Premio-Zingarelli-CerignolaIl 2 e 3 maggio prossimi, nella cornice del Teatro “Mercadante”, vivrà il suo epilogo la sesta edizione – quella del 2013 – del Premio Letterario Nazionale “Nicola Zingarelli”, evento diventato un punto di riferimento nel panorama culturale del territorio e prestigiosa vetrina per scrittori e poeti provenienti da tutta Italia. “Le parole nella musica” è il tema del concorso articolato in quattro sezioni – Poesia inedita- Narrativa edita- Composizione musicale e Premio Sociale della Giuria “Non omnia possumus omnes”, riservato a personaggi che si distinguono per il loro impegno nella società e nella cultura.   La manifestazione, organizzata dall’Amministrazione Comunale di Cerignola e dall’associazione culturale “LiberaMente” in collaborazione con l’associazione culturale “Motus”, può contare sull’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e su quello istituzionale dell’Università Luiss di Roma.

Il Presidente del Premio Zingarelli, Antonio Daddario, spiega così la scelta del tema”Le parole nella musica”: «La musica così come la poesia, la scrittura e la pittura, è armonia delle arti: con le sue note fa vibrare le  corde  dell’animo che diventa così più luminoso. Per questo le arti non possono essere solitarie , ma sono componenti della stessa armonia. Questa sesta edizione- aggiunge- si pone un obbiettivo sfidante: vivere e far vivere una giornata in un “brodo” di cultura pregno di scrittura, pittura e musica».

L’iniziativa prenderà il via nella serata del  2 maggio con la selezione  dei finalisti della sezione “Composizione musicale Classica e jazz”. I brani in concorso, eseguiti da un’orchestra di professionisti, saranno valutati da una giuria qualificata  che decreterà il vincitore fra i tre finalisti per la sezione “composizione musicale classica” e i tre finalisti della “composizione musicale jazz”.   I primi classificati delle tre sezioni ordinarie e di quella speciale  “Non omnia possumus omnes” riceveranno una spiga d’argento bagno oro,  simbolo distintivo del Premio e del Territorio di Capitanata, oltre ad una pergamena ricordo con motivazione. Anche quest’anno, tra i premiati  “Non omnia possumus omnes”, ci saranno personaggi di spicco nel panorama culturale come il Prof. Francesco Sabatini, Presidente emerito dell’Accademia della Crusca, linguista, filologo e lessicografo, curatore della rubrica televisiva “Pronto soccorso linguistico” all’interno del programma  Rai “Uno Mattina in famiglia”;  Lorenzo Enriques, fondatore dell’Associazione per la lettura  tra i giovani “Il Giralibro” e presidente della Casa Editrice “Zanichelli” di Bologna;  Mingo De Pasquale, attore, conduttore e mattatore  di “Striscia la notizia” impegnato nel sociale.  Altri premi speciali a Erica Giacosa, Direttore dell’Associazione per la lettura “Il Giralibro”Riccardo Sgaramella, scrittore, divulgatore, studioso e poeta dialettale e Gianfranco Labroca insieme all’ Orchestra di fiati “V Disavino”.  Nella mattinata del 3 maggio, due appuntamenti da non perdere:  un intervento del Prof. Riccardo Sgaramella su “Dialetto le parole che furono” e una lectio magistralis del Prof. Francesco Sabatini su “Dall’ultima Crusca ai vocabolari d’oggi”. Alle ore 17,00 una conferenza stampa di presentazione di tutti i premiati.

«Il Premio Letterario intitolato a Nicola Zingarelli, giunto alla sua sesta edizione- commenta il Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo– è uno strumento di grande rilevanza in una operazione di recupero e valorizzazione delle nostre radici a cui intendiamo dare compiutezza. Uno dei principali obbiettivi, se non il più importante, dell’ associazione “LiberaMente-Circolo di Cerignola” e  dell’Amministrazione Comunale è riuscire ad organizzare attività culturali che coinvolgano bambini e ragazzi, facendo riscoprire a questi ultimi il piacere della lettura, anche per strappare all’esercito della malavita quelli di loro più a rischio di devianza».