Gervasio Tommaso classe 1992Momenti di panico giovedì scorso, 14 u.s., in via Vittorio Veneto a Cerignola, quando due uomini, armati entrambi di un  coltello di grosse dimensioni, hanno fatto irruzione all’interno della Tabaccheria “Mercadante”, col fine di farsi consegnare l’incasso dai proprietari. “Fortunatamente” i due individui, questa volta, si sono trovati di fronte i proprietari della tabaccheria ed un cliente non propensi a cedere alle loro angherie. Infatti, sia l’assistente della tabaccheria, una donna, che il cliente, alla vista dei due individui armati di coltello e con il volto travisato da passamontagna, gli si sono avventati contro: l’uomo scagliando contro uno dei rapinatori una pianta a stelo lungo presente all’interno dell’attività commerciale, mentre la donna afferrava un bastone in legno, con il quale cominciava a colpire uno dei due individui, fino a costringere entrambi a darsi alla fuga, desistendo dal loro intento, non prima però di aver ingaggiato una breve colluttazione con il cliente e con il titolare della tabaccheria, che giungeva all’interno subito dopo i rapinatori.

Gli uomini del Commissariato di Polizia di Cerignola, diretti dal Vice Questore Aggiunto D.ssa Loreta Colasuonno, immediatamente si recavano sul luogo della rapina, allertati telefonicamente da un passante che aveva notato i due entrare nella tabaccheria e ingaggiare la colluttazione con i presenti.

Venivano visionate le immagini dell’impianto di video-sorveglianza che, fin da subito, permettevano di direzionare le indagini su un ragazzo, incensurato, nullafacente, di anni 21, GERVASIO Tommaso, che veniva rintracciato, dopo poche ore, nei pressi della propria abitazione, non lontano dalla tabaccheria. Lo stesso, alla vista dell’autovettura della Polizia di Stato, tentava di eludere il controllo, allontanandosi, ma veniva immediatamente bloccato. Durante  la perquisizione effettuata presso l’abitazione del GERVASIO, si rinveniva parte dell’abbigliamento utilizzato durante la tentata rapina, in particolare un paio di scarpe, descritte meticolosamente dalla denunciante e visibili anche dalle immagini, che presentavano un disegno di colore rosso, a forma di stella, nella parte esterna.

Di qui la decisione di accompagnare il GERVASIO presso i locali del Commissariato P.S. di Cerignola, col fine di espletare ulteriori accertamenti; infatti, guardando attentamente le immagini del sistema di videosorveglianza, si notava che l’assistente della tabaccheria riusciva a colpire uno dei due rapinatori, sulla parte bassa della schiena, nel lato destro; infatti, il GERVASIO presentava, proprio in quel punto del suo corpo, un ematoma riconducibile al colpo subito con il bastone. A quel punto il ragazzo, vistosi scoperto, si lasciava andare, dichiarando che, in effetti, era lui uno dei due rapinatori, non indicando il nome del complice, dicendo anche che stava male in quanto il colpo subito gli stava provocando un forte dolore alla schiena e alla parte addominale. Si decideva pertanto di accompagnare il giovane presso i locali del Pronto Soccorso di Cerignola, in modo da farlo sottoporre ad esami specialistici che escludessero complicazioni gravi per la sua incolumità. Gli veniva diagnosticato un forte trauma alla schiena, giudicato guaribile in sette giorni.

Anche la denunciante ed il suo titolare venivano refertati presso l’ospedale di Cerignola, con prognosi di 10 giorni.

L’uomo, dopo che gli venivano prestate le cure del caso, veniva dichiarato in stato di fermo e tradotto presso la casa circondariale di Foggia.

Ancora una volta viene messa in risalto la collaborazione dei cittadini con le forze di polizia, che nell’ultimo periodo sta permettendo di raccogliere non pochi frutti.

 

  • andrea

    balordi

  • cheschifo

    BUTTATE LE CHIAVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    • tony

      coglione buttati tu

    • Christian Il Biondo

      stronzo buttati tu ne cesso e tira lo scarico rifiuto umano fetoso tu sei un bidone che cammina

  • Libero

    complimenti vivissimi per il coraggio e la forza dimostrati dai titolari di quest’attività. Magari ci comportassimo tutti allo stesso modo in situazioni di questo tipo: non si vedrebbero più in azione molti imbecilli e quaquaraquà come quelli presi a bastonate e immortalati in questi fotogrammi.

  • green

    grandiosa la ragazza difendendosi contro i due tizi

  • aicol

    Managgia alle droghe!!

  • toto

    conosco i proprietari e sono persone bravissime, per fortuna reagendo non è successo niente cerignola fa schifo anzi molta gente che ci vive fa schifo

  • hulk

    A Cerignola si è fieri di essere balordi….complimenti ai proprietari e al cliente..ricordatevi che i primi guardiani della città siamo noi poi vengono le forze dell’ordine…

  • ROBERTO

    Ragazzi lottiamo!!!!prendiamo esempio dai proprietari del tabacchino!!
    dobbiamo ribbelarci a tutta la gentaglia che e’ presente nel nostro paese!!!non dobbiamo avere piu’ paura!!!!Mai piu’ omerta!!aiutiamoci tra di noi!!!
    ribelalrsi e ribellarsi ancora fino a quando gli agnelli diverranno leoni!!!!

  • A causa di commenti offensivi siamo costretti a chiudere la discussione.
    Redazione