volleyCon tre successi in altrettanti incontri ed il primo posto in classifica a punteggio pieno (in compagnia di Manfredonia e Santeramo), la Lapige Libera Virtus affronta nella quarta giornata del campionato di serie C l’Amatori Volley Bari. Una nuova sfida contro una formazione sulla carta non certamente proibitiva, ma lo sport insegna che non bisogna mai sottovalutare alcun avversario, specie in categorie come queste, nelle quali predomina l’equilibrio. La preparazione e l’allenamento al secondo appuntamento casalingo sono scivolati via in maniera tranquilla per le ragazze di Michele Drago e Cosimo Dilucia: positivo l’avvio di torneo per un team che può solamente crescere e che, tra l’altro, sale di livello dopo ogni seduta tecnica e dopo ogni partita disputata. Lo dimostra anche l’ultima fatica di sabato scorso a Bisceglie, quando a due set ben giocati, ne è seguito un altro dove è servita tutta la tenacia e l’esperienza delle gialloblu per avere ragione di uno Sportilia mai domo, chiudendo la pratica per 3-0. Solidità, tecnica, esperienza: questi i caratteri principali della Libera Virtus di questa stagione che man mano continueranno sempre più ad emergere nel prosieguo. Il primo test di livello arriverà tra due settimane, ed è per questo motivo che c’è bisogno di incamerare possibilmente tutti i punti in palio per acquistare consapevolezza e forza nei propri mezzi. L’Amatori Volley Bari si è riaffacciata nel massimo campionato regionale dopo sette anni, avendo ottenuto la promozione dalla D lo scorso maggio: anche la società biancorossa ha decisamente investito sul proprio vivaio, allestendo una rosa dall’età media molto giovane. L’obiettivo minimo delle atlete di coach Caldarola è la salvezza: un traguardo davvero prestigioso se ottenuto, perché molte giocatrici sono all’esordio assoluto in C. Le baresi hanno conquistato sette giorni fa il primo successo, in casa ai danni del Nelly Volley Barletta, mentre nei primi due impegni sono arrivate due sconfitte esterne a Modugno e Manfredonia, due fra le più attrezzate compagini per le prime posizioni. Cerignola però non vuole fare nessuno sconto, continuando la corsa in vetta alla graduatoria, regalando una nuova gioia al suo caloroso pubblico.  Appuntamento domani, al pala “Dileo”, alle 18.30 con ingresso gratuito.

In serie C maschile invece (anche qui quarto turno), l’Iposea Udas di Roberto Ferraro andrà a far visita all’Asd Perotti, domenica con inizio sempre alle 18.30. Una favorevole occasione per i ragazzi biancazzurri per cominciare a collezionare punti anche in trasferta, dal momento che i baresi della Perotti sono a quota 1, contro i cinque punti totalizzati dalla formazione cerignolana. Nel match interno della scorsa settimana, gli udassini sono stati croce e delizia per i propri tifosi: molto bene in attacco, con una batteria offensiva davvero proficua ed efficace, meno soddisfacente la difesa, che ha mostrato alcune crepe, consentendo alla Fides Triggiano di tenere aperti i giochi fino al tie break, conquistato poi con merito da Lanzone e compagni. Tuttavia, anche l’Udas resta un cantiere aperto e ci sarà tempo e modo per perfezionare in maniera ottimale nel corso delle settimane intesa tra i reparti e condizione atletica; le potenzialità (emerse soprattutto negli incontri casalinghi) ci sono, ora l’imperativo è assicurare continuità ai risultati per infondere fiducia a tutto l’ambiente. Ferraro non dovrebbe mutare l’assetto del sestetto titolare, affidandosi al suo centro solido (Lanzone e Mancini) ed alle bande agili (Apollo, Mennuni e Tibelli) per festeggiare la prima gioia esterna stagionale.