foto: facebook (Isabella Antonacci)
foto: facebook (Isabella Antonacci)
foto: facebook (Isabella Antonacci)

Essere o non essere, questo è il problema. Ma se Shakespeare fosse originario di Borgo Tressanti avrebbe scritto “funziona o non funziona?”, “è acceso o spento?”. Questo perché l’inceneritore non è stato mai “ufficialmente” acceso, ma da quasi un anno la notte fuma (per molti sono delle prove, ndr) e giungono camion, secondo alcuni pieni di cibo per l’ecomostro. Sui social sono girate foto e video già in passato. In queste ore però arrivano delle foto che fanno pensare, probabilmente sbagliando, ad un impianto in piena attività. E se così non fosse di certo manca quella chiarezza indispensabile sullo start.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • felice

    ormai l’interesse economico ha scavalcato l’essere umano, poveri noi!!!!!!

  • giulio

    non so se avete capito ke quel mostro nn uccide solo noi..uccide la nostra terra e i nostri raccolti..uccide i nostri figli perchè ogni volta ke inaliamo ossigeno nel nostro corpo,gran parte delle nano particelle di quello schifo intacca il nostro corpo e i nostri organi per poi morire di tumore..abbiamo i piu alto tasso di tumori insieme a taranto e nessuno fa nulla!!io ho protestato contro l’inceneritore e ció ke vedevo era gente ignorante seduta al bar a deridere la nostra lotta invana..io studio e vivo a campobasso e nonostante ció ho lottato per il mio paese e la mia famiglia..

  • Pinuccio Bruno

    Conoscendo benissimo l’esatta ubicazione dell’inceneritore,
    essendo stato più volte sul posto per ovvii motivi, le foto confermano ciò
    che ho sempre evidenziato in precedenti occasioni. E, cioè, che Cerignola si trova sottovento rispetto all’inceneritore.

    Per essere compreso meglio dai Lettori, aggiungo

    che, l’inceneritore
    è in asse con SanGiovanni Rotondo e
    Cerignola. L’asse stesso, è perfettamente in direzione NORD, ove appunto
    è situata S. G. Rotondo. Quindi, nel momento in cui è stata scattata la
    foto, fidateVi, i fumi erano nella direzione di Cerignola. Inoltre, poiché spesso i venti spirano da
    nord durante l’arco dell’anno, significa che Cerignola è più soggetta a rischio
    ad esempio rispetto a Manfredonia e all’intero Gargano.

    Complimenti per la collaborazione, alla sempre attenta
    dott.ssa Isabella Antonacci (vedi foto)
    e alla gentile Redazione.

    19-11-2013

    • toni

      ma perché non facciamo qualcosa andiamo e rompiamo tutto perché ci stiamo amorire

  • ….moriremo tutti in silenzio

    La Gente italiana è rassegnata!quella cerignolana è anche ignorante! Attendiamo di diventare come Taranto e quando la percentuale di morte per tumori,arriverà sul tavolo di qualche magistrato,forse si bloccherà per qualche giorno!!Cerignola è tra 2 fuochi di inceneritori,quello della fenice,e quello di tressanti!!Se soffia il maestrale,il libeccio,o la tramontana….siamo sempre “colpiti”..Un Grazie ai nostri amministratori che moriranno con noi,i quali hanno permesso tutto questo!! Grazie di cuore!

  • Edgar

    Va bene la battaglia all’ eco mostro del gruppo Marcegaglia,ma perchè,mi chiedo, nessuno protesta sui due inceneritori siti nella zona industriale che da anni avvelenano la nostra città? Oppure, della discarica della Sia, dove tutta la provincia (e non solo), versa in maniera indifferenziata ogni tipo rifiuto senza alcun controllo? Meditate gente, meditate. Buona salute a tutti.

  • Pinuccio Bruno

    RISPONNDO A “TONY” , “….MORIREMO TUTTI IN SILENZIO” E
    “EDGARD”:

    Gentili Signori, capisco il vostro stato d’animo. E’, tutto
    sommato, uguale al mio e a tantissimi altri cittadini.

    Ho la sensazione che non abbiate letto l’articolo sottostante
    da me scritto a nome del
    Movimento politico Cerignola Libera, riguardante il rischio di inquinamento ambientale cui
    Cerignola è sottoposta. Se lo andate a rilegge attentamente. troverete maggiori delucidazioni ai vostri commenti

    Vi saluto.

    20-11-2013

  • Mosè Sorbo

    — in CAMPANIA..SCHIAVONE…ufficialmente ai Carabinieri, ecc.. “RIFERI’..TUTTO nel
    1997″
    — a CERIGNOLA…:
    01) le pseudo amministrazioni ..”ci hanno NASCOSTO TUTTO dal 1999”
    02) dal 2010..i GIOVANI..ci hanno DOCUMENTATO TUTTO
    03) oltre ai DUE cortei CITTADINi di PROTESTA + interrogazione Parlamentare +
    TARDIVO e NON concluso “ricorso al Presidente della Repubblica” +ai 09 esposti
    alle Procure+ 04 deliberazione dell’AUTOconvocato Consiglio Comunale…
    04) …NON avviene NULLA di POSITIVO..(neanche da parte della MAGISTRA
    TURA-NOE-ARPA-ecc..ecc.c.)= SOLO ceneri-allergie-dolori+tumori-aumento di
    morti-AGGRAVIO della Disoccupazione anche AGRICOLA (=NON si può coltivare
    entro 05 Km…+ NON c’è più “DOC2 almeno entro 10 Km …)
    TUTTA COLPA di QUESTI traditori VESTITI da “amministratori” che hanno consentito l’autorizzazione ANCHE di altri 04 inCENERItori.. (<–"COSA" sarebbe successo se ci fosse stato un tipo alla "PEPPINO" di Vittorio ?
    FORZA CERIGNOLA….L I B E R A T I … e BUONA SALUTE

  • savino

    almeno con i soldi che prendono potrebbero aggiustare le stadeeeee!!!!!

  • Erison Castel

    salve vorrei almeno capire come possiamo risolverlo questo vero problema!!! qui sono gia un paio di anni che se ne parla ma conclusione qual’è aspettare la malattia sulla porta delle nostre case!! devo aderire al commento di altri la realtà che i cerignolani e solo un popolo di ignioranti e quindi e questo cio che ci si puo ottenere con gente ignorante come noi… nulla di concreto

  • reporter

    ringraziando lanotiziaweb, perchè non diventiamo una forza per ferma re quel mostro. cominciamo a divulgare attraverso le scuole e le istuzioni pubbliche, in modo costante, quello che succedea borgo tressasnti. Pio mi chiedo gli abitanti di Borgo Tressanti cosa fanno subiscono passivamente? Perchè non chiamano in causa tutti i politici locali che sono bravi a farsi vedere solo in campagna elettorale