Basket01Il turno numero 8 del campionato di Serie C regionale maschile è favorevole alla capolista Castellano Udas, che si prende una importante rivincita; invece è sconfitta per l’Olimpica Basket, che si trova a dover rimettere in sesto una situazione psicologica non semplice. Partiamo dalla formazione biancazzurra di Matteo Totaro, impegnata ieri sera in trasferta contro il Valentino Castellaneta, bestia nera l’anno scorso ed unica compagine in grado di batterla sia all’andata che al ritorno. Stavolta le cose vanno diversamente: i padroni di casa fanno affidamento sul quintetto formato da Clemente, Gaudiano, Pancallo, Larocca, Dimonte; gli udassini in campo con Jonikas, Sierra, Serazzi (in alternanza con Vincenzo D’Arrissi, ndr), Francesco D’Arrissi, Riccardi. La partita è vibrante: il primo allungo della capolista avviene nel primo quarto (12-21 all’8′) grazie alla buona vena di Jonikas e Sierra, che aiutati ottimamente dai compagni di squadra chiudono la prima frazione avanti di 7 punti (17-24). Nel secondo periodo la reazione dei padroni di casa c’è, il nuovo coach Losito inverte la rotazione del quintetto iniziale, ed in difesa la Castellano Udas appare in difficoltà e deve subire il ritorno prepotente dei locali che si riavvicinano all’intervallo lungo con un distacco di cinque punti, 33-38. Al rientro in campo la Castellano Udas sciorina la solita prestazione capolavoro, fatta di canestri ed azioni spettacolari, indirizzando con autorità l’esito del match dalla propria parte, chiudendo con l’ottavo successo di fila. Ora si attende il turno infrasettimanale giovedì prossimo, per il derby con la Diamond Foggia, corsara a Manfredonia 73-80.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per l’Olimpica Basket arriva una nuova sconfitta: questa volta in casa per 81-88 da parte di un Basket Fasano assai roccioso e che ha portato via dal Palasport “Dileo” un successo meritato, anche se i padroni di casa gialloblu -almeno fino alla chiusura della terza frazione- erano in grado di poter portare dalla loro parte il risultato. Il match ha visto anche la sfida fra le due coppie d’attacco Rubbera-Laguzzi per l’Olimpica e Persichella-Sordi per gli ospiti: il primo mini-break è brindisino (4-11), Rubbera cerca di dettare tempi e schemi per riagguantare il Fasano che nel frattempo arriva al +8 con Persichella, i cui tiri da tre punti si riveleranno micidiali nell’ultima parte di gara. Esce Triglione fra gli ofantini ed entra Giovanni “Speedy Gonzales” Romano (febbricitante) per dare maggiore spinta all’attacco: l’ingresso rivitalizza il gruppo e Visaggio prima, lo stesso Romano poi si inventano due triple da urlo che accorciano al 37-36 a 4’ dal riposo; il finale della prima parte è un mix di sorpassi e controsorpassi e Fasano va negli spogliatoi sul 44-48. In apertura del terzo periodo l’Olimpica si presenta compatta ed in grado di poter controllare il risultato: la coppia Visaggio-Romano mette le firme del 52-45, ma gli ospiti indomiti più che mai agganciano il 56-56. A danno dei padroni di casa, delle decisioni arbitrali discutibili ed anche dagli spalti qualche tifoso che tifa apertamente per gli ospiti: ma nonostante ciò, prima dell’ultima sirena l’Olimpica è a -6 dai fasanesi (63-68). Ultimo quarto decisivo per entrambe, Fasano piazza il +10 (65-75) e i cerignolani, nonostante una reazione tutto cuore, non evitano il terzo ko di fila. Dopo un avvio di stagione positivo, adesso si prospetta una serie di allenamenti intensissimi per preparare il turno infrasettimanale, che sulla carta dovrebbe essere facile a Ruvo di Puglia, corsara in casa dell’Angiulli per 68-82.

CLASSIFICA ALL’OTTAVA GIORNATA

Castellano Udas Cerignola 16; Cestistica Ostuni, Diamond Foggia 14; Bk Fasano, Adria Bari, Cestistica Barletta 12; Angel Manfredonia, Nuova Alius San Severo, Invicta Brindisi 10; Olimpica Bk Cerignola 8; Valentino Castellaneta, Virtus Ruvo di Puglia 4; Angiulli Bari 2, Murgia Santeramo, New Basket 99 Lecce, Assi Brindisi 0.

CONDIVIDI