SEMAFOROTornano a funzionare da oggi a Cerignola i semafori posti all’incrocio tra via Milano e via Borsellino, e tra via Manfredonia e viale Usa, mentre quello di via Melfi/viale di Ponente potrebbe essere riattivato la prossima settimana. Nei prossimi giorni si deciderà quando tenere accesi gli impianti semaforici, spiega l’assessore alla Sicurezza, Carmela Lapiccirella, autrice dell’iniziativa: “Uno dei primi obiettivi che mi sono posta, nel ricoprire l’incarico che mi è stato affidato, è stato quello di riaccendere i semafori in città; tuttavia, ho da subito condiviso le perplessità di chi riteneva che l’uso degli stessi in modo indiscriminato e continuato recasse più svantaggi che benefici al traffico veicolare e per questo, dopo essermi consultata con il dirigente, gli agenti della Polizia Municipale e gli ausiliari del traffico, ho pensato di attivare soltanto alcuni semafori e in determinate fasce orarie”.

Lapiccirella si dice convinta “che il futuro sia rappresentato dalle rotatorie, per la cui costruzione stiamo lavorando anche a bandi che prevedano la partecipazione dei privati, e approfitto di questa occasione per ringraziare anche i tanti consiglieri comunali che, con lettere pubbliche o suggerimenti privati, mi hanno confortato nell’adozione di questo provvedimento”. Secondo il Sindaco Antonio Giannatempo “riaccendere i semafori in determinate zone a maggiore concentrazione di traffico e in orari di punta è un buon compromesso tra le tesi di chi è contrario all’uso degli impianti semaforici anche per logiche ragioni di inquinamento atmosferico dovuto agli scarichi delle auto in coda in attesa del verde e quelle di chi ritiene che i semafori debbano essere accesi sempre, come sostenuto anche da alcuni consiglieri di maggioranza”. La riattivazione dei semafori in questi termini, conclude il primo cittadino, “insieme alla ormai prossima riattivazione della centrale operativa, garantirà indubbiamente una maggiore disciplina del traffico veicolare. Tutto ciò, naturalmente, non servirà a nulla senza la piena collaborazione dei cittadini”.

La storia dei semafori era cominciata nel lontano marzo 2011, quando l’allora assessore alla sicurezza Franco Reddavide proponeva l’idea di rotatorie in sostituzione dei semafori. Con l’uscita dalla giunta di Reddavide i 5 dissidenti, Bombino, Casarella, Distefano, Marro e Vitullo, rivolgendosi al nuovo assessore chiedevano la riaccensione degli impianti. Oggi si è chiuso il cerchio e i primi ad esultare sono proprio i consiglieri “critici” di Giannatempo. “I semafori riaccesi dopo 3 anni e mezzo da questa mattina salutano con ritrovata fiducia il 2014 di Cerignola”. I consiglieri comunali del Pdl-Fi, Onofrio Bombino, Gianvito Casarella, Mario Distefano, Arcangelo Marro e Paolo Vitullo salutano il funzionamento degli impianti tra via Milano e via Borsellino, e  tra via Manfredonia e viale Usa. Proprio loro lo scorso 27 novembre ne avevano richiesto il ripristino immediato, con una lettera al neo assessore alla Sicurezza, Carmela Lapiccirella.

“Qualcuno difendeva l’indifendibile – osservano i 5 del Pdl-Fi – perpetrando una scelta datata, che era subordinata alla costruzione di rotatorie non immediatamente in calendario, per mancanza di risorse. Altri, ridacchiavano della nostra richiesta, dicendo che non si sarebbe potuto mai rimettere i semafori in funzione e che la nostra era una grossa ingenuità. Grazie alla nostra insistenza ed all’impegno dell’assessore Lapiccirella, oggi i semafori funzionano e Cerignola può riabituarsi alla civiltà dei flussi veicolari”.
Cerignola risponde stordita, intanto, alla prima mattinata con gli incroci principali finalmente disciplinati. “La città sta vivendo un momento di storico degrado sociale – osservano Bombino, Casarella, Distefano, Marro e Vitullo – e alzare la testa è doveroso. Quando abbiamo deciso di restare fuori da una giunta comunale che non ci rappresenta, abbiamo chiarito che il nostro sostegno si pone ora precisi obiettivi importanti, simbolici o concreti: piccoli come questo dei semafori, o grandi come i grossi temi di interesse socio-economico”.

