E’ un tema che interessa sempre più l’informazione pubblica e che non può lasciare indifferenti tanto il mondo della politica quanto la società civile: il rispetto per i diritti delle donne. Con occhio attento a questa tematica, anche Cerignola sta portando avanti una serie di incontri ed eventi per sensibilizzare i cittadini nella giornata contro le violenze sulle donne. Diritti calpestati, dignità strappata, senso di impotenza, questi i temi che più caratterizzano oggi la crisi di valori che avvolge il mondo post-moderno. I diritti delle donne, in quanto diritti, hanno l’obbligo d’essere traino essenziale del vivere comune. Il rispetto per l’altro in quanto persona è elemento essenziale di civiltà. Così fra oggi e domani anche i movimenti di settore, come lo SNOQ, organizzano diversi eventi: ad esempio l’iniziativa svoltasi stamane nei pressi della villa comunale, “Portiamo le nostre scarpe per essere al fianco delle donne vittime di femminicidio”; ancora, quella di domani, lunedì 25, giornata internazionale contro la violenza sulle donne, presso l’aula magna dell’Istituto Tecnico Agrario “Pavoncelli”, col convegno dal titolo “Approccio psicologico e dinamiche di difesa contro la violenza di genere”.

Anche lanotiziaweb, unendosi al motore di questa giornata così significativa per la società moderna, regala una nota della Polizia di Stato, inviataci da Nunzio Di Giulio, da sempre attento al tema del rispetto dei diritti delle donne, nella quale siamo certi si racchiuda molto del senso di una simile mobilitazione.

Nunzio-Di-GiulioSAPPI CHE: MENTRE URLI ALLA TUA DONNA C’E’ UN UOMO CHE DESIDERA PARLARLE ALL’ORECCHIO. MENTRE UMILI, OFFENDI, INSULTI E SMINUISCI LA TUA DONNA C’E’ UN UOMO CHE LA CORTEGGIA E LE RICORDA CHE E’ UNA GRAN DONNA. MENTRE LA VIOLENTI C’E’ UN UOMO CHE DESIDERA FAR L’AMORE CON LEI. MENTRE LA FAI PIANGERE C’E’ UN UOMO CHE LE RUBA SORRISI.

Invito tutte le DONNE a copiare quanto sopra sul loro profilo, come protesta contro la violenza sulle DONNE.

Da una nota delle donne della Polizia di Stato – Nunzio Di Giulio, Ispettore Capo della Polizia di Stato in Quiescenza.

  • Ludovica

    Di fronte ai frequenti episodi di violenza sulle donne,fisica,e psichica si prova un immenso dolore.Tutti dobbiamo fare di più per combattere una cultura di violenza, di sopraffazione e di mercificazione.Le donne devono avere la stessa dignità degli uomini, perchè sono loro ad aprile il futuro dell’uomo.

  • Marisa

    Le donne vittime di stolking e violenze fisiche devono farsi sentire e denunciare gli uomini violenti.E’ una vergogna.

  • Pinuccio Bruno

    Argomento importantissimo e di grande attualità che va sostenuto ad ogni livello.

    Col mutamento in negativo della società
    civile (o forse incivile), fenomeni deprecabili
    come quelli racchiudibili “ nella
    nota delle donne della Polizia di Stato”, purtroppo ,tenderanno a proliferare con manifestazioni di atti anche di inaudita violenza.

    Lo sgretolamento del concetto di “famiglia”, questa, intesa come complesso di persone di
    una stessa discendenza legate da vincolo di sangue, ne costituisce la causa fondamentale
    ma non la principale. Non lasciarla
    andare alla deriva è l’impegno da assumere da parte di ciascun cittadino, sia
    pure per strade diverse.

    Plaudo alla iniziativa di oggi. Ben vengano altre in futuro. La cittadinanza ha bisogno di essere
    sensibilizzata, per tenere alta l’attenzione!

    Colgo l’occasione per salutare e ringraziare il co-quiescente
    Nunzio Di Giulio per il suo impegno.
    Questa sua passione, come del resto la mia sebbene di tipo diverso, ma teso al bene comune, dimostra che si è giovani anche con la qualifica di “pensionato”. Invito coloro che mi leggono e che trovansi
    nella medesima posizione, a sfidare il
    tabù di considerarsi “vecchio” e di
    considerarsi, invece, ancora
    utili alla collettività intraprendendo qualsiasi pubblica iniziativa. Fosse anche, partecipando a redigere commenti o comunicati
    stampa, col beneplacito della Redazione, ovviamente.

    Saluti

    24-11-2013

    • Nunzio Di Giulio

      Caro Pinuccio,la tua sensibilità verso il drammatico problema in argomento, ti fa onore,come ti fanno onore le iniziative per il bene comune di Cerignola.Colgo l’occasione anch’io per esprimerti i sensi di profonda stima, ti rappresento che non è stato così semplice,dopo una vita di lavoro,staccare,anche se ho saputo affrontare nuovi progetti di vita. Nunzio Di Giulio

  • Filomena

    Non vedo la sensibilizzazione. Non la vedo nelle scuole per esempio. Frequento una scuola di Cerignola e non sapevo di nessuna iniziativa, inoltre la nostra scuola non è stata coinvolta in niente.

  • Ludovica

    Strano,qui su temi fatui si sprecano commenti a iosa, si scomodano anche professori di licei,ma su questo argomento il silenzio è così silenzio che pare parlante.

  • liv

    Egregio Dott. Digiulio, non avevo dubbi che in occasione do questa giornata Lei avrebbe lasciato in pensiero, dal momento che conosco la sia sensibilità per questo tema. Sono Liviana di Gennaro di SNOQ Cerignola, ed abbiamo già avuto modo di interloquire in altre occasioni. Con le altre donne del movimento abbiamo organizzato la manifestazione di domenica mattina e poi un altro incontro presso l’ istituto tecnico industriale di Cerignola, che mi pregio do introdurre e cui prenderanno parte la Dott. ssa Arcieri e la Dott. ssa Colasuonno, dirigente del nostro commissariato. Questo ultimo appuntamento, dedicato solo agli alunno della scuola sopra citata ed ai giornalisti che vorranno prenderne parte e che fara’ parte di un più ampio progetto si sensibilizzazione nelle scuole, e’ stato però rinviato a causa di uno sciopero sindacale ad una data che stiamo determinando in base alle esigenze della scuola e delle relatrici
    La ringrazio per la sua attenzione, così come ringrazio gli utenti che hanno
    mostrato sensibilità all’argomento commentando questo articolo.

    • liv

      scusate gli errori, ma sto utilizzando uno smartphone non lo so usare 🙂

      • Nunzio Di Giulio

        Gentile Signora Liviana,sono a conoscenza degli eventi promossi dal Suo Comitato, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne.Non bisogna mai dimenticare le numerose vittime di violenze, abusi e maltrattamenti.La violenza sulle donne riguarda tutti, e mi creda anche nella nostra città Cerignola nel tempo si sono verificati molti casi.Con un fervido pensiero a tutte le vittime innocenti, le porgo i sensi della mia più alta stima per quello che fa.Nunzio Di Giulio