volleyTerza giornata nei campionati maschile e femminile di serie C nel volley: ad aprire il weekend per i colori cerignolani sarà domani pomeriggio la Lapige Libera Virtus, impegnata in quel di Bisceglie per sfidare lo Sportilia. Una sfida che sulla carta fa pendere il pronostico dalla parte delle virtussine, che hanno incontrato le avversarie in amichevole tre settimane fa, battendole per 3-0. L’allenatore Michele Drago però predica sempre la massima concentrazione alle sue ragazze, allo scopo di tenere la massima concentrazione e per proseguire nel percorso di crescita avviatosi in queste prime giornate del torneo. La squadra continua compatta a lavorare sodo ed a ranghi completi, avendo mostrato nei precedenti incontri quanto di buono c’è nell’organico allestito: il coach molfettese schiererà la stessa formazione titolare, nell’intento di portare a casa un altro successo pieno da aggiungere ai due già conquistati. Lo Sportilia ha cambiato molto rispetto allo scorso anno: ancora con la conduzione tecnica affidata a Nicola Nuzzi, la formazione nerazzurra ha intrapreso la strada del rinnovamento, con una rosa dall’età media di 18-19 anni interamente fatta in casa. Le partenze di elementi come Di Reda, Todisco, Valente e Nazzarini hanno sottratto un po’ di esperienza al gruppo, che però con la sua freschezza cerca di conquistare la salvezza. Ancora a quota zero in classifica, le biscegliesi soprattutto in casa sanno dare il meglio, motivo per cui servirà una Libera Virtus determinata ed al meglio per evitare sorprese nello svolgersi della gara. Inizio alle 18.30 al PalaDolmen.

Giocherà invece al pala “Nando Dileo” l’Iposea Udas, nel campionato maschile: domenica, alle 18.30, arriverà a rendere visita la Fides Triggiano. La compagine guidata da Roberto Ferraro è reduce dalla sconfitta della scorsa settimana a Bari, contro l’Equesnet Volley (0-3); tuttavia, assolutamente buona la prestazione di Apollo e compagni, battuti ma a testa alta da una delle formazioni più attrezzate del girone. Uno stop che poteva essere messo in preventivo, ma che ha regalato al coach ofantino soddisfacenti risposte in termini di qualità delle risorse a disposizione ed approccio dei suoi, che possono giocarsi le proprie chances con ogni concorrente. Il proposito dei biancazzurri è bissare la vittoria casalinga ottenuta all’esordio con Matera, invertendo immediatamente il segno negativo nel cammino del raggruppamento A. La Fides Triggiano ha due punti in classifica, ottenuti con il tie break a suo favore a Bitonto, mentre sei giorni fa i baresi hanno ceduto al Modugno. In un girone che appare fin da subito molto livellato (il solo Matera dopo due giornate è ancora a secco), basta poco per modificare la propria posizione in graduatoria: l’Udas vuole dimostrare di poter stare in alto, a contatto con le prime.