17 COMMENTI

  1. “Caro Sindaco e carissima amministrazione”,dopo tutte le assurdita’ fatte non poteva mancare quella dell accensione ai semafori.Io mi chiedo,non basta che dobbiamo subire l odore sgradevole dell’inceneritore,non basta subire la criminalita’ di questo paese,che invece di diminuire aumenta,non basta in degrado delle strade,infrazioni degli automobilisti…adesso ci mancava lo smog??perche’ carissimi dell’amministrazione che tanto vi tenete al paese non vi mettere fuori ad un balcone,anche solo per un ora,in una zona principale del paese dove ci sono semafori ad incrocio e vi prendete tutto lo smog “regalato” dalle auto e in piu’ le cafonaggini dei clacson continui,perche’ si sa in questo paese non si usa la buona educazione,vanno tutti di fretta i “grandi lavoratori”…..
    Ogni tanto pensate anche a noi giovani e i ragazzi del futuro,invece di pensare sempre alle vostre tasche per farle belle piene piene…Fate lavorare la povera gente con gli appalti e costruendo le rotonde,meno aria inquinata piu’ vita!!

  2. Finalmente è arrivata la civiltà anche a Cerignola, speriamo che duri nel tempo. Dai commenti che leggo penso, mio malgrado, che il progresso non arriverà mai in questa Città!

  3. speriamo solo che i zurri rispettino il rosso altrimenti saranno uccelli senza zucchero per chi attraversera’ con il verde pensando di essere nel giusto

  4. freeeeeeeeeeeee .ma insomma non erano attivi e si protestava..son attivi e si protesta………finalmente si muove qualcosa a piccoli passi ma si muove……….che ben venga la riattivazione dei semafori…. e che cavolo …………comunque vada state o siete sempre a protestare……

  5. Un piccolo passo verso la civiltà anche se la questione smog non è da sottovalutare perché è vero che le case che hanno un semaforo vicino si beccano certi odori non proprio belli! Aggiungo che se adesso iniziano a fare controlli più severi partendo dai vigili per finire ai carabinieri, sopratutto la notte, che ti ritrovi persone a fare sorpassirischiando un frontale ad alta velocità forse qualcosina in più cambia! Ah si voglio finire con aggiustate le intere strade non mettete più pezze è ridicolo le condizioni del manto stradale se becco un fosso spacco tutto e sarò costretto a denunciare il comune perché quando si può scansarlo bene, ma quando devo scansarlo per investire qualcuno penso che scelgo l’alternativa denuncia al comune!

  6. Si si hanno riacceso i semafori, adesso dobbiamo vedere la mattina all’ora di punta per le scuole, cosa succederà per gli autobus di linea e tutti i cittadini che accompagnano i ragazzi a scuola, specialmente il mercoledi del mercato settimanale.Ci sarà un casino enorme per chi abita soprattutto in quella zona per i clacson che suoneranno.C’ è qualcuno che dirà : ci sono i vigili che accompagnano il traffico; tutto sbagliato perché il vigile ha piena difficoltà nel gestire il traffico per la dinamica di percorrenza stradale che è stata tracciata male!!!! E poi se la prendono tutti con questi vigili urbani che non vedo il motivo!!!!!un consiglio? prendetevela con chi li comanda!!!!

  7. Non intendo essere critico su questo articolo. Mi limito solo ad una osservazione.

    I 5 dissidenti: Bombino, Casarella, Distefano, Marro e
    Vitullo (citati in ordine alfabetico dall’attento articolista per non creare
    dissapori), tutto sommato la loro “battaglia” l’hanno vinta.

    Ora mi aspetto che, con tanta solerzia ed insistenza essi chiedano al loro “nemico” o per meglio
    dire “non più amico” Sindaco Giannatempo, che si discuta del problema afferente ai
    LAVORI AL DUOMO. Oltre che del Caso
    Gema, Caso AC Foggia, Interporto, Inceneritore di Tressanti, Discarica Cafiero
    Forcone, e via dicendo.

    Lo faranno o su questi temi scottanti, cala il
    silenzio? Vedremo.

    5-1-2014

  8. solo a Cerignola, unica città al mondo, non funzionavano i semafori e oggi diventa una notizia eccezionale che siano stati riaccesi. Probabilmente inquinano il balcone di chi ci abita nei pressi, allora dovremmo chiudere al traffico tutti i mezzi inquinanti e far circolare solo e auto elettriche o a gpl/metano. Purtroppo l’inquinamento non è solo questo (per non parlare di come inquinino i politici, solo quando parlano)

  9. Mah!! Quante interpretazioni variegate e un po^ complicate alcune anche di facciata….
    Panegirico per il loro operato per la soluzione (parziale) di un disservizio creato da loro stessi.Iniziativa che (a mio avviso) è troppo concomitante con l’insediamento del nuovo assessore e, che è stata ”travestita ”da volontà politica per pura propaganda….
    Questa soluzione è sempre stata lì a disposizione di tutti i consiglieri,ma gli stessi forse,si erano sopiti ,cullati dalla ”papagna politica”degli ultimi anni.

  10. non è accendendo i semafori che si fa tornare la “civiltà” a Cerignola, piuttosto direi che si creano solo ulteriori disagi ai cittadini…

Comments are closed.