Castellaneta-UdasPer l’ottava del campionato regionale di serie C, il PalaTifo di Castellaneta ha scatenato un’autentica bolgia per riportare alla vittoria casalinga i suoi beniamini, ma alla fine il maggior tasso tecnico della Castellano Udas ha avuto la meglio anche contro ‘il sesto uomo in campo’. Le due formazioni venivano da una settimana decisamente diversa. L’ambiente biancorosso aveva da smaltire le dimissioni polemiche di coach De Pasquale, e sperimentare l’impatto del nuovo responsabile tecnico Losito. Gli ospiti, dopo una settimana dedicata al recupero fisico di alcune importanti pedine, erano chiamati ad affrontare una prova insidiosa, in un clima a dir poco inospitale, per confermarsi al comando solitario del torneo. Coach Losito manda sul parquet Dimonte, Gaudiano, Acito, Clemente e Larocca, cercando di imbavagliare la fonte del gioco biancazzurro ed i suoi fortissimi terminali. Coach Totaro, schiera in partenza la sua miglior formazione con Serazzi, Sierra, Liguori, Jonikas e F. D’Arrissi, sempre in marcatura a uomo. La gara parte senza grandi sussulti, con i valentiniani che rispondono bene alle bordate biancazzurre, per lo più ispirate dalla fredda lucidità di Jonikas sotto plancia. Il primo sprint al 7°, quando Jonikas, telecomandato da Serazzi e coadiuvato dal dinamismo di Liguori, prima va a segno con due triple, e poi fa valere tutti i suoi 203 centimetri in fase difensiva strappando di mano un paio di importantissimi rimbalzi (alla fine saranno ben 14!). Per i padroni di casa solo il tempo di contenere a sette punti il distacco, prima del trillo della sirena. Seconda frazione molto più combattuta ed equilibrata. Sostenuto dal tifo accesissimo ed instancabile dei suoi tifosi, il quintetto biancorosso tenta continue sortite per le vie centrali, anche se sono Gaudiano e Larocca le spine nel fianco della Castellano Udas. Losito strepita da bordocampo chiedendo maggior intensità difensiva, mentre Totaro deve concedere minuti alla panchina per risparmiare i suoi atleti acciaccati in vista dei temutissimi minuti finali. Sulle ali dell’entusiasmo i locali riescono a riagguantare gli avversari, finchè nel finale Sierra non decide di illuminare la scena con un paio dei suoi arcinoti colpi da maestro, e tarpare le ali dei tarantini. Il tempo si chiude comunque con i cerignolani in vantaggio, ma ora solo di cinque punti.

Il match cambia letteralmente volto nella ripresa. Serazzi, tornato a dirigere l’orchestra biancazzurra, ispira un Sierra strepitoso che mette le ali ai piedi degli ospiti, fino al massimo vantaggio di quindici punti. Poi, quando l’asso uruguaiano viene preso a bersaglio dai sostenitori locali in maniera che sicuramente sarà oggetto di pesanti provvedimenti disciplinari, Totaro è costretto a richiamarlo in panchina per evitare guai maggiori, affidandosi ora ad un quintetto ‘basso’ dominato in quota dal solo De Fazio. La terza sirena arriva con gli ospiti ancora sul più 15, ma i direttori di gara hanno parecchi grattacapi per portare a termine la gara. L’ultima frazione vede i biancorossi all’arrembaggio, con Larocca e Dimonte in grande evidenza. La foga, però, tradisce i tarantini, costretti a caricarsi di falli per arginare i tentativi biancazzurri di chiudere definitivamente la gara. A trarne beneficio è ovviamente la Castellano Udas che dalla lunetta ha tiratori molto efficaci. Dopo una pausa forzata per spegnere un fumogeno lanciato dai sostenitori locali, e liberare il campo da alcuni oggetti piovuti dagli spalti, la partita va verso la prevedibile conclusione con Vincenzo D’Arrissi in cattedra. La Castellano Udas, gestendo bene energie mentali e fisiche, chiude con un più otto che premia comunque l’ardore agonistico dei ragazzi di Losito. Gara di grande intensità, non priva di momenti di tensione sugli spalti, che la capolista ha fatto sua per un evidente divario tecnico ed una migliore organizzazione di gioco.

TABELLINI

1° quarto 17-24; 2° quarto 16-14; 3° quarto 14-24; 4° quarto 27-21.

Realizzatori

Valentino Basket: Dimonte 25, Gaudiano 22, Larocca 12, Giovinazzi 6, Acito 5, Appeso 3, Stano 2.

Castellano Udas: Sierra 30, Serazzi e V. D’Arrissi 12, Liguori 6, Jonikas 19, F. D’Arrissi 4.

Fuori per falli: Acito al 38°.

CONDIVIDI
  • Angelo

    Attenti ai Gufi………..