Maggioranza_ConsiglioOgni cittadino sa bene quanto l’ultimo rimpasto operato dal Sindaco Giannatempo non abbia soddisfatto nessuno. I centristi apparentemente paghi, restano in pressing sulla questione Cimitero, al momento interesse prioritario. I cinque Pdl-Fi Bombino, Casarella, Di Stefano, Marro e Vitullo di certo non sono contenti e sovente “criticano”. Così come contento non è il Gam, o ex-Gam (non si conoscono più esattamente le appartenenze, ndr).

Dopo il bilancio, passato per un solo voto in più, la prossima assise di consiglio comunale potrebbe davvero essere infuocata e Antonio Giannatempo, uomo d’esperienza, tenterà di ritardarla il più possibile. Infatti, attualmente in cima ai suoi pensieri ci sono la trattativa dell’Interporto e la “ricostruzione” di una maggioranza più compatta per arrivare serenamente al 2015. E le insidie non mancano.

I centristi, da fonti interne al gruppo, si sono dichiarati fortemente infastiditi dal comportamenti asincroni dei consiglieri ex-Pdl. “Non si può amministrare con un gruppo – Pdl e Fi – in cui ognuno decide di testa sua” avrebbero esclamato in un recente incontro ristretto con il Sindaco alcuni degli ex-Udc. Un preludio (o avvertimento) indirizzato sia al Sindaco che ai consiglieri. Mentre dal gruppo del Pdl alcuni nomi in Giunta continuano a non piacere.

Al momento nulla è stato fatto ufficialmente, ma i prodromi sono quelli di una crisi imminente, proprio come successo alcuni mesi fa, quando i centristi ritirarono i propri uomini dalla Giunta.

11 COMMENTI

  1. Assolutamente ridicolo, non ci sono più parole per descrivere il fallimento totale del Sindaco e della sua strampalata Giunta!!!!! Abbiate il coraggio civile di andare via e di dare la parola al Popolo!!!!!

  2. Si usa la parola CRISI troppo spesso.
    Crisi è quando incombe il pericolo di andare a casa ,questi sono solo miagolii di chi vorrebbe contare un pò di più…..di andare a casa non se ne parla proprio……

    • Concordo perfettamente col Sig. Michele Biancardi. Sento di aggiungere: se veramente Giannatempo,
      Sindaco, ai lor Signori non sta più bene, prendessero una decisione seria,
      credibile. Altrimenti, durante questo rimanente
      anno che manca alle elezioni TACESSERO.
      E’ più dignitoso rimanere in silenzio, piuttosto che ruggire, facendo
      finta di essere leoni, quando invece, giustamente come dice Biancardi, dimostrano di essere dei gattini.

      17-1-2014

  3. Egregio Dott.Giannatempo,prenda l’esempio dalla sua ex collega di ORTANOVA che nonostante sia di sesso femminile ha dimostrato di avere di gran lunga più attributi di Lei,che non ci ha mai degnato di un comizio per denunciare apertamente tutte le pressioni esercitate in questi anni dai suoi amici…Ogni qualvolta ci sia una richiesta da soddisfare,ecco che si agitano le acque e si simula la crisi,per poi rientrare dopo avere esaudito le varie richieste!!Quello che è accaduto ad Ortanova succede da tanti anni,troppi, anche a Cerignola,,solo che qui le palle non ce le ha NESSUNO!!! è persino inutile dirvi Vergogna,non conoscete il significato,o forse fate finta di non conoscerlo..i Ns figli ne pagheranno le conseguenze!!! Grazie per la mini IMU,ci mancava!!(andremo a Roma a manifestare le troppe tasse..lo diceva ai forconi..e poi..)

  4. Vorrei soltanto dire che nessun andrà a casa, perchè ogni consigliere ed assessore hanno interessi rilevanti. Ad esempio c’è un gruppo di consiglieri (due/ tre) che seguono l’appalto Cimitero; un altro piccolo gruppo ( due/tre ) che puntano a sistemare l’appalto Via Tamma, piano regolatore poi c’è quello che scrocca per gli appalti, poi la famosa questione palazzo acquedotto.
    Insomma ognuno di loro sogna e spera di … senza accorgersene (si spera) che la nostra amata Cerignola sprofonda ogni giorno che passa nel disagio sociale ed economico.
    Ci vorrebbero dei Cittadini Cerignolani VERI, che si fermano ad aiutare il prossimo senza pretendere nulla in cambio, senza pretendere inchini o smancerie.
    Ci vorrebbero quei Cittadini VERI che non vogliono essere in prima fila, per farsi vedere dal popolo ma essere all’ultimo posto per dare spazio ai giovani meritevoli di sostegno in tutti i settori che caratterizzano la vita.

    • Gentile Signore, non ho nulla da obiettare sulla prima parte
      del suo intervento non essendo in possesso
      di elementi probanti , se non solo voci
      da corridoio. Comunque, probabilmente
      Lei abbia ragione essendo in possesso di particolari dettagli.

      Sono d’accordo sulla necessità di avere “ Cittadini VERI”, come Lei sostiene, da accompagnare i giovani
      meritevoli nella vita politica. Ma la
      cosa che io mi domando: ma dove sono i
      giovani meritevoli? Io so che i giovani
      meritevoli e non , sono nelle pizzerie in compagnia del sesso opposto a divertirsi
      e basta. Sacrificarsi per la Politica, perché
      di sacrificio si tratta, se la si vuole fare seriamente ed in modo onesto, non hanno alcuna intenzione di
      approcciarsi. Noi ci sgoliamo, ma non veniamo ascoltati, purtroppo. Questa è la mia
      opinione. Spero di averla sbagliata.

      La saluto.

      17-1-2014

    • Ma a Cerignola,vi sono esponenti dell’opposizione che spesso alzano la voce,…perchè ben sapendo di questi loschi affari,non denunciano alle autorità competenti,questi lestofanti ed il loro sistema di clientele?? FUORI LE PALLE!!se le avete…!?!Basta chiacchiere e distintivo!

    • E dove stanno questi Cerignolani veri? Non esistono, si sale a palazzo solo per interessi, forti interessi personali, solo per quello!!!!!! Auguri

  5. Egregio sig. Bruno, anche io, come lei, riferisco le voci da corridoio.
    Per quanto riguarda i giovani, non credo che tutti i nostri ragazzi stiano a trascorrere tempo in pizzeria o altro.
    Penso piuttosto, che ci sono giovani che vorrebbero fare impresa seria,
    giovani laureandi che non hanno la possibilità di mettere in campo le conoscenze acquisite nel percorso degli studi e costretti a ripiegare su altri lavori o addirittura a emigrare altrove per realizzarsi e diventare professionisti regalando, anzi donando alla città adottiva il loro essere ‘Cittadini VERI’.
    Si potrebbe pensare di individuare tali soggetti e proporre loro un cammino ( attraverso, ovviamente le istituzioni pubbliche locali), che duri per tutta la vita, per far si che Cerignola trattenga tali menti e soltanto cosi si potrà incominciare a creare nuovi cittadini Veri Cerignolani.

    • Gentile Signore, Lei
      dice: “Si potrebbe pensare di individuare tali soggetti e proporre loro….”. Indubbiamente, la sua è una nobile proposta. Sinceramente non saprei come poter collaborare
      alla individuazione di giovani laureandi per il raggiungimento del fine cui Lei
      auspica. In ogni caso, sono a sua
      completa disposizione qualora avesse bisogno di collaborazione. La mia e-mail è la seguente: pinucciobruno1944@tiscali.it

      La saluto, fiducioso.

      18-1-2014

Comments are closed.