Basket01La decima giornata del campionato di Serie C regionale maschile regala ancora due vittorie importanti per le nostre formazioni, che stanno regalando alle rispettive tifoserie emozioni indimenticabili. La capolista Castellano Udas consegue la decima vittoria stagionale nel derby di ieri sera contro la Webbin Manfredonia, con il punteggio di 72-82: una partita intensa, in cui si lotta con tutte le forze in campo anche quando sembra che le cose non vadano per il verso giusto. Le due squadre hanno offerto un incontro tiratissimo ed avvincente: il pubblico del PalaDante ha espresso un bellissimo spettacolo di tifo e di correttezza, con le tifoserie a rincorrersi punto a punto come i loro beniamini, senza perdersi mai d’animo. I vari Jonikas, Sierra, Liguori, Amoruso ed i fratelli D’Arrissi fanno valere la forza nel reparto difensivo ed in attacco; di contro la Webbin di coach Ciociola, nonostante il momento negativo, riesce a rimanere in partita almeno fino al terzo quarto, poi cede pian piano alla distanza e per i biancazzurri è un successo lontano da casa che vale tanto. Ora una settimana di intensi allenamenti, per preparare la sfida casalinga di domenica prossima contro l’Angiulli Bari, sconfitta dal Santeramo per 64-70.

Per l’Olimpica Basket è arrivata una incredibile vittoria in casa (77-75), contro un’Alius San Severo davvero in gamba e mai doma. Il quintetto gialloblu scende in campo con: Rubbera, Visaggio, Bacchini, Laguzzi, Triglione; gli ospiti schierano la migliore formazione con il temuto Bjelic insieme a McAffrey, Miglio, Parisatti, Conte. Avvio di partita equilibrato, l’Alius sembra più fresca ed in grado di poter portare la partita dalla sua parte, come dimostra il primo mini-break (10-15): l’Olimpica nonostante il distacco è sempre in gara ben cosciente dei propri mezzi ed il primo quarto si chiude 18-23. Nella seconda frazione, ospiti molto attenti in difesa ed in attacco, a dispetto dei padroni di casa che sbagliano troppo, anche le più semplici azioni. L’ingresso in campo di “Speedy Gonzales” Romano (determinante per buona parte del match) insieme a Granato, restituisce vigore al team di Marra, che a 2’54” dall’intervallo lungo si porta a -6 dall’Alius, che con Bjelic addirittura sbaglia due palloni decisivi per chiudere la prima parte di gara con un minimo di tranquillità (37-44). Gli ultimi due quarti per l’Olimpica sono il segnale di una rimonta davvero importante, sostenuta da tutto il palasport che diventa il sesto uomo in campo, trascinando gli ofantini. La carta Nocera risulta decisiva in chiave d’attacco, come dimostra il 48-52 di metà terzo quarto, ma Bjelic e McAffrey portano lo score prima dell’ultima sirena sul 51-65. Ultimi dieci minuti da batticuore, con il sorpasso Olimpica che si concretizza a 4’12” dalla conclusione -intanto Bjelic va fuori per cinque falli-, ad opera di Rubbera, Laguzzi (lucidissimo ed implacabile dalla lunetta, ndr), Granato e Nocera. L’ultima azione è favorevole ai locali, che chiudono 77-75 e si preparano con la giusta positività alla trasferta di sabato prossimo contro l’Assi Brindisi, sconfitto 55-72 in casa dal Ruvo di Puglia. Questa la risposta più bella che la Cerignola sportiva ha inteso dare sabato, a chi pensa con la cattiveria di poter turbare la gioia e la serenità di uno sport come questo che vive di valori positivi, di tifo sano, ma mai sopra le righe. Alcuni fatti indecorosi hanno caratterizzato il fine settimana: sabato sfregiato il manifesto dell’Olimpica Basket, mentre all’interno del palasport “Di Leo” alcuni hanno manomesso una delle tre bacheche dell’Udas. Comportamenti da stigmatizzare, con l’auspicio che si parli soltanto di imprese sul campo e non di aspetti non agonistici, lasciando intatta la bellezza di uno sport che nella nostra città sta riscuotendo molto seguito.

CLASSIFICA ALLA DECIMA GIORNATA

Castellano Udas Cerignola 20; Cestistica Ostuni 18; Diamond Foggia, Adria Bari 16; Bk Fasano 14; Cestistica Barletta, Olimpica Bk Cerignola, Invicta Brindisi 12; Nuova Alius San Severo, Webbin Angel Manfredonia 10; Valentino Castellaneta, Virtus Ruvo di Puglia 6; Murgia Santeramo 4; Angiulli Bari 2; New Basket 99 Lecce, Assi Brindisi 0. (Cestistica Barletta e Valentino Castellaneta una partita in meno)

CONDIVIDI