Libera
Libera
Libera

Si terrà domenica 23 marzo all’interno della Villa Comunale di Cerignola, a partire dalle ore 10, la “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime delle mafie” , organizzata dal locale presidio di ‘Libera – associazioni, nomi e numeri contro le mafie’.

L’annuale appuntamento, giunto ormai alla sua diciannovesima edizione,  e che a livello nazionale è promosso da Libera in tandem con Avviso Pubblico, ricorda tutte le vittime innocenti delle mafie. Oltre 900 nomi di semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perchè, con rigore e coerenza, hanno compiuto il loro dovere. Un elenco dal quale – come sottolinea Libera – “mancano tantissime altre vittime, impossibili da conoscere e da contare”.

Memoria ma anche impegno, come recita l’intitolazione dello stesso appuntamento. Ed è su questi due aspetti che il presidio di Libera Cerignola ‘Hiso Telaray’ promuove e struttura la propria attività sul territorio: formazione, prevenzione, integrazione, impegno nelle scuole, riutilizzo sociale dei beni confiscati. «La giornata della Memoria rappresenta uno snodo fondamentale – commenta don Pasquale Cotugno, referente cittadino di Libera – e per la nostra associazione e per l’intera comunità cerignolana. Permette a Libera di rinnovare il proprio impegno partendo proprio dal passato, ricordando le vittime di mafia del proprio territorio, ricordando la terribile stagione passata, caratterizzata, tra le altre cose, dal vuoto dell’antimafia sociale. Dall’altra parte costringe un’intera comunità a fare i conti con il proprio presente, a guardarsi in faccia consapevole di ciò che è stato, ma forse non ancora del tutto conscia dei rischi che sta correndo. Il recupero dell’etica nei pubblici incarichi, la serietà e il rigore nella gestione della cosa pubblica, devono essere accompagnati da uno scatto culturale che riguarda anche i semplici cittadini, gli amministrati, la cui partecipazione al bene comune deve trovare nuove e più incisive forme di realizzazione. Per questo ricordiamo, per questo c’impegniamo».

Di seguito il programma della mattinata:

Ore 10: Raduno in Villa Comunale
Ore 10,30: Presentazione della Giornata della memoria dell’impegno nel ricordo delle vittime di mafia
Ore 10,45: Proiezione del cartone animato “Giovanni e Polo e il mistero dei pupi” (proiezione ogni 30 minuti)
Ore 11,15: Laboratorio artistico “Coloriamo la memoria”
Ore 12,30: Conclusione dei lavori e ricordo delle vittime di mafia di Capitanata.