Franco Metta
Franco Metta
Franco Metta

Franco Metta risponde all’ironico “pernacchio” di Donato Calice. Infatti, dopo l’archiviazione del procedimento, l’ingegnere ne approfitta per render pubblica la notizia attraverso gli organi di stampa cittadini, auspicando a questo punto «che gli organi inquirenti e giudicanti accelerino e portino a conclusione i procedimenti a carico del Metta derivanti dalle mie circostanziate denunce per calunnia ed altri reati connessi».

«L’ ingegnere Calice perde una occasione per tacere e canta soddisfazione – replica il leader de La Cicogna -. Troppo presto. La strada, caro il mio Donatino, e’ ancora lunga e, per te, irta di difficoltà’». Per Metta infatti l’indagine non è ancora finita. Si tratta solo del primo round o meglio del primo incontro, giocato da Calice – nella metafora del cicognino – in casa, a favore di pubblico. E annuncia di svelare Sabato 21 dicembre «i risultati della indagine della Guardia di Finanza di Cerignola. Gli interrogatori dei tecnici. Gli accertamenti delle fiamme gialle».

«Alla fine – conclude Franco Metta dal suo profilo Facebook – la gente si chiederà ma come è possibile? Come si possono archiviare queste accuse? Eppure si può. Succede. […] leggeremo pubblicamente queste carte. E la gente giudichera’».

19 COMMENTI

  1. La presunzione di innocenza vale anche quando l’indagato è prosciolto da ogni accusa ?
    O vale solo il giudizio del tribunale speciale della cicogna ?
    Le cause non si fanno sui palchi e metta non può pretende di accusare, giudicare, e condannare con l’unico metro del suo smisurato ego.
    E non potrà la platea dei chierichetti a poter<cambiare la verità.
    Poco male comunque, metta non è che sia abituato a vincere

    • Purtroppo la legge favorisce i ricchi corrotti volevo dire all’ing non ti basta la pensione ma i soldi li porterai nel cimitero.

  2. Questo signore dall’aria inquietante, utilizza scientemente il “verbo”, in quanto con l’uso di velate metafore, oltraggia rasentando il vilipendio, gli organi e la magistratura inquirente.
    Ma costui non deve preoccuparsi, perché come disse il principe della comicità. ……… “è la somma che fa il totale”.

  3. Un avvocato che pensa di fare i processi alla radio per dimostrare alla gente che si e’ giudicato con sospettosa benevolenza l’ingegnere, e’ assolutamente VERGOGNOSO per la categoria professionale cui appartiene.
    Mettere in scena questa ennesima pagliacciata per agevolare il cammino verso la conquista della tanto aspirata poltrona di sindaco e’ altrettanto VERGOGNOSO.
    La citta’ ha bisogno di essere rappresentata ed amministratata da persone equilibrate, obiettive ed oneste ……… Un CANDIDATO SINDACO con modi da “becero forcone” andrebbe fatto ragionare…….chi puo’ lo faccia!!!

    • Ciao Prof. come non condividere ciò che scrivi.
      Chi intende, intenda.
      Cambio argomento; leggendo l’articolo risulta strano come su una questione ‘non enorme’, seppur importante, il 21 sembra che si possano disvelare notizie oggetto di indagine da parte delle forze iinquirenti…
      Mentre su una ‘montagna’ di interesse pubblico come il caso GEMA perduri un silenzio assordante…
      A volte i ‘pernacchi’ riescono dove l’interesse pubblico non arriva…

    • Nel commento lei utilizza il termine vergognoso in riferimento ad un ordine professionale, parla di pagliacciate e sindaco vergognoso. Per noi roba del genere non può rimanere immoderata.
      Rispetto a ciò che accade altrove noi non mettiamo bocca. In ogni luogo ci sono regole, magari anche differenti.
      Redazione

      • Il ROBOT MODERATORE ha carenze nell’interpretazione dei testi o, forse, ha semplicemente voglia di scongiurare rogne inutili….

  4. Pongo una domanda a tutti i commentatori detrattori di Franco Metta…ma Salvatore Tatarella , unico vero Sindaco di Cerignola…..non era come Franco Metta?

  5. Pongo una domanda a tutti i detrattori di Franco Metta: Salvatore Tatarella, unico verso Sindaco di Cerignola, nelle sua campagne elettorali, non era come Franco Metta?

    • Se tatarella avesse fatto il decimo di quello fatto da dalessandro sarebbe stato un buon sindaco. I fatti e non le chiacchiere

      • Ai tempi di Dalessandro (BRAVA PERSONA).Tatarella, Metta e Ruocco Consiglieri Comunali, parlavano la stessa lingua….X .Renato …. Tatarella fu eletto sopratutto dai tuoi compagni.

    • Caro ragazzotto infatuato, Tatarella nel 1993 è diventato Sindaco senza fare neanche un dibattito pubblico e facendo solo qualche sporadico comizio. Lo vedi che sai male. Anche perché Tatarella, rispetto alle potenzialità congiunturali dell’epoca, con un fratello vice Presidente del Consiglio dei Ministri, ha fatto molto poco per la sua città e tanto per se stesso.

      • Scusate ma siate sinceri Tatarella sindaco x protesta,sinistra incapace .Valutiamo dopo 20 anni i disastri amministrativi di gente che viene eletta x sistemare i propri interessi Vergognatevi tutti la citta’ e morta.

  6. Salvatore Tatarella ha fatto poco per il suo paese!!!
    Forse non è solo il ragazzotto che ricorda male…..

Comments are closed.