

  • Tam Tam x Rocco

    Caro Sig.Rocco, nel nostro piccolo non possiamo fare altro che rispettare le Leggi innanzitutto, per quanto mi riguarda nel mio piccolo riesco ancora a fare piccole opere di bene, ma di più non posso, in quanto la mia età non me lo permette.
    Non sono daccordo quando dice che ci sono persone per bene che per modestia o per paura o distacco costituzionale non possono dare il loro contributo…se possono e non lo fanno hanno pure loro delle responsabilità morali e civili.

    Saluti.

    • rocco

      non ho detto che non possono, ma che non vogliano, perchè vigliacchi o legati ai propri interessi o, peggio, perchè se ne infischiano e permettono a personaggi da due tacche di fare il bello e cattivo tempo, in tutti i settori, non solo in politica.

  • Mosè Sorbo

    coMINCIano gli PSEUDO partiTI ?.
    ..I LORO padroni e caporali?..
    i quattro OLIGARCHI del CEMENTO-URBANISTICA che dePREDAno ancora la NOSTRA CITTA’ ?
    i burattini-burattinai che..IMPUNEMENTE.. NON fanno funzionare AMBIENTE-LAVORO-SALUTE-SCUOLA-SERVIZI Publici..?
    “loro” continuano a STARE in CAGNESCO ( con il permesso ed il rispetto dei CANI)
    CONTRO la CITTA’ di CERIGNOLA .
    FORZA ..CERIGNOLA… e BUONA SALUTE

  • Antonio P. x Gabriele

    Ogni tanto viene fuori una pulce, A Gabriè..ma lo conosci a Tam Tam, snò stàtt cètt.
    Io lo conosco da 20 anni, è una persona che scrive per gli altri…ma per quelli che contano…a capèt chi tnèm a Crgnòl…gapra l’ucchio…!!
    Dè vcèn non t pùt mangh abbiè…!!
    Ciao Gabriè..!!

    • Gabriele… l’Arcangelo

      Potrà pure scrivere per gli altri, probabilmente semianalfabeti come te che hai gli occhi aperti, ma questa citazione l’ha copiata… non c’è ombra di dubbio, ti ho anche dato il riferimento in web.

  • ezio80

    E a Cerignola chi dovrebbe vigilare??? La polizia municipale??? ahahahah chiedo scusa, ma non sono riuscito proprio a trattenermi!!! Aumentiamone il numero, diamogli in mano gli strumenti e le conoscenze tecniche per potersi difendere!! e forse quando faranno più paura si potrà mettere in atto un ordinanza simile anche a Cerignola!