ex-opera-cerignolaGrande successo per la seconda edizione del Seminario su App e 3D, organizzato da Claudio Capraro e Stefano Pepe, svoltasi ieri sera presso l’Exopera al Piano delle Fosse. L’incontro nasce con l’intenzione di fornire un quadro generale del settore informatico, sia sulle applicazioni, che con il tempo sono diventati un formidabile strumento di comunicazione, sia per la grafica tridimensionale. Una serata all’insegna della Puglia, introdotta da Lucia Tattoli, docente dell’Istis “Righi”, che al nostro giornale ha sottolineato il «successo di una iniziativa che dà la possibilità di poter orientarsi su programmi innovativi. Negli ultimi tempi l’informatica ha subito una profonda evoluzione ed i giovani hanno a disposizione tantissime opportunità, come ad esempio la telefonia mobile da usare soprattutto nel lavoro di ciascuno di noi e non risente della crisi attuale». Quattro i protagonisti, che per le loro competenze hanno dato al numeroso pubblico presente, ed in esclusiva per lanotiziaweb.it, una dettagliata e rigorosa spiegazione sulle materie di loro competenza. Nicolas Caporusso, capoufficio tecnologico di Qiris, si rivolge al pubblico con un sistema adatto alle persone in condizioni di disagio: «Noi stiamo sviluppando una tecnologia connessa allo smartphone che permette a persone non vedenti e con problemi uditivi di poter interagire con gli altri ed il mondo esterno, permettendo loro di poter accedere ad internet ed informandosi e di essere socialmente incluse. Le informazioni su questa tecnologia sono sul nostro sito, www.db6love.com». Davide Sirago, di Amz Team, ha presentato l’applicazione “MedicaBox”, pensata per medici ed utenti per conoscere ed approfondire le generalità dei farmaci, e sottolinea l’importanza del rapporto informatica-scuola: «Assolutamente importante che i giovani apprendano e studino queste cose, anche perché se dovesse capitare un problema, ognuno ha gli strumenti per poterlo risolvere nel miglior modo».

Fabio Daddario tiene a ribadire la sua cerignolanità, che lo porta in giro per il mondo a conoscere ed a studiare nuove tecnologie in 3d come la sua creatura, la prima fiera tridimensionale, raccontandola così: «il prodotto in questione può essere utilizzato attraverso software già usati, come ad esempio la Fiera del Levante, ma è anche importante considerare che il 3d può essere utilizzato anche da persone con difficoltà psico-motorie, muovendosi in ambienti che rispecchiano la realtà, potendo interagire con personaggi interattivi come se si trovassero nel mondo reale». Infine l’ultima presenza della serata, Giulio Mallardi (Team Leader di Microsoft) che ha illustrato il progetto “U Generation”, inerente le soluzioni offerte dal mondo della società di Bill Gates. Un plauso infine va dato agli organizzatori, Claudio Capraro e Stefano Pepe con la partnership dell’Associazione Culturale OltreBabele (presente con un proprio spazio, ndr), riusciti per il secondo anno ad animare la nostra città con una iniziativa davvero di buon spessore ed a far avvicinare i giovani e non a tematiche su cui non si parla spesso, ma sono il punto vero e sano di una Cerignola che, attorniata da tanti problemi, riesce nel suo piccolo a far sì che iniziative come queste siano il fulcro per una società migliore.

  • Francesco

    condivido, complimenti ai ragazzi per l’ottima riuscita dell’evento.. finalmente un evento senza temi e colori politici! BRAVI RAGAZZI

  • angela

    Bellissima iniziativa, complimenti a tutti i ragazzi presenti ieri al seminario!