DSCN3299ASCOLI SATRIANO: DUE PERSONE DENUNCIATE PER IMPOSSESSAMENTO ILLECITO DI BENI CULTURALI APPARTENENTI ALLO STATO E RICETTAZIONE

Si tratta di una vera e propria collezione privata, un piccolo tesoro archeologico, quello rinvenuto presso le abitazioni di due persone di 63 e 59 anni di Ascoli Satriano, entrambi deferiti in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo stato e ricettazione.

I Carabinieri della locale Stazione erano da tempo sulle tracce dei due “collezionisti” che, nel corso di diversi anni, si erano impossessati illecitamente, in parte ereditandoli (in quanto oggetti che si tramandavano da padre in figlio) in parte sottraendoli a scavi archeologici sparsi per la provincia, di un elevatissimo numero di pezzi da collezione, consistenti in anfore, piattini, coppe e statuette di ogni genere e fattura, risalenti al III e V secolo A.C..

Questo slideshow richiede JavaScript.

La collezione completa di valore artistico ed economico inestimabile in quanto composta da pezzi rari ed unici era custodita nelle loro abitazioni.

Le indagini per rintracciare gli ulteriori pezzi delle due collezioni private eventualmente ceduti a terzi sono tuttora in corso ed i reperti sono stati sottoposti a sequestro in attesa dell’intervento di personale specializzato per un’accurata classificazione e restituzione al Patrimonio Artistico Nazionale.

TRINITAPOLI: UNA PERSONA ARRESTATA PER ATTI PERSECUTORI

I Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto MONTANARO SALVATORE, 43 anni, per il reato di atti persecutori nei confronti della moglie.

L’uomo era già colpito da provvedimento restrittivo che gli vietava di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla vittima, ma incurante dell’ordine dell’Autorità Giudiziaria perdurava nella sua condotta e, a seguito delle violazioni accertate dai Carabinieri, è stato colpito da ulteriore provvedimento degli arresti domiciliari, naturalmente in luogo di dimora diverso da quello della vittima.

SAN FERDINANDO DI PUGLIA: DUE PERSONE ARRESTATE IN ESECUZIONE DI ORDINI DI CARCERAZIONE

I Carabinieri della locale Stazione hanno tratto in arresto in esecuzione di un ordine di carcerazione NENNA SABINO, 47 anni, in quanto colpito da provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trani dovendo il reo espiare una pena detentiva di 1 anno 11 mesi e 15 giorni per ricettazione. Il NENNA è stato rintracciato e catturato e, dopo le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Foggia così come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

I Carabinieri hanno arrestato anche DASCOLI CLAUDIO, 28 anni, colpito da provvedimento emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte D’Appello di Bari dovendo espiare una pena detentiva di 2 mesi e 1 giorno per reati vari contro il patrimonio. Il DASCOLI è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